3 67 27 23 0 3 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: irenelandia

    La Luna è un satellite della Terra e come tale quando si trova tra la Terra ed il Sole la parte verso la Terra sarà in ombra e si avrà Luna Nuova (o nera) quando si trova dall'altra parte sarà illuminata la parte della Luna rivolta verso la Terra e si avrà la Luna piena. Nei momenti di transizione si avranno le altre fasi, calanti o crescenti.

    Per la domanda: Luna è piena?
  • Risposta a: web2.0

    Tranquillo, ci vorrà qualche miliardo di anni.

    Per la domanda: La terra si può fermare?
  • Risposta a: frank19751

    Penso che per formarsi un opinione corretta sia necessario acquisire le informazioni da varie fonti, per cui non solo focus e quark (leggasi cicap). Prova pertanto a cercare sul web anche informazioni da altre fonti, quindi, se hai tutte le informazioni a disposizione, potrai farti una tua opinione.

    Per la domanda: Scie chimiche
  • Risposta a: frank19751

    http://www.articolienews.com/tecnologia/rfid-obbligatorio-in-america/

    Per la domanda: Nuovo ordine mondiale
  • Risposta a: ecosvolta

    C'è il metodo definito "parallasse". Consiste di costruire un triangolo con base il diametro dell'orbita terrestre. Si traguarderà la stella dai due punti dell'orbita e così si rileverà l'angolo di osservazione, avendo un lato e l'angolo si effettuerà la triangolazione col metodo trigonometrico. Altro sistema è tramite lo spostamento dello spettro verso il rosso. Sapendo che secondo la costante di Hubble le stelle si allontanano ad una velocità che è proporzionale alla loro distanza e dato che una fonte luminosa in allontanamento ha uno spostamento dello spettro verso il rosso si avrà la velocità di allontanamento e quindi la distanza. Il metodo delle cefeidi è più complicato e si attua per gli oggetti posti a grande distanza.

    Per la domanda: Distanza tra corpi celesti?
  • Risposta a: labbratue

    La causa è dovuta alla presenza di corpi massivi al di sotto dei cosiddetti "mari lunari" detti mascons, probabilmente dovuti all'impatto di asteroidi. Questa massa, concentrata solo da una parte fa sì che si crei un polo gravitazionale che viene maggiormente attratto verso la Terra. E' come se su una parte di un pallone ponessi un peso: questo tenderebbe a portare verso il terreno la parte più pesante. Se lasci andare il pallone questo tenderà ad oscillare: questo movimento, per la luna, è chiamato "librazione". La luna, di per se stessa, tenderebbe ad avere un moto di rotazione proprio ma questo viene ostacolato dal polo gravitazionale che fa di modo che torni sempre a riportare lo stesso lato verso la Terra, causando l'oscillazione.

  • Risposta a: oohhoohh

    Per la precisione "mokele" sta per tartaruga e "mbe" per terribile. La ripetizione è un rafforzativo per cui significherebbe "tartaruga molto terribile", forse riferentesi alle sue dimensioni.

    Per la domanda: Mokele Mbembe
  • Risposta a: gattro

    Se intendi dal punto di vista astronomico una stella azzurra è una stella molto giovane e molto calda (oltre 30.000° alla superficie). Il colore è dovuto alla temperatura della stella così, per esempio una stella più fredda tenderà al colore rosso mentre una più calda avrà un colore bianco-azzurro. Il nostro sole, con una temperatura di 6.000° alla superficie rientra nella classe delle stelle gialle.

    Maggiori informazioni:

    http://digilander.libero.it/atavacron/images/aststel.html

    http://it.wikipedia.org/wiki/Stella_azzurra

Ultimi commenti

  • Commento a: dunebuggi

    E secondo te Focus e Quark (= CICAP = se lo conosci lo eviti) sarebbero fonti attendibili? Sono solo una congrega di disinformatori che si paludano di una veste scientifica che di effettivamente scientifico (nel vero senso del termine) non hanno nulla. Basta solo informarsi e le loro spiegazioni cadono come un castello di carte. Porto l'esempio dei "nodi allungati" una delle caratteristiche dei cropcircles: http://www.altrogiornale.org/print.php?news.5858 E' chiaro che se si passa sopra gli steli con una tavola questi presenterebbero delle spezzature, invece qui il piegamento è dovuto ad un allungamento degli steli. I nostri "bravi" pseudo ricercatori (che ricercano solo quello che gli fa comodo) affermano che il piegamento è dovuto ad un fenomeno chiamato "fototropismo" che causerebbe un allungamento dello stelo lungo la parte nodale per ricercare la luce del sole. Peccato che gli steli non si presentino spezzati e che l'allungamento non si produce verso l'alto ,come dovrebbe essere per il detto fenomeno, ma verso terra dando luogo ai "disegni". Ci sono naturalmente una congrega di "circlemakers" finanziati e/o coinvolti dagli stessi detrattori che si dilettano a creare anche forme complesse, peccato che gli steli, in quel caso, siano spezzati.

  • Commento a: dunebuggi

    E secondo te Focus e Quark (= CICAP = se lo conosci lo eviti) sarebbero fonti attendibili? Sono solo una congrega di disinformatori che si paludano di una veste scientifica che di effettivamente scientifico (nel vero senso del termine) non hanno nulla. Basta solo informarsi e le loro spiegazioni cadono come un castello di carte. Porto l'esempio dei "nodi allungati" una delle caratteristiche dei cropcircles: http://www.altrogiornale.org/print.php?news.5858 E' chiaro che se si passa sopra gli steli con una tavola questi presenterebbero delle spezzature, invece qui il piegamento è dovuto ad un allungamento degli steli. I nostri "bravi" pseudo ricercatori (che ricercano solo quello che gli fa comodo) affermano che il piegamento è dovuto ad un fenomeno chiamato "fototropismo" che causerebbe un allungamento dello stelo lungo la parte nodale per ricercare la luce del sole. Peccato che gli steli non si presentino spezzati e che l'allungamento non si produce verso l'alto ,come dovrebbe essere per il detto fenomeno, ma verso terra dando luogo ai "disegni". Ci sono naturalmente una congrega di "circlemakers" finanziati e/o coinvolti dagli stessi detrattori che si dilettano a creare anche forme complesse, peccato che gli steli, in quel caso, siano spezzati.

  • Commento a: popolari

    Caro Popolari, ci sono una marea di prove che smentiscono al versione ufficiale e sono stati scritti in proposito decine di libri (dei quali evidentemente non ne hai mai letto nemmeno uno) e ci sono dvd e documentari che puoi trovare anche sul web (ovviamente non ne hai mai visto nemmeno uno). In sintesi mi puoi dire in cosa si differenziano le due modalità di crollo? Dato che sono state anche trovate tracce di microtermite nei resti delle torri e che ad un confronto diretto il crollo delle torri è perfettamente identico a quello che si ottiene con una demolizione controllata? Inoltre, cosa ha fatto crollare la torre n. 7, lo spostamento d'aria?

  • Commento a: pollock31

    I disastri (sia quelli avvenuti che quelli preannunciati) sono a troppa breve scadenza per imputarli ad un corpo che abbia un tipo di orbita a lungo periodo.

  • Commento a: karateman@v

    La bufala in studio e perchè l'hanno fatta:

    http://www.youtube.com/watch?v=Nf38UyuIUhY

  • Commento a: claudio284

    La questione resta: come toglievano le corde? qualcuno ha ipotizzato usassero leve (in questo caso di legno, dato che il rame era troppo tenero) ma potevano reggere il peso di 3-4 tonnellate o (nel caso dei monoliti della camera del re) le 42 tonnellate? Inoltre, se la teoria è valida, avrebbero potuto usare lo stesso sistema per i monoliti del tempio di baalbek del peso di quasi 1.000 tonnellate?

    P.S.: non era aggratis in quanto durante la IV Dinastia gli operai erano pagati come stabilisce un decreto risalente a Micerino.

    P.P.S.: come mai non mi accetta lapostrofo?

  • Commento a: ilcuciniereluca

    Fomalhout

    Per la risposta alla domanda: Formalhout
  • Commento a: fulcanelly

    Personalmente nelle mie precedenti risposte non avevo mai pensato che non fosse vero, solo che la confusione poteva essere nata dal fatto che avevano preparato sulla terra un set similare del quale mandare le immagini in differita se avessero trovato qualcosa che non volevano far sapere.