26 66 1 0 0 2 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: eleonor8

    L'azienda  si chiama Nude House ed è caratterizzata da uno staff che svolge le proprie mansioni senza indossare abiti. "Non solo è la prima e unica compagnia di servizi web in Gran Bretagna per nudisti - sostiene un portavoce dell'azienda - ma è anche il primo luogo al mondo che permette agli amanti del nudo di poter lavorare e quindi guadagnare in un lavoro in cui i vestiti sono completamente banditi!"  

    Certo è che qualche dubbio rimane sulla serietà della compagnia, che per vendere software praticamente offre ragazze.

  • Risposta a: eleonor8

    La mesoterapia è uno dei pochi rimedi efficaci contro la cellulite. Il costo è alto, ma guardate dalla foto i risultati:

    Non esistono dei veri e propri effetti collaterali, se non legati a sensibilità/patologie preesistenti.Allergie ai farmaci che vengono utilizzati.Il diabete rappresenta una controindicazione negli stadi avanzati.Nei pazienti che usano anti-coagulanti, antiaggreganti o portatori di carenza di piastrine o di malattie rare con deficit della coagulazione, non vi è una controindicazione assoluta, ma sono necessari tutti i controlli preliminari del caso.E' sconsigliato il trattamento di aree affette da malattie cutanee.Terapie di supporto aiutano a migliorare le performance, soprattutto nei casi "patologici", ad esempio linfodrenaggio, fanghi, attività sportiva, dieta mirata.

    Le principali cause della cellulite sono legate a questioni ormonali, alimentazione scorretta, vita sedentaria, indumenti che riducono la circolazione come collant, tacchi troppo alti o pantaloni stretti, l'utilizzo di alcuni farmaci come la pillola.La mesoterapia è anche indicata per il trattamento delle seguenti patologie:Adiposità e cellulite localizzataRingiovanimento cutaneo del voltoDermatologiaRiabilitazione motoriainsufficienza veno-linfaticapatologie reumatiche

  • Risposta a: tippetappe

    Il vulcano è eruttato all'improvviso dopo 7 anni (l'anno scorso aveva dato qualche cenno di risveglio) e a destare preoccupazione sono i venti che non riescono a disperdere nell'aria le ceneri provocate dal vulcano.Purtroppo la situazione voli potrebbe rimanere paralizzata ogni volta che il vulcano emetterà ceneri che creano problemi per i motori degli aerei.

    Per ora l'ENAC rassicura comunicando che la situazione in Italia è tranquilla, non si prevedono ripercussioni sui voli e tutto è regolare.

    Il percorso della nube di cenere sarà il Regno Unito causando qualche problema ai voli.

    Le ultime tre volte che l'Eyjafjallajökull ha eruttato (nel 920, nel 1612 e nel 1823), ha messo in moto anche il vulcano Katla, molto più pericoloso.

    Katla è tenuto sotto controllo e al momento non sembra destare problemi.Purtroppo sulla durata delle eruzioni non si può predire nulla con certezza. L'ultima volta che l'Eyjafjallajökull ha eruttato, è andato avanti per mesi.

    Dal sito di USAToday leggo alcune notizie sconcertanti:

    • l'ultima volta che Eyjafjallajökull eruttò, nel 1821, l'eruzione proseguì fino al 1823!
    • E' scientificamente dimostrato che quando erutta l'Eyjafjallajökull, erutta anche il vulcano Katla. L'unica domanda è quando succederà...
    • Nella peggiore delle ipotesi potrebbe verificarsi ciò che già accadde nel 1793 in Europa, con l'eruzione di un altro vulcano islandese, il Laki. A seguito dell'eruzione massiccia del Laki e del vicino Grímsvötn, dal 1783 al 1784, in cui furono espulsi  ben 3.4 miglia cubiche di lava e di gas velenosi, l'Europa fu ricoperta per un lungo periodo da una densa nebbia solforosa.
  • Risposta a: stinco_18

    Una risposta potrebbe essere provare a rallentarci e ascoltare prima di tutto i nostri bisogni primari, come "animali" e costruire un nuovo modello di consumi (evoluto ma non esasperato) sulla base di questo.

    Ad esempio, proviamo a vedere quanti telefoni cellulari abbiamo, o con quale frequenza cambiamo il pc. Se vogliamo andare direttamente sui bisogni primari possiamo analizzare quello che mettiamo nel carrello al supermercato: sono tutti beni che ci nutrono? Oppure compriamo una quantità enorme di coloranti, addensanti e conservanti?

  • Risposta a: spegnila

    Impasto:    * 4 uova    * ½ tazza di zucchero    * ¼ cucchiaio di sale    * 1 bustina di lievito in granuli (Fleishmann’s)    * 5 tazze di farina    * ½ tazza di burro (fuso)    * Burro q.b. per imburrare la tegliaRipieno:    * ½ tazza burro (fuso)    * ¾ di tazza di zucchero rosso    * 1 cucchiaio di cannella in polvere

    Mettere la bustina di lievito in un poco di acqua tiepida e zucchero e lasciare che si attivi.

    Nel frattempo battere insieme le uova con lo zucchero ed il sale; aggiungere il lievito attivato (fa una schiuma), ½ tazza di burro fuso e gradualmente la farina. Fatene un impasto morbido che lascerete riposare per un’ora, coperto, in un recipiente prevalentemente imburrato.

    Tirate poi l’impasto in una sfoglia non troppo sottile che formi un rettangolo di circa 80 cm di larghezza.

    Pennellate la sfoglia con il burro fuso rimanente e spolveratelo con lo zucchero rosso, la cannella, l’uvetta e le noci.

    Arrotolate la sfoglia verso l’alto e tagliatela in 8 porzioni di circa 10 cm; imburrate la teglia e piazzate i rotoli uno accanto all’altro.

    Lasciate lievitare una quindicina di minuti prima di infornare a 250 gradi per circa 30 minuti o finchè non siano ben dorati.

    Per la glassatura, mischiare semplicemente lo zucchero a velo col latte e l’essenza di vaniglia fino a consistenza cremosa; lasciate stiepidire i cinnamon rolls prima di glassarli e serviteli subito.

     

  • Risposta a: grumodineve

    A quanto apre subito prima e durante il ciclo mestruale mangiare un pochino in più è fisiologico, ma senza esagerare. Sicuramente il primo apporto da dare all'organismo sono minerali e proteine, sul vino ho davvero qualche dubbio, ma certamente un pizzico di cioccolata fondente ti farà molto bene :)

  • Risposta a: troppola1

    Che ne dici dell'impresa di  Freddy Nock l'equilibrista che ha percorso 995 metri sul cavo di una teleferica a più di 130 metri da terra, con il solo aiuto di un bilanciere e nessun equipaggiamento di sicurezza.

  • Risposta a: eleonor8

    I controlli, infatti, sulla carta sono ottimi e abbondanti. Nel mondo civile, una compagnia può operare solo se ottiene la licenza dell’ente di controllo del suo Paese (in Italia questo compito lo svolge l’Enac), che ne valuta sia la capacità tecnica sia la stabilità economica. Oltre alle valutazioni periodiche sugli apparecchi e sui piloti, ispezioni impreviste possono capitare in qualunque momento. I protocolli con cui gli enti di controllo valutano la sicurezza degli aerei sono fissati a livello continentale, e l’Europa, assieme a Stati Uniti e Australia, vanta la minore percentuale di incidenti.

    Purtroppo la qualità dei controlli dipende anche dal prezzo del petrolio, più si spende epr il carburante più i controlli di sicurezza sono ai minimi dello standard internazionale.

Ultimi commenti