10 35 0 1 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: marypoppolins

    Ragazze, ma di cosa vi stupite? Con cotanta mamma anche la bambina, mi spiace dirlo, è destinata a un futuro plastiche e fiori.

    Ho fatto una ricerca per Sarah Burge e ho trovato che la signora ha speso oltre 1 milione di euro per operazioni e ritocchini di vario genere, dal naso ai capelli, agli zigomi al seno, pur di diventare l'incarnazione vivente di una barbie.

    Da com'era a com'è adesso, la differenza è impressionante davvero....

  • Risposta a: skylineit

    Sì, ne ho sentito parlare. E secondo me è assolutamente possibile. Al di là del margine di "follia" di questi uomini e donne, non possono tutti dire il falso... Alcune di queste storie devono per forza contenere qualche fondamento di verità. Uno dei casi di reincarnazione più famosi di questo secolo è senz'altro quello riguardante Shanti Devi.

    "Shanti Devi nacque nel 1926, in un villaggio vicino a Delhi. All’età di quattro anni,  quando iniziò a parlare in modo articolato, raccontò di avere avuto un marito e dei figli, come se stesse narrando la vita di un’altra persona.

    Raccontava che suo marito si trovava a Mathura, che era proprietario di un negozio di vestiario, che avevano dei figli. Si riferiva a se stessa col nome di Chaubine. Diceva di essere morta dando alla luce il terzo figlio.

    Un giorno il suo insegnante delle superiori, incuriosito dal racconto di Shanti Devi, decise di inviare una lettera al presunto marito della ragazza, Pandit Kedarnath Chaube. Con grande stupore verificò che tutto quello raccontato da Shanti Devi, corrispondeva al vero.

    Nella lettera l’insegnate chiedeva al marito di visitare Delhi. Questi, che viveva molto lontano, suggerì di far incontrare la ragazza con suo cugino che invece viveva in città. Nella riunione organizzata per l’occasione, Shanti Devi riconobbe senza esitazione il cugino del marito, inoltre gli rivelò alcuni dettagli della casa, dove aveva vissuto a Mathura, rivelandogli il luogo dove lei aveva sotterrato dei soldi.

    Quando le domandarono se sapeva dirigersi dalla stazione di Mathura alla sua precedente abitazione, rispose affermativamente senza esitare.

    Knajimal il cugino del marito, rimase così colpito dalle storie di Shanti Devi che convinse Kedarnath a visitare Delhi. Per depistare Shanti Devi, Knajimal le presentò Kedarnath come suo fratello, ma lei, sbalordendo tutti i presenti, disse che quello non era affatto il fratello più anziano di Knajimal, ma era suo marito..."

    Shanti Devi è morta il 27 Dicembre del 1987 e da allora di sicuro questo è stata la vicenda di vita dopo la morte più indagata di sempre.

    Se vi interessa la storia di shanti è stato scritto anche un libro: "I have lived before" dello svedese Sture Lonnerstran.

  • Risposta a: serennella

    Per i giocattoli di tipo elettrico, oltre alla già citata scritta CE c'è la IMQ, rilasciata dall’Istituto Italiano del marchio di qualità.

    Altri consigli utili dal sito dell'ADUC:

    Questi gli avvisi di precauzione d'uso previsti dalla legge Per i giocattoli destinati a bambini di eta' superiore ai 36 mesi: - scritta (esempio): "non indicato per bambini di eta' inferiore ai 36 mesi (sostituibile con "tre anni")", integrata da una descrizione dei rischi che motivano l'esclusione. Questa indicazione e' anche associata ad un marchio tipo segnale stradale di divieto di accesso con una faccina triste e la scritta "0-3". Essa non e' obbligatoria per i giocattoli che, per loro caratteristica, sono manifestamente destinati a bambini di eta' inferiore ai 36 mesi. Per scivoli, altalene sospese, trapezi, corde e giocattoli analoghi montati su cavalletto: - avvertenze per l'uso e richiami riguardo la necessita' di fare periodici controlli e manutenzioni con avviso che, in difetto, il gioco potrebbe presentare rischi di caduta o ribaltamento; - indicazioni sul montaggio con specifica delle parti che possono presentare pericoli in caso di montaggio erroneo. Per i giocattoli funzionali (modelli ridotti di apparecchi o impianti destinati agli adulti aventi le stesse funzioni): - scritta "Attenzione! Da usare sotto la sorveglianza di adulti" con avvertenza che il gioco va tenuto fuori dalla portata dei bambini piu' piccoli; - istruzioni d'uso e relative precauzioni con specifica dei rischi a cui va incontro l'utilizzatore che non vi si attiene. Per i giocattoli chimici (scatole per esperimenti chimici, per inclusioni in plastica, laboratori in miniatura di ceramista, smaltista, fotografo, etc.): - scritta, sull'imballaggio: "Attenzione" Solo per bambini di eta' superiore a ....anni. Da usare sotto la sorveglianza di adulti" (l'eta' deve essere fissata dal fabbricante); - indicazione della pericolosita' delle sostanze (pericolose) eventualmente contenute e precauzioni di uso delle stesse, con precisazione dei rischi a cui va incontro l'utilizzatore che non vi si attiene; - precisazione che tali giocattoli devono essere tenuti fuori dalla portata dei bimbi piu' piccoli; - indicazione delle prime cure urgenti da dare in caso di incidenti gravi dovuti all'utilizzazione di questo tipo di giocattoli. Skate board e pattini a rotelle per bambini: - scritta "Attenzione! Da usare con attrezzatura di protezione"; - istruzioni per l'uso che ricordano che il gioco dev'essere usato con prudenza, in quanto il suo utilizzo richiede particolare abilita' onde evitare incidenti, per caduta o collisione; - indicazioni sulle attrezzature di protezione consigliate (caschi, guanti, ginocchiere, gomitiere, etc.). Giocattoli nautici (salvagente, materassini o altri giochi creati per reggere o sostenere il bambino su acque poco profonde): - scritta "Da utilizzarsi unicamente nell'acqua dove il bambino tocca il fondo e sotto sorveglianza". Altre indicazioni da tener presenti: Giocattoli elettrici con parti che si scaldano: non sono raccomandabili per bambini di eta' inferiore agli 8 anni. Palloncini: se sgonfi o rotti possono causare il soffocamento di bambini di eta' inferiore agli 8 anni. I primi vanno tenuti fuori della loro portata e i secondi vanno subito buttati. Aquiloni giocattolo: se dotati di corte lunghe oltre 2 metri devono essere usati lontano da linee elettriche e solo se non vi sono temporali. Armi giocattolo: evitare l'uso con proiettili diversi da quelli forniti o raccomandati dal produttore. Non mirare agli occhi e al viso, soprattutto nel caso in cui il gioco sia in grado di sparare con energia cinetica superiore a 0,008 joule. E' bene anche non usare vicino alle orecchie o in ambienti chiusi. Non far utilizzare a bambini piu' piccoli. Giochi a batteria: devono riportare la tensione nominale della batteria, il simbolo della corrente continua se il gioco ha un caricabatteria, la polarita' e la forma delle batteria in grandezza reale sopra l'apposito comparto. Cio' oltre a tutte le istruzioni sul ricambio delle batterie e sulla loro raccolta differenziata. Giochi a trasformatore o con caricabatteria: devono riportare la tensione nominale in volt, il simbolo della corrente (continua o alternata) e altre informazioni riguardo al trasformatore e sull'opportunita' di controllare periodicamente il cavo di alimentazione e la spina. Giocattoli magnetici: devono contenere informazioni sulla presenza dei magneti e sulla loro pericolosita'. Giocattoli sonori: devono contenere informazioni sulla pericolosita' dell'uso vicino alle orecchie.

  • Risposta a: dextermorg

    Le frittate di pane sono sempre utili, data la quantità di pane raffermo che accumuliamo quotidianamente. Man mano che ti avanza, puoi conservarlo in un sacchetto di carta (io lo tengo nel forno - ovviamente spento) e quando ne avrai a sufficienza puoi seguire questa ricetta. Ecco gli ingredienti:

    • 300 gr di pane raffermo
    • 50 gr di salame e/o mortadella
    • 4 uova
    • Latte
    • Olio
    • Sale
    • Pepe
    • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
    • pangrattato
    • Aglio
    • Prezzemolo
    • limone (opzionale)

    Prendi un recipiente e immergi il pane raffermo nel latte (non deve essere troppo, ma deve cmq ricoprirlo interamente). Una volta che sarà ammollato a dovere, strizzalo con le mani e trasferiscilo in una ciotola nella quale andranno a confluire le uova, il salame a tocchetti (o la mortadella), sale, pepe, parmigiano, aglio e prezzemolo tritati finemente. Amalgama il tutto con le mani. Se vuoi, alleggersci con il succo di limone.

    Versa dell'olio in una padella e aggiungi una spruzzatina di pangrattato per due minuti. A questo punto versa il composto per la frittata di pane che hai precedentemente amalgamato e fai rosolare da un lato e dall'altro per 10 minuti. Buon appetito!

  • Risposta a: sonofapreacher

    Invenzioni green:

    1. gli eco-profilattici
    2. piatti e posate per la cucina estratti - udite udite - dall'urina dei maiali
    3. le salviette riutilizzabili al posto della carta igienica
    4. luci delle discoteche che si accendono grazie ai passi dei ballerini
    5. il letto con le molle
    6. la bottiglia a doppio collo
    7. La bara per maggiorate - macabra ma pratica...
    8. L'ombrello per due
    9. La toilette per animali autopulente:
    10. Il robot chef che ti prepara la colazione... Un sogno!
  • Risposta a: beatlesama

    Avevo cercato anch'io il significato di questa espressione molto diffusa in tutt'Italia e avevo trovato la spiegazione per cui il punto in bianco corrisponderebbe al tiro di artiglieria senza elevazione, ovvero quando la linea di mira si tiene orizzontale.

    Questa posizione in gergo è detta posizione zero e, non essendo quindi equivalente a nessun numero, è anche conosciuta come posizione "in bianco", da cui "di punto in bianco".

  • Risposta a: skylineit

    Orecchiette con salsiccia e zafferano!

    E' una ricetta piuttosto facile, ma davvero deliziosa. Fai bollire l'acqua e versaci il contenuto di una o due bustine di zafferano.

    Nel frattempo, rosola delle cipolle rosse di Tropea in una pentola inaderente con olio abbondante, 1 o 2 peperoncini e mix creola (bacche di pepe rosso, verde e nero). Aggiungici 3 salsicce sminuzzate e della pancetta affumicata tagliata a dadini minuscoli. Fai asciugare con pochissimo vino bianco.

    Cuoci le orecchiette nell'acqua con lo zafferano, scolale senza buttare l'acqua di cottura e salta in padella utilizzando qualche cucchiaio dell'acqua di cottura...

    Per la presentazione, spruzza un po' di zafferano sul lato del piatto e voilà!!

    N.B. Ti confesso che uso spesso lo zafferano come ingrediente segreto per insaporire i miei piatti - è ottimo un po' su tutto. Quindi non temere, sperimenta :)

  • Risposta a: pollock31

    Stand by? Come ti capisco!

    Io ho l'incubo delle lucette rosse in giro per la casa.

    Pensa che a volte mi sveglio la notte con la paura di aver lasciato accesi i vari apparecchi che di solito si concentrano in salotto e in cucina... Ed è pure piuttosto pericoloso, io più che altro sono angosciata dal timore che possa scoppiare un incendio per via della corrente elettrica. Comunque, al di là dei miei timori (fondati o meno), ho letto che un controllo ferreo del pulsante di standby permetterebbe di risparmiare 100 euro circa all'anno (VEDI VIDEO tratto dalla puntata di Report del 25 ottobre 2009). Non male, no?

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO