33 53 2 3 1 4 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: apneo

    Purtroppo tuo figlio ha ragione: se tu avessi cliccato su quel link ti saresti trovato su una pagina web in cui ti venivano chiesti i dati della carta di credito che poi sarebbe stata prosciugata!!
     
    E' un tipo di truffa che si chiama smishing (dai termini SMS e phishing) che fa leva sull'invio di messaggi allarmistici, tipo "il pacco e' in giacenza" oppure "una persona con cui sei stato in contatto e' risultata positiva" oppure "la password della tua banca e' in scadenza" oppure "il tuo conto postepay e' stato congelato" che mirano a metterti in agitazione e farti ragionare meno lucidamente e fare azioni impulsive, cioe' cliccare sul link...
     
    Cosa puoi fare?
     
    1. intanto non fidarti mai: anche se l'SMS sembrasse provenire dalla tua banca o dalle poste (ci sono modi per "fingere" anche i mittenti purtroppo), nessuna banca userebbe un sms per operazioni delicate che riguardano i tuoi soldi, tipo farti cambiare la password o il PIN del bancomat
    2. Inoltre, come purtroppo ci insegnano le cronache di persone anziane truffate, quando uno sconosciuto ti segnala una situazione di particolare urgenza e ti fa fretta per prendere una decisione ("c'e' da salvare tuo figlio", "se non fai il bonifico si blocca tutto", "potresti perdere la casa"), e' SICURAMENTE un modo per non farti riflettere a fondo sulle consegueze delle tue azioni: e il motivo può essere solo un tentativo di imborgliarti
    3. cerca su internet il numero del mittente: spesso questi numeri sono già stati segnalati da altre persone come truffaldini
    4. infine: CANCELLA IL MESSAGGIO E BLOCCA IL MITTENTE
     
    Alltre informazioni su questo tipo di truffe:

     

     
     
  • Risposta a: massimics

    Sono notizie di questi giorni: il ministero della Salute ha stabilito che:
    • in caso di infezione confermata entro il quattordicesimo giorno dalla somministrazione (quindi il tuo caso) il ciclo vaccinale va completato entro 180 giorni a partire dalla data del test positivo.
    • chi invece risultasse positivo dopo il 14esimo giorno dalla prima somministrazione può considerarsi "a posto", perché "l’infezione stessa è da considerarsi equivalente alla somministrazione della seconda dose"
     
    Insomma quello che serve e' avere una adeguata presenza di anticorpi nel sangue e la malattia lo garantisce...
     
     
  • Risposta a: massimics

    Per permettere lo svolgimento di gare e tornei anche fra gli atleti con varie disabilità il Comitato Paralimpico Internazionale ha definito una serie di categorie in cui inserire gli atleti (l'ultima classificazione e' del 2007) basandosi sulla tipologia e il grado di disabilità degli atleti.
     
    C'e' però da dire che gli atleti possono cambiare di categorie nel corso della loro vita agonistica, a seconda delle loro condizioni. L'appartenenza ad una classe viene determinata attraverso un processo che può includere valutazioni e osservazioni sia fisiche che tecniche, in occasione di una competizione o durante un periodo di riposo dell'atleta. Le classi sono definite per ogni sport e sono parte integrante del regolamento sportivo.
     
    Le categorie di disabilità sono queste:
     
    • amputazione: atleti con perdita parziale o totale di almeno un arto;
    • paralisi cerebrale: atleti con danni cerebrali non progressivi, per esempio paralisi cerebrale infantile, lesioni cerebrali traumatiche, ictus o disabilità simile che colpiscono il controllo muscolare, l'equilibrio e il coordinamento;
    • disabilità intellettive: atleti con significative disabilità a livello intellettivo e limitazioni nel comportamento (questa categoria è al momento sospesa)
    • sedia a rotelle: atleti con danni alla spina dorsale o che usano una sedia a rotelle;
    • cecità: atleti con problemi alla vista, dalla cecità parziale a quella totale;
    • sordità: atleti con problemi all'udito, dalla sordità parziale a quella totale;
    • Les Autres (Gli altri): atleti con una disabilità che non ricade in nessuna delle categorie precedenti, tra questi coloro che sono affetti da nanismo, sclerosi multipla o deformità congenite agli arti, come quelle causate dalla talidomide.
     
    A seguire la categoria ci sono dei numeri che danno ulteriori indicaizoni: i numeri da 1 a 10 indicano gli atleti con disabilità fisiche, da 11 a 13 gli atleti con disabilità visive e il numero 14 quelli con disabilità intellettive.
     
    Inoltre non ci sono tutte le specialità che ci sono nelle Olimpiadi: ad esempio per il nuoto ci sono Stile libero, farfalla e dorso, rana e "misto". 
     
  • Risposta a: ospiff

    E successo venerdi' 2 luglio: si e' trattato di un incendio sottomarino causato dalla perdita di gas da una condotta sottomarina che ha provocato un’esplosione al largo della penisola dello Yucatan. 
     
    Questo fenomeno, che sembra impossibile, in realtà non è poi così raro. Per alimentare il fuoco in mare sono necessari combustibile, calore e ossigeno.
     
    Quando il calore che viene prodotto dalla combustione supera i 2 mila gradi (cosa che è accaduta in seguito all'esplosione del metano che riempiva la conduttura) si genera un processo noto come elettrolisi dell’acqua  in cui la molecola dell’acqua subisce una scissione in ossigeno e idrogeno.
     
    Alla reazione iniziale con il gas infiammabile dunque si aggiungono idrogeno e ossigeno che alimentano la combustione e il calore sprigionato. Si attiva così una reazione a catena che impedisce di estinguere le fiamme senza un intervento esterno: dpo qualche ora hanno spento l'incendio chiudendo le valvole della conduttura.
    Inoltre le imbarcazioni vicine sparavano un misto di acqua e azoto sulle fiamme: l'azoto si sostituisce all'ossigeno nell'aria e cosi' "soffoca" le fiamme.

     

  • Risposta a: stranoblasti

    E' effettivamente cosi': nel QR-code ci sono i tuoi dati personali oltre all'informazione sull'avvenuta vaccinazione:
    • nome e cognome
    • data di nascita
    • data di vaccinazione (o di inizio dell'immunità in caso si sia avuto il covid)
    • durata della copertura
    • tipo di vaccino somministrato
    • paese di somministrazione
     
    in teoria si potrebbero dedurre tante cose da queste informazioni, per creare QRCode con le nostre informazioni e fare truffe mirate o fare profilazione commerciale. Immaginiamo la possibilità che questi dati finiscano in un database venduto e vendibile.
     
    Inoltre alcuni potrebbero "creare" QR-Code per green pass inesistenti (ti ricordi le famose magliette con disegnata la cintura di sicurezza che circolavano nei primi tempi della legge sulle cinture di sicurezza?) 
     
    Insomma: il QR-code deve essere esclusivamente esibito alle forze dell’ordine e a chi è autorizzato dalla legge a chiedercelo per l’esercizio delle attività per le quali la legge ne prevede l’esibizione e deve essere letto esclusivamente attraverso l’apposita APP di Governo che garantisce che il verificatore veda solo se abbiamo o non abbiamo il green pass e non anche tutte le altre informazioni e, soprattutto, non conservi nulla.
     
    meglio pubblicare la foto con il cerottino sul braccio!!
     
  • Risposta a: stranoblasti

    Purtroppo l'eclisse solare di oggi (10 giugno 2021) si vedrà pochissimo dall'Italia (mentre si vedrà bene dall'area piu' estrema della Siberia e del Canada): solo dalle regioni del nord si riuscirà a vedere una piccola fettina sulla parte alta del sole "scomparire" per qualche minuto attorno a mezzogiorno, come vedi nell'immagine.
     
     
    In pratica l'estrema luminosità del Sole renderà impossibile vedere qualcosa: è essenziale dire però di NON GUARDARE ASSOLUTAMENTE MAI direttamente il Sole per evitare danni anche irreversibili agli occhi: non basta mettersi gli occhiali da sole e assolutamente MAI guardare il sole attraverso un binocolo o un cannocchiale! 
    Ci vogliono pellicole filtranti speciali....
     
    purtroppo la prossima eclisse totale visibile dall'italia cadrà solo nel 2081, percio' chi vorra' vedere una eclisse totale dovra' viaggiare....
     
     
  • Risposta a: quattro_12ehi

    anche Stefano Bartezzaghi della Settimana Enigmistica disse che "non esiste ma potrebbe esistere" laugh

     

  • Risposta a: apneo

    Si' è vero: la parola googol indica un numero, per la precisione 1 seguito da cento zeri, quindi il googol in cifre è il seguente:
     
    Il termine è stato inventato dal matematico statunitense Edward Kasner nel 1938, e gli era stato suggerito estemporaneamente dal nipotino di nove anni Milton Sirotta. Kasner voleva illustrare la differenza tra un numero enorme e l'infinito.
     
    Oltre a indicarlo con 100 zeri, un googol è pari a circa il fattoriale di 70 (per la precisione 70! è circa 1,198 googol); i suoi unici fattori primi sono 2 e 5, ciascuno presente 100 volte: cioè 2^100*5^100.
     
    In matematica il googol non ha un significato particolare, se non quello di essere utile per un confronto con altri numeri grandi: ad esempio un googol è un numero più grande di quello delle particelle elementari nell'universo visibile, che sono stimeate essere fra le 10^72 e 10^87. Quindi contando tutte le particelle esistenti nell'universo conosciuto non si raggiungerebbe che un miliardesimo di miliardesimo di un googol.
     
    Per quanto srtrano possa sembrare però, il numero di tutte le possibili partite a scacchi è ancora maggiore 10^123 !!!!
     
    In effetti Googol avrebbe dovuto essere il nome di Google, proprio per indicare che il loro motore di ricerca trovava tantissimi risultati: ma durante la fase di registrazione del dominio (cioè del sito), i fondatori Larry Page e Sergey Brin (fondatori di Google Inc.) fecero un errore!! laugh

Ultimi commenti