9 25 0 0 0 5 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: spassatiempo

    Venedrì 16 marzo gli imprenditori italiani saranno chiamati a versare all'Erario almeno 14,6 miliardi di euro di tasse.

     

    4,9 miliardi di ritenute Irpef, relative ai dipendenti, 9,3 miliardi di Iva e 400 milioni di euro di tasse per la vidimazione dei libri sociali, obbligo che spetta alle società di capitali.

    Per la prima volta questa categoria di contribuenti si trova davanti alle conseguenze delle manovre estive dell'ex governo Berlusconi e del decreto Salva Italia dell'esecutivo Monti.

  • Risposta a: strendy6

    Ciao, se ascolti le spiegazioni di questo video capirai che finché si cercherà di pagare il debito alle banche private, all'interno dell'euro, il debito non si risolverà mai

     

     

    Il problema è nei membri dei governi che assieme alle banche continuano a portare avanti politiche neoliberiste fallimentari.

    L'Islanda ha detto no al Fondo Monetario Internazionale e al debito perché aveva e ha una sua moneta. L'Italia, la Grecia, la Spagna, sono nella morsa dell'euro e dei suoi ricatti.

    L'Austherity introdotta nel nostro paese, così come in Grecia, non farà che aumentare il debito interno, legato direttamente alle entrate fiscali: meno spesa sociale, meno consumi, meno entrate in tasse.

     

    Il taglio del debito non farà altro che aumentare il debito, finché non si colpisce il debito contratto con le banche e non si cambia quindi il sistema economico finanziario. Emettendo e gestendo la propria moneta non si è costretti a ricorrere allo strozzinaggio delle banche internazionali. L'Italia si è letteralmente svenduta a paesi come la Cina, che possono decidere delle sue sorti detenendo parti del suo debito.

  • Risposta a: spassatiempo

    Arturo Parisi ha dato la notizia che è stata superata la quota di 500 mila firme ma ora bisogna arrivare, come soglia di sicurezza, a 700 mila.

    E' necessaria una legge che elimini il «Porcellum» cioè la porcata dell'attuale legge elettorale che prevede: liste bloccate, premio di maggioranza, e deroghe alla soglia di sbarramento del 4% per i partiti coalizzati

    Eliminando il premio di maggioranza i due maggiori partiti si sottrarrebbero al meccanismo perverso delle alleanze elettorali quanto più possibile ampie. Eliminando le liste bloccate i cittadini si riappropriano del diritto di scegliere i propri rappresentanti in Parlamento.

  • Risposta a: spinose_nuge

    GfK Eurisko ha fatto una ricerca sulle abitudini degli italiani in fatto di consumo di acqua e bevande di vario tipo. Le abitudini cambiano anche a seconda degli stili di vita: per gli sportivi, ad esempio, la quantità di acqua necessaria va definita in base al tipo di attività svolta, da 1 litro e mezzo a 3 litri al giorno. Per i sedentari il quantitativo necessario va da circa 1,2 litri fino a 2,5 litri. Le regole importanti per il benessere e l'idratazione corretta dell'organismo sono queste:

    • bere circa 2 litri e mezzo di acqua in condizioni di riposo
    • bere tanto la mattina presto (effetto lassativo)
    • Bere acqua tra un pasto e l'altro agevola lo smaltimento del sodio ingerito con i cibi e la funzionalità intestinale e renale. 
    • non bere acqua gelata che oltre a provocare una congestione, aumenta la sudorazione ristimolandoci a bere
    •  d'estate bere frequentemente
    • non sotituire bibite dolci o gasate all'acqua, soprattutto se si è disidratati

     

  • Risposta a: spinose_nuge

    250 g      petto di pollo già lessato  150 g      prosciutto cotto  2      uova  3 cucchiai      formaggio parmigiano grattugiato  3 cucchiai      pangrattato  olio per friggere  1 pizzico, noce moscata, pepe, sale  Amalgamare pollo e prosciutto macinati, 1 uovo, il parmigiano, la noce moscata, sale e pepe.Formare con le mani inumidite delle polpette grandi come un uovo da appiattire leggermente.Passarle prima nell'uovo sbattuto con un po' di sale e poi nel pangrattato.Friggerle nell'olio bollente e servirle calde.

  • Risposta a: intasca

    Uno studio effettuato da ricercatori del King's College di Londra il team ha confrontato le caratteristiche fisiche di 1.200 gemelle e ha scoperto che chi aveva oltre cento nei sulla pelle aveva anche organi più sani.

    Per verificare il legame tra il numero delle macchie scure sulla pelle e la longevità, gli scienziati hanno contati i nei di 1.800 gemelli scansionandone il Dna per osservare i segni dell’invecchiamento. Chi ha oltre 100 nei, ha telomeri (protettori dei cromosomi dell'invecchiamento) più lunghi di chi ne ha meno di 25. Non bisogna sottovalutare però che i nei sono anche un campanello d'allarme per i tumori della pelle. Ogni tanto è bene fare un esame dei nei di tutto il corpo per individuare quelli che possono diventare pericolos e che quindi vanno rimossi chirurgicamentei:

    • quando, nell’arco di poche settimane o mesi si verificano modificazioni nella forma, nel colore, nelle dimensioni del nevo
    • quando diviene rilevato e palpabile (cioè passandovi sopra il polpastrello si può apprezzare al tatto un rilievo rispetto alla superficie cutanea)
    • quando sanguina spontaneamente.
    • quando i bordi sono irregolari
    • quando ha un diametro superiore a 6 mm

    http://www.amiciperlapelle.eu/html/tuttonei.asp

  • Risposta a: califragili1

  • Risposta a: intasca

    Ti posto il continuo del video che hai messo, che spiega meglio anche cosè il grasso idrogenato

    Nell'etichetta del prodotto con l'elenco degli ingredienti spesso i grassi compaiono già alprimo posto (quindi sono l’ingrediente principale).

    Quasi mai vengono riportate le tabelle nutrizionali e anche quando ci sono non indicano la specifica del tipo di grasso contenuto.Molto spesso merendine biscotti e snack vari contengono già abbondantemente il fabbisogno giornaliero di grassi necessari all'organismo, e troppo spesso contengono grassi idrogenati nocivi per il nostro organismo e causa di problemi cardiovascolari.

    Infatti non bisogna eliminare i grassi dall'alimentazione, ma assumere quelli buoni, come quelli del pesce azzurro o dei frutti a guscio.Attenzione poi  alla dicitura «grassi e oli vegetali», che non consente di capire che cosa effettivamente sia contenuto. In genere si tratta di grassi di cocco e palma, ad alto contenuto di acidi saturi, e gli oli di mais, arachide e soia, derivati da vegetali spesso manipolati geneticamente.

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO