222 16 0 0 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: follia.mistero

    Le vene varicose sono causate dall’insufficienza venosa, disturbo che non favorisce il ritorno del flusso sanguigno. Le cause sono da ricercare sia in un fatto ereditario (che potrebbe essere il tuo caso, a quanto leggo nella domanda), sia nello stile di vita, quindi fumo, sedentarietà, cattiva alimentazione, sovrappeso, gravidanza e assunzione della pillola anticoncezionale. Detto ciò, il primo rimedio è migliorare la circolazione del sangue, attraverso una dieta sana, attività fisica e un taglio netto a fumo e alcolici. In casi non estremi bastano questi accorgimenti.

  • Risposta a: barakkino

    Ciao! Non è molto difficile, devi avere solo un po' di pazienza e manualità:

    Riporto qui sotto i procedimenti:

    400 grammi di farina di grano duro,100 grammi di acqua (circa),sale.ProcedimentoVersa a fontana la farina sulla spianatoia e il sale. Aggiungi l'acqua - preferibilmente tiepida - e impasta lavorando la pasta per almeno una decina di minuti. Lascia riposare la pasta per una mezz'ora.Preleva un pezzetto di pasta e filalo fino a trasformarlo in un filo di pasta dello spessore di pochi millimetri . Tagliali in fili lunghi - più o meno - una ventina di centimetri e arrotorali intorno a un ferro da maglia, come nella foto. E' importantissimo che il ferro sia perfettamente pulito e asciutto e la pasta sia molto bene infarinata: se cosi' non fosse, infatti, i fusilli si attaccherebbero al ferro e si rovinerebbero al momento di sfilarli.Una volta arrotolata la pasta, appoggia il ferro sulla spianatoia e poggiaci sopra il palmo della mano. Esercitando una leggera pressione, fai scorrere il ferro avanti e indietro fino a quando la pasta non si sia leggermente schiacciata assumendo l'aspetto di quello della foto. Sfilare quindi delicatamente il fusillo dal ferro e mettilo ad asciugare sulla spianatoia bene infarinata, stando attento a sistemarlo senza rovinarne la forma.Dopo un'ora circa di asciugatura, i fusilli sono pronti da cuocere.

     

    Per la domanda: Pasta fatta in casa?
  • Risposta a: barakkino

    Anche da me si fa soprattutto la gita fuori porta, ma in varie località d'Italia ci sono tradizioni, specialmente giochi, gare ecc. che si svolgono proprio il lunedì dell'Angelo: ad esempio a Figline Valdarno la festa del palio prosegue anche il lunedì, mentre a Montebello Vicentino c'è la festa dei vini con premiazioni ecc.

  • Risposta a: zizzou11

    L'idraulico si chiama Paolo e l'imprenditore si chiama Tommaso:

    Paolo ha fatto anche il modello e ora continua a farlo, ma a tempo perso,vive insieme alla sua ex fidanzata dalla quale ha avuto una figlia..

    Tommaso invece è un aristocratico che ha dichiarato di odiare la volgarità e l'eccesso di esibizionismo.....poveretto non si troverà molto bene con i nuovi coinquilini!!!!

  • Risposta a: novebove

    Sul fatto che su questa vicenda ci mangiano un po' tutti sono perfettamente d'accordo...un po' meno con il gesto che ha fatto la CAI.....non sono ne sindacalista, ne ho particolari competenze legali, ma credo che se è vero che il licenziamento è stato reso pubblico prima di essere comunicato privatamente (non bisogna mandare una raccomandata RR?) è un gesto che va contro i diritti dei lavoratori

  • Risposta a: brancabranca

    Io ho visto solo Marrakch e Essaouira (sono andato per il famoso festival musicale)...devo dire che sono posti davvero affascinanti...qui trovi una bella scheda dettagliata .... Tra l'altro se ti interessa fare un'esperienza di vita beduina, da Marrkech partono molte escursioni che propongono un giorno e una notte nel deserto...puoi affidarti a qualsiasi agenzia turistica nei dintorni delle piazza principale

    Per la domanda: Dove in Marocco?
  • Risposta a: limmat

    Ti consiglio di provare questi dischetti gustosi che puoi servire come antipasto o secondo ;)

  • Risposta a: apelle.apollo

    Dipende da dove vuoi andare in Giappone, visto che è un paese che occupa una notevole estensione da nord a sud.

    Comunque se consideriamo la zona di Tokyo e il Giappone centrale è da evitare l'estate, infatti a giugno luglio c'è la stagione delle piogge, poi il clima rimane molto umido e caldo fino a settembre (senza contare il problema tifoni).

    Autunno e primavera sono probabilmente le stagioni migliori, soprattutto se ti interessano i colori della natura (ad es. aceri in autunno e ciliegi in fiore in primavera).

    D'inverno la neve è abbondante, ma se si rimane nelle zone centro-meridionali le temperature non sono troppo rigide.

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO