6 16 0 0 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: psicomymusic

    Le certificazioni imposte dall'unione Europea riguardano, fra le altre cose, i materiali con cui sono fatte le mascherine e ovviamente sono fatte per salvaguardare al massimo la protezione di chi le porta.
     
    Se non possiamo fidarci dei laboratori che le certificano, oppure se le ditte produttrici cominciano a produrre ed esportare mascherine fatte in modo diverso rispetto a quanto certificato, beh...la protezione dal covid non è piu' garantita a nessuno frown
     
    La maggior parte dei dispositivi difettosi, circa una ventina modelli testati, è stata certificata con il marchio CE2163. Il codice è quello della Universalcert un laboratorio di Istanbul, in Turchia. Questo accade perché le mascherine, ma anche altri dispositivi medici come tamponi antigenici o test sierologici seguono un percorso di autocertificazione europea senza alcun controllo a monte: in questo articolo lo spiegano molto bene
     
    Come vedi, anche io ce l'ho in casa: adesso le mettero' in un cassetto e ne comprero' altre, in farmacia o in negozi fidati
     
  • Risposta a: pernansa

    Premesso che il sale e' un minerale indispensabile per la nostra salute, è proprio vero che tendiamo ad abusarne: la quantità consigliata è circa 4 grammi al giorno. In media pero' gli italiani ne consumano almeno il doppio se non il triplo: infatti a parte i "pizzichi di sale" che aggiungiamo ai cibi, molto sale è parte integrante dei cibi confezionati che mangiamo sempre piu' spesso.
     
    Consumare troppo sale può portare infatti a gravi problemi di salute, sopratutto a carico dei reni e del cuore, che spesso sono preceduti da alcuni campanelli d’allarme, tipo:
    • Sete eccessiva
    • Ritenzione di liquidi
    • Pressione alta
    • Emicrania
    • Bisogno costante di cibi sapidi (che mi sembra anche il tuo caso)
     
    Come ridurre il consumo di sale? ci vuole un po' di attenzione e buona volonta' ma si puo' fare:
    • riduci i prodotti confezionati. Questo passo, già da solo, può fare molto. La maggior parte del sale ingerito arriva infatti da merendine, formaggi, insaccati, snack e a volte persino succhi. Riducendone il consumo, si otterranno quindi già i primi risultati.
    • se bevi acuqa minerale, prendine una povera di sodio. In commercio esistono diversi tipi di acqua e non tutte sono uguali. È quindi importante imparare a leggere le etichette in modo da preferire quelle con poco sodio. Ciò aiuterà a ridurne il quantitativo giornaliero in modo importante.
    • elimina o riduci l’uso di dadi ed esaltatori di sapidità (come la salsa di soya che si usa nella cucina cinese e giapponese). Evitare l’uso di dadi è consigliabile poiché aiuta ad abituarsi ai sapori veri dei cibi, cosa che già da sola contribuisce a diminuire l’assunzione di sale.
    • inizia ad usare le spezie per insaporire i cibi: ad esempio il peperoncino, ma anche paprika, curcuma, curry, zafferano, chiodi di garofano. Ognuna di queste dona un sapore particolare ai piatti. Il consiglio è quello di provarne quante più possibili fino a trovare quelle che si preferiscono. Usarle al posto del sale o in aggiunta donerà uno spessore tutto nuovo ai classici piatti, rendendoli se possibile addirittura più buoni.
  • Risposta a: giles-2021

    per aggiornare il tuo sito xoom vai alla pagina https://xoom.virgilio.it entra con username e password di Virgilio Community, buon lavoro 

     

    coolcoolcoolcoolcoolcoolcool

  • Risposta a: miguel451

    la cosa migliore e' che vai a questa pagina e chiedi aiuto all'assistenza, cliccando sul bottone "contattaci" che trovi in fondo ad ogni pagina!

  • Risposta a: vittoriadelrusc

    anche io la ricordo!! ecco il testo completo con i nomi degli autori (chissa' quanto hanno guadagnato!?)
     
    Testo: Franco Maresca
    Musica: Armando Soricillo, Framario
    Canta: Vincenza Pastorelli
     
    Volevo un gatto nero
    lallallallallalla’ la la
    un coccodrillo vero un vero alligatore
    ti ho detto che l’avevo
    e l’avrei dato a te
    ma i patti erano chiari
    un coccodrillo a te
    e tu dovevi dare un gatto nero a me
     
    RITORNELLO: volevo un gatto nero nero nero
    mi hai datto un gatto bianco
    ed io non ci sto piu’
    volevo un gatto nero nero nero
    siccome sei un bugiardo
    con te non gioco piu’
    lallallallallalla’ la la
     
    non era una giraffa
    di plastica o di stoffa
    ma una in carne ed ossa
    e l’avrei data a te
    ma i patti erano chiari
    una giraffa a te
    e tu dovevi dare un gatto nero a me
     
    RIT: volevo un gatto nero nero nero
    mi hai dato un gatto bianco
    ed io non ci sto più
    volevo un gatto nero nero nero
    siccome sei un bugiardo
    con te non gioco piu’
    lallallallallalla’ la la
     
    un elefante indiano
    con tutto il baldacchino
    l’avevo nel giardino
    e l’avrei dato a te
    ma i patti erano chiari
    un elefante a te
    e tu dovevi dare un gatto nero a me
     
    RIT: volevo un gatto nero nero nero
    mi hai dato un gatto bianco
    ed io non ci sto piu’
    volevo un gatto nero nero nero
    siccome sei un bugiardo
    con te non gioco piu’
    lallallallallalla’ la la
     
    i patti erano chiari
    l’intero zoo per te
    e tu dovevi dare un gatto nero a me
     
    RIT: volevo un gatto nero nero nero
    invece e’ un gatto bianco
    quello che hai dato a me
    volevo un gatto nero
    ma insomma nero o bianco
    il gatto me lo tengo
    e non do niente a te
    lallallallallalla’ la la
     
  • Risposta a: rivaviva

    Intanto e' bene sapere che in cucina è meglio avere due taglieri uno per le carni e uno per frutta e verdure, tenendoli separati. E' il modo migliore per evitare contaminazioni e limitare il rischio di contaminazioni trasversali che alla fine sono il rischio più grande di tutti.
     
    queste sono le mie considerazioni che mi hanno fatto decidere per un talgiere di legno:
    • il legno non rilascia sostanze chimiche nel cibo poiché non reagisce con gli acidi presenti negli alimenti
    • il legno è bellissimo già di suo: acuni utensili da cucina di design in legno possono donare alla vostra cucina una bellezza naturale e senza tempo,
    • il legno dura molto a lungo, se trattato con cura
    • è una scelta ecologicamente responsabile: il legno è una risorsa del tutto naturale e rinnovabile.
     
  • Risposta a: anon1ma

    se si tratta di stringhe per le scarpe, sappi che il fondo della stringa, che e' rigido per poterlo meglio inserire nelle asole e perche' la stringa non si separi, In realtà si chiama "rinforzo", o anche "aghetto"
     
    Se si tratta di cavi o corde per tende oppure in ambito nautico allora ci sono oggetti che vengono appositamente messi sulla parte terminale di un cavo, e si chiama terminale capocorda
     
  • Risposta a: mira6mera

    a volte le immagini anamorfiche possono creare problemi: ad esempio in irlanda hanno disegnato a terra queste strisce pedonali in un punto molto pericoloso per i pedoni, per costringere gli automobilisti a rallentare, ma poi si sono resi conto che le auto inchiodavano e il tasso di incidenti era molto aumentato!!

     

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO