201 971 0 2 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: zio.aladino

    Il presunto taglio agli stipendi dei senatori è una vera e propria beffa: una riduzione dello 0,34%

    http://www.giornalettismo.com/archives/135090/i-senatori-si-tagliano-lo-stipendio-dello-034/

    Si potrebbe dire che è meglio di niente e che è meglio un risparmio di un milione e centomila euro che nessun risparmio. Vero, ma quello che non viene considerato è che altre voci di spesa sono state aumentate, come per esempio l’entità dei rimborsi per “spese generali” e l’importo delle indennità.

    Tutti i presunti tagli alla politica di questa finanziaria non sono affatto riduzione di vitalizi e privilegi ma solo mancati adeguamenti contrattuali. Insomma, i senatori non ci perdono davvero nulla e continuano a mettere in tasca i loro pingui stipendi.

     

  • Risposta a: zio.aladino

    ok grazie!In effetti la micia sembra star molto bene, ma le farò fare comunque un controllo :) L'ho chiamata Cookie perchè l'ho sentita piangere sotto casa mentre preparavo dei biscotti!

  • Risposta a: kreis5

    In diritto, l'abbandono è un istituto giuridico contrattuale per cui, al verificarsi di talune gravi circostanze in corso di viaggio, l'assicurato dichiara di trasferire agli assicuratori la proprietà del bene distrutto o perduto.

    Tale dichiarazione può quindi riferirsi alla merce, alla nave, dall'aeromobile, nonché al nolo da guadagnare (guardare gli art. 540,541,542, 1006,1007,1008 del Codice della Navigazione)

    Buona serata!

    Per la domanda: Quando l'abbandono?
  • Risposta a: gripweed

    Ciao! No, non ancora ma dal 2010 presentare ricorso al Giudice di Pace per contestare una multa/contravvenzione costerà dai 30 euro ai 70 euro per le multe di importo da 1.100 a 5.200 euro.Questa novità è contenuta nel testo della Finanziaria 2010 approvata ieri. Con questa voce ritorna la cauzione sui ricorsi, decisa nel 1993 al momento dell’entrata in vigore del Nuovo Codice della strada e cancellata solo nel 2004 dalla Corte Costituzionale perché secondo la sentenza “Viola il diritto alla difesa ed è irragionevole con le caratteristiche del ricorso, che è gratuito e deve essere semplificato al massimo”.Oltre al deposito di 30 - 70 euro, occorrerà anche accollarsi una spesa di 8 euro aggiuntivi “per diritti e spese di notifica”. Questo significa che nella migliore delle ipotesi il risorso vi costerà come un divieto di sosta.

    Cornuti e...Mazziati! Buona serata!

  • Risposta a: citomegalo

    La veranda é un balcone o un terrazzo chiuso da finestre. Siccome rappresenta un aumento della volumetria dell'appartamento, deve esserci un condono edilizio che ne permetta l'esistenza. Ciao!

    Per la domanda: Cos'é una veranda?
  • Risposta a: nistanimer4

    La provvigione non é altro che la remunerazione degli affari gestiti e procacciati dall’agente o dal broker e corrisposta a questi dall’impresa.

    Tradizionalmente la provvigione è distinta in provvigione di incasso, destinata a compensare attività di incasso del premio, la gestione amministrativa del contratto e provvigione di acquisto, destinata a remunerare attività di acquisizione del contratto.

    La provvigione di acquisto, nel caso di contratti con durata poliennale, può essere corrisposta in forma ricorrente, ad ogni incasso del premio, o in forma precontata (anticipata) sul cumulo di tutte le annualità di premio previste dal contratto all’atto dell’incasso della prima.

    Per i contratti di durata annuale la provvigione di acquisto è corrisposta solo ricorrentemente, ad ogni rinnovo.

    Ciao!

    Per la domanda: Provvigione
  • Risposta a: gripweed

    La Corte dei conti è un Organo di rilievo costituzionale, previsto dagli articoli 100 e 103 della costituzione italiana, che la ricomprende tra gli organi ausiliari del Governo.

    È un organo con funzioni consultive, di controllo e giurisdizionali ed strutturata su uffici centrali e territoriali.Innanzitutto, al vertice troviamo il Consiglio di Presidenza, quale l’organo di autogoverno della magistratura contabile istituito con l’art. 10 della legge 13 aprile 1988, n. 117, recentemente modificato dall’art. 1, comma 1, del D. Lgs. 7 febbraio 2006, n. 62, con compiti simili al Consiglio Superiore della Magistratura per i magistrati ordinari. Il Consiglio di Presidenza ha sede a Roma.

    È composto: dal Presidente della Corte dei conti, che lo presiede; dal Procuratore Generale della Corte dei conti; dal Presidente aggiunto della Corte dei conti o del Presidente di sezione più anziano; da 4 cittadini eletti, due dalla Camera dei deputati e due dal Senato della Repubblica a maggioranza assoluta dei rispettivi componenti, tra i professori ordinari in materie giuridiche o gli avvocati con venti anni di esercizio professionale; da 10 magistrati ripartiti tra le diverse qualifiche in proporzione alla rispettiva effettiva consistenza numerica quale risulta dal ruolo alla data del 1° gennaio dell’anno di costituzione dell’organo.L'organizzazione della Corte prevede Sezioni giurisdizionali e Sezioni di controllo, sia a livello centrale che territoriale. Le sezioni non sono uniformemente distribuite sul territorio nazionale, ma vi sono delle diversità.

    Per ulteriori approfondimenti vai qui.

    Buona serata!

  • Risposta a: killacat

    Il contratto di comodato consite in un contratto di locazione essenzialmente gratuito. infatti il comodato differisce dal contratto di locazione per quanto attiene allla clausola che discilplina l'elemento economico del contratto stesso.

    Infatti nel comodato a fronte del godimento del bene immobile non sussiste alcun obbligo di pagamento dell'affitto caratteristica che non viene meno nell'eventualità che il comodatario corrisponda un piccolo compenso a favore del comodante, come il pagamento delle spese condominiali o delle spese per i servizi d'acqua, di energia elettrica, di telefono.Il comodatario che esegue sull'immobile opere non necessarie né urgenti non ha la possibilità di pretendere un rimborso dal comodante per le spese sostenute. Se viceversa la spesa a carico del comodatario integrasse una vera e propria controprestazione a favore del comodante, non varrebbe più l'ipotesi del contratto di comodato, che potrebbe essere stato stipulato come contratto simulato, ma si ha un vero e proprio contratto di locazione.Il contratto di comodato può anche protrarsi finché dura la vita del beneficiario.Nel caso di contratto a tempo indeterminato il comodante può recedere in qualsiasi momento dal comodato. Qualora, viceversa, sussista un contratto di locazione è ammissibile la trasformazione dello stesso in comodato con il solo accordo tra il proprietario dell'immobile ed i componenti il nucleo familiare che ha in godimento detto immobile, anche in assenza del capofamiglia conduttore che aveva stipulato l'originaria locazione.Il contratto di comodato è personale e non costituisce titolo per usucapire l'immobile, non è trasmissibile agli eredi o al coniuge separato che non possono subentrarvi come invece avviene per i conduttori di un immobile ex art. 6, legge n. 392/78. La convivenza more uxorio tra persone in stato libero non costituisce alcuna causa di illiceità del relativo contratto e quindi di nullità dello stesso.Qualora vi sia un ritardo nella riconsegna dell'immobile, il comodatario deve risarcire al comodante i danni da questi subiti e corrispondere la penale eventualmente stabilita sul contratto anche se il comodatario sia un ente pubblico.

    Buona giornata!

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO