20 31 0 0 0 8 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: piensamme

    Praticamente è diventata nera.

    Patricia Krentcil, 44 anni, si sottopone a trattamenti abbronzanti ai raggi ultravioletti fino a 20 volte al mese.

    E' un'ossessione per lei da quando aveva 20 anni e il suo colore della pelle è ormai completamente cambiato.

    E' stata anche arrestata perché ha portato la figlia di 6 anni a fare una lampada. E' stata arrestata dopo che un'infermiera della scuola ha notato ustioni piuttosto gravi sul corpo di Anna, la quale ha confessato fossero frutto di una seduta abbronzante con sua madre. In New Jersey la legge vieta a chiunque sia più giovane di 14 anni la visita ad un salone di abbronzatura e per quelli di età tra i 14 ai 18 c'è bisogno di consenso dei genitori.

    Lei si è difesa dicendo: "E' tutto inventato, non sono stupida".

    Fonte: notizieincredibili

  • Risposta a: vago_giro

    "Secondo il Fmi le autorità possono attenuare, con le loro politiche macroeconomiche, contrazioni economiche in un periodo in cui le famiglie riducono i debiti. Un contributo lo può dare anche la politica monetaria che, riducendo gli interessi sui mutui, può prevenire il default." Fonte: LaStampa

    In realtà la situazione di Grecia, Portogallo e Italia è la prova che le politiche macroeconomiche dei paesi della zona euro sono "costrette" ad una strada di impoverimento dei paesi, con tagli al lavoro e ai salari, aumento della disoccupazione e l'indebolimento fino all'annullamento della spesa sociale.

     

    L'Unicef ha lanciato un appello per la Grecia: 400mila bambini soffrono la fame, un greco su quattro è povero. Degli 11,2 milioni di greci, 2 milioni e 800 mila non hanno abbastanza di che vivere, e in Portogallo la situazione è simile, nonostante la situazione di partenza fosse diversa.

     

    In questo video c'è l'intervento completo di W. Black al Summit di Rimini dulla Modern Money Theory

     

     

  • Risposta a: vago_giro

    Il Sole24Ore ha pubblicato una specie di test. Però non ho capito bene i parametri, ad esempio a me dice che vivrò meno perché vedo poco la mia famiglia.

    Comunque il Sole24Ore spiega la relazione sempre più stretta tra lavoratori e anziani:

    "Il Rapporto sulla Coesione Sociale 2011 di Istat, Inps e Ministero del Welfare, dice che è forte in crescita la "dipendenza" tra pensionati e lavoratori; il rapporto percentuale tra la popolazione con almeno 65 anni e la popolazione in età attiva (15-64 anni): se in Italia nel 1995 c'erano 24 anziani per 100 persone in attività, la quota è salita al 30,8% nel 2010 e punta a superare il 43 nel 2030, per oltrepassare il 60% nel 2050. Acquisito questo dato di fatto, si apre il tema sulla qualità della vita in età anziana"

     

    Purtroppo con la riforma delle pensioni questo sta diventando un problema veramente serio.

  • Risposta a: sperobene11

    Il Movimento 5 stelle qualche mese fa ha proposto ad alcune mamme di donare il proprio latte per sottoporlo ad analisi alla ricerca della presenza di diossine.

    Il laboratorio Interuniversitario nazionale per la chimica per l’ambiente di Marghera ha trovato una presenza di 23,4 picogrammi di diossine per ogni grammo di grasso. Ovviamente per il latte materno non esiste un limite per legge ma se il latte di mucca va oltre 6 la legge italiana prevede il sequestro dell’allevamento con il ritiro del prodotto dal mercato e la distruzione di quello già raccolto.

     

    Per alcune mamme il valore è stato più del doppio di quello concesso dalla legge (sul latte di mucca ovviamente). Fonte:Ravennaedintorni

     

    L’esposizione ad agenti inquinanti avviene già in utero. Il latte materno, è un indicatore molto attendibile dello stato dell’ambiente di vita della madre, deve essere quindi preservato dai contaminanti ambientali. La campagna sul biomonitoraggio a campione del latte materno deve diventare una prassi. Il trattato di Stoccolma prevedeva già dal 2004 che non si potessero immettere nell'ambiente i 12 PoP’s (Persistent Organic Pollutant’s). Oggi sono 151 gli Stati che hanno ratificato la Convenzione, inclusi tutti quelli europei manca però l’Italia.

  • Risposta a: v4vendet

    Paola Binetti decide di rispondere agli hacker: "Nessun disturbo. Scrivetemi al mio indirizzo email, non mi sottraggo mai a] rispondere a quesiti legittimi e posti con le giuste e buone maniere"

     

    Ma a quanto pare non sono stati quelli di Anonymous http://www.linkiesta.it/anonymous-binetti

  • Risposta a: sperobene11

    Un po' di tempo fa Il Fatto Quotidiano ha raccontato la storia di Sabrina e Gianluca, che ricevono rispettivamente 1000 e 500 euro da politici del Pd. Qualcuno di loro può anche arrivare a guadagnare 2mila euro mensili con regolare contratto.

     

    La media però è intorno ai 700-1000 euro e il motivo è che in fondo molti sperano nella spintarella del politico che possa consentire di fare carriera in qualche ente o organo elettivo

     
  • Risposta a: sperobene11

    C'è una classifica permanente dal 2004 con le università migliori al mondo, e tra queste l'Italia non brilla per posizionamento. L'università Bocconi di Milano, 26° posto per Finanza e 29° per Economia. La Sapienza di Roma al 48° posto per Scienze naturali.

    C'è comunque da sottolineare che le università comparate non hanno la stessa forza economica. Si pensi solo alle università pubbliche italiane contro quelle ricchissime inglesi e americane. Comunque la classifica mette a fianco di ciascun ateneo anche le tasse richieste per l'iscrizione.

    I criteri della classifica si basano sulle valutazioni di oltre 33.000 accademici di tutto il mondo e di 16.000 datori di lavoro. A seguire la ricerca, la didattica, l'internazionalizzazione, la quantita' di studenti che trova lavoro dopo il titolo.

    Purtroppo oltre il quattrocentesimo posto della classifica generale ci sono  le università di Trento, Trieste, Roma Tor Vergata, Federico II di Napoli; il Politecnico di Torino, Siena, l’università di Torino e la Statale di Milano.

  • Risposta a: oliodimirto

    L'ipotesi di trasferire i ministeri riguarderà esclusivamente uffici di rappresentanza pur se operativi (quindi a che serve?). E' questa la linea del Pdl emersa durante il vertice a Palazzo Grazioli con Silvio Berlusconi. All'incontro ha partecipato anche Roberto Calderoli.

    Sulla questione è addirittura intervenuta la CEI: Giancarlo Maria Bregantini, presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia e la pace ha parlato ai microfoni di Radio Vaticana: "impacchettare i dicasteri, caricarli su dei Tir e spostarli a nord del Pò sarebbe un gesto di grandissimo disprezzo del Sud. La Lega, paradossalmente ripete gli errori che rimprovera a Roma".

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO