21 38 1 5 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: agnaraaaa

    In realtà in moltissimi paesi ci sono regole varie contro "abitudini" che negli altri paesi sembrano naturali. Se ci pensi, fino a non moltissimi anni fa da noi era addirittura normale sputare in pubblico (cosa che invece adesso tutti noi guardiamo con disgusto)
     
    A Singapore la multa per masticare pre strada può arrivare fino a 1000 dollari fin dal 1992, quando l’ex primo ministro Lee Kuan Yew ha creato una serie di leggi volte a rendere Singapore "un’oasi da primo mondo in una regione del terzo mondo". Può sembrare assurdo, ma la reputazione internazionale di un paese passa anche attraverso misure di "decenza" come queste.  Di fatto, oggi Singapore è una nazione ricca e prospera, con pochissima criminalità fra i 5 milioni di abitanti che ci vivono.
     
    Dal 2004, la gomma “terapeutica", tipo quella con la nicotina per chi sta cercando di smettere di fumare, può essere venduta a coloro che hanno una prescrizione, ma  sarebbero comunque sanzionati con una pesante multa se venissero mai scoperti a sputarla e lasciarla per strada.
  • Risposta a: b3rs3k3r

    I sedili delle automobili vanno puliti regolarmente, come faresti per il divano di casa! cool
     
    Ti dico come faccio io, per i rivestimenti di stoffa e per tutti tipi di macchie tranne quelle di unto:
     
    1. prepara sapone per piatti, bicarbonato di sodio, acqua calda, una ciotola, una spazzola (vanno bene quelle con le setole di plastica per il bucato che trovi al supermercato) e un asciugamano. 
    2. Versa nella ciotola il sapone liquido per piatti e il bicarbonato: il primo toglierà le macchie di grasso e rinfrescherà il rivestimento dei sedili, mentre il secondo, con la sua azione antiodore ed antibatterica, renderà la pulizia ancora più profonda): aggiungi l’acqua calda e mescola.
    3. Immergi la spazzola nel mix di sapone-bicarbonato-acqua e comincia a spazzolare i sedili dell’auto con movimenti circolari: la spazzola non deve essere "carica" d'acqua, perché l’obiettivo non è bagnare il rivestimento, ma inumidirlo e far agire sapone e bicarbonato. 
    4. Spazzola l'intero sedile, insistendo nei punti dove ci sono macchie ma coprendo anche il resto della superficie, in modo che non si noti troppo la differenza di colore fra la parte che avrai pulito e il resto del rivestimento.
    5. Dopo aver fatto questa operazione attendi qualche minuto e poi passa l’asciugamano sfregando bene: serve per togliere lo sporco che il bicarbonato e il sapone avranno sciolto.
    6. Poi abbassa i finestrini, apri gli sportelli e lascia asciugare all’aria: ci vorranno parecchie ore. Ti convieen farlo in una giornata di sole!!
     
  • Risposta a: massimics

    in questo sito davvero interessante si trovano sia storie di persone intersex che molte altre informaioni utili

     

    a proposito dei problemi di salute derivanti dall'essere persone intersessuali, si scopre che molti di questi sono bufale derivate dai pregiudizi dei medici devil

  • Risposta a: agnaraaaa

    le persone davvero ritardatarie (non quelle che una volta hanno perso il tram, quelle che sono SEMPRE in ritardo di oltre mezzora) nella mia esperienza non cambiano

     

    Il problema non è di abitudini o di organizzazione, è psicologico, ed è il bisogno inconscio di disobbedire a quella che viene interpretata come un'imposizione da parte di un altro.

     

    Come se uno fosse ancora ragazzino e così facendo mettesse alla prova l'affetto del genitore, per vedere se ha abbastanza pazienza da sopportare in silenzio una "marachella" come il ritardo.

     

    L'unica cosa da fare è chiedersi se si ha la pazienza di sopportare un simile atteggiamento o se sarebbe meglio, per evitare di farsi il sangue amaro tutte le volte, smettere di vedere quella persona

  • Risposta a: agnaraaaa

    Certo! E mi verrebbe da dire: che altro potrebbe essere secondo te?
     
    Una stella non è altro che un "pallone" di gas, sopratutto idrogeno, che appare caldo e luminoso perché al suo interno si svolgono reazioni di fusione termonucleare, la cui energia viene poi emessa tutta intorno.
     
    Il nostro Sole peraltro è una stellina senza particolari qualità : mediamente grande, mediamente calda, mediamente "vecchia". In cielo ci sono stelle che sono parecchio più interessanti, come quelle la cui luminosità varia in modo periodico: ma proprio perché sono variabili è improbabile che attorno a loro ci siano pianeti in grado di sostenere la vita
     
    Oppure stelle ernomi come Sirio, milioni di volte più massicce e calde del sole, o stelle in declino come Aldebaran, in cui la luce diventa rossa perché le reazioni termonucleari all'iterno si stanno lentamente "spegnendo" per mancanza di combustibile.
     
    Molte stelle si trovano al centro di sistemi solari composti di pianeti: i diversi sistemi solari nascono da nubi primordiali di polveri e idrogeno che con il passare di milioni di anni collassano e creano pianetini nella parte esterna e una stella nella parte centrale, pronta ad "accendersi" quando le condizioni di pressione e temperatura sono adatte all'innesco della fusione termonucleare
     
    Per la domanda: Il Sole è una stella?
  • Risposta a: ludomex

    Il modo di dire risale agli anni del ventennio: infatti nel 1936 un reparto speciale della Regia Aeronautica, la 205esima Squadriglia, aveva scelto come stemma l’immagine di tre topi verdi. 
     
    Tutti gli aerei di questa squadriglia portavano disegnati sulla fusoliera, al di sopra della linea bianca che correva attorno all'aereo, giusto davanti al portellone, tre topi verdi, in piedi sugli arti posteriori.
     
     
    La squadriglia era particolarmente efficiente e ottenne molti riconoscimenti nelle competizioni internazionali. Il «logo» venne poi utilizzato come emblema ufficiale di tutto il 12esimo stormo, di cui la squadriglia era parte, e il nome divenne famoso quando la squadriglia con il colonnello Biseo e il capitano Bruno Mussolini conquistò i primi tre posti nella gara Istres-Damasco nell'agosto 1937, e ancor più dopo il volo Guidonia-Dakar-Rio de Janeiro nel gennaio 1938.
     
    Gli aerei vennero impiegati anche durante la seconda guerra mondiale, soprattutto per missioni di bombardamento. Alzando gli occhi al cielo, chi vedeva i tre "sorci verdi" sulle fusoliere capiva che la situazione si era fatta difficile e che in pochi secondi si sarebbe scatenato l’inferno. Di lì l’espressione che è arrivata fino a noi,  con il significato che sappiamo
     
  • Risposta a: b3rs3k3r

    • 1991 Riccardo Cocciante - Se stiamo insieme
    • 1992 Luca Barbarossa - Portami a ballare
    • 1993 Enrico Ruggeri - Mistero
    • 1994 Aleandro Baldi - Passerà
    • 1995 Giorgia - Come saprei
    • 1996 Ron e Tosca - Vorrei incontrarti fra cent'anni
    • 1997 Jalisse - Fiumi di parole
    • 1998 Annalisa Minetti - Senza te o con te
    • 1999 Anna Oxa - Senza pietà
    • 2000 Piccola Orchestra Avion Travel - Sentimento
    • 2001 Elisa - Luce (tramonti a nord est)
    • 2002 Matia Bazar - Messaggio d'amore
    • 2003 Alexia - Per dire di no
    • 2004 Marco Masini - L'uomo volante
    • 2005 Francesco Renga - Angelo
    • 2006 Povia - Vorrei avere il becco
    • 2007 Simone Cristicchi - Ti regalerò una rosa
    • 2008 Giò Di Tonno e Lola Ponce - Colpo di fulmine
    • 2009 Marco Carta - La forza mia
    • 2010 Valerio Scanu - Per tutte le volte che...
  • Risposta a: b3rs3k3r

    • 1971 Nada e Nicola Di Bari - Il cuore è uno zingaro
    • 1972 Nicola Di Bari - I giorni dell'arcobaleno
    • 1973 Peppino di Capri - Un grande amore e niente più
    • 1974 Iva Zanicchi - Ciao cara come stai?
    • 1975 Gilda - Ragazza del sud
    • 1976 Peppino di Capri - Non lo faccio più
    • 1977 Homo Sapiens - Bella da morire
    • 1978 Matia Bazar - ...e dirsi ciao
    • 1979 Mino Vergnaghi - Amare
    • 1980 Toto Cutugno - Solo noi
    • 1981 Alice - Per Elisa
    • 1982 Riccardo Fogli - Storie di tutti i giorni
    • 1983 Tiziana Rivale - Sarà quel che sarà
    • 1984 Al Bano e Romina Power - Ci sarà
    • 1985 Ricchi e Poveri - Se m'innamoro
    • 1986 Eros Ramazzotti - Adesso tu
    • 1987 Gianni Morandi, Enrico Ruggeri e Umberto Tozzi - Si può dare di più
    • 1988 Massimo Ranieri - Perdere l'amore
    • 1989 Anna Oxa e Fausto Leali - Ti lascerò
    • 1990 Pooh - Uomini soli
     

Ultimi commenti