5 10 0 0 0 36 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: giugno90

    tipo fazzoletto o rubabandiera? o palla avvelenata? 

     

    bellissimi, si correva, si rideva, si stava insieme senza bisogno di spendere soldi o mangiare qualcosa per forza! 

     

    Per la domanda: i giochi di un tempo
  • Risposta a: apneo

    ...non lo trovo più assurdo di Qui Quo e Qua a dire il vero smileysmileysmileysmileysmiley
     
    In Turchia ad esempio si chiamano Cin, Cam, Cem (che si leggono Gin, Gian, Cem
    In Spagna Hugo, Paco e Luis!!
     
    in questa immagine (per vederla ingrandita clicca con il tasto destro del mouse e aprila in un'altra scheda) trovi i nomi di Qui, Quo, Qua nelle diverse lingue europee 
     
  • Risposta a: apneo

    kermesse e' una parola che viene dall'olandese kerkmisse, ovvero ‘messa di chiesa’ e cioè ‘festa del patrono’.
     
    Quindi si tratta della festa annuale della parrocchia, che nei Paesi Bassi e in alcuni luoghi della Francia sett. si celebra con grande sfarzo e apparato folcloristico
     
    Per estensione, significa "manifestazione popolare" o evento pubblico di notevole vastità e risonanza.
     
     

     

  • Risposta a: stranoblasti

    E' proprio cosi': dalla parte opposta del 2 c'e' sempre il 5, dalla parte opposta del 6 c'è sempre l'1, dalla parte opposta del 4 c'e' sempre il 3.
     
    In realta' il motivo c'e', ovvero per distribuire meglio il peso e rendere il dado piu' bilanciato e rendere il lancio il piu' casuale possible.  Inoltre di solito il punto singolo viene scavato leggermente di piu' ed e' leggermente piu' grosso. 
     
    Tuttavia il lato in cui ci sono 6 punti, leggermente scavati, e' necessariamente piu' leggero del lato dove c'e' un solo punto, e pertanto, nei dadi comuni o di poco prezzo (ad esempio quelli dei giochi da tavolo) non si generano numeri distribuiti uniformemente.
     
    E' per questo motivo che nei dadi usati nei Casinò la manifattura e' molto piu' curata e costosa: i segni vengono incisi a filo della superficie, proprio per evitare questa differenza nel peso delle facce, oppure i buchi risultanti dall'incisione vengono riempiti con una sostanza di un colore diverso ma con la stessa densità del resto del dado.
     
     
  • Risposta a: stranoblasti

    L'ho vista anche io!! La campagna serve per informare sul fatto che a partire da gennaio si passa a un nuovo standard di trasmissione (processo di liberazione della banda dei 700MHz)
     
    In sostanza, si toglie una porzione di frequenze televisive per assegnare più spazio alle comunicazioni mobili cellulari. Per far entrare in una porzione di spettro più ristretta tutta la miriade di canali televisivi è stato necessario adottare dei sistemi di trasmissione video più avanzati come l'HEVC che permette una migliore qualità dell'immagine con minore occupazione di banda.
     
    Comunque non e' che dal 1 gennaio 2021 non funziona piu' niente, il passaggio e' graduale: ecco, regione per regione, quando avverrà il passaggio dal nuovo al vecchio digitale terrestre. Ti consiglio anche di guardare a questa pagina per altre informazioni sul nuovo digitale terrestre
     
    • Dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021: (Area 2 e Area 3) Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e le province di Trento e di Bolzano.
    • Dal 1° gennaio 2022 al 31 marzo 2022: (Area 1) Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Sardegna.
    • Dal 1° aprile 2022 al 31 giugno 2022: (Area 4) Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche.
    • Nella prima fase del passaggio, i canali DTT abbandoneranno lo standard MPEG-2 per usare esclusivamente l’MPEG-4 (attualmente impiegato solo dai canali HD, quelli dal 500 in su). La transizione definitiva invece avverrà a luglio del 2022 con il passaggio allo standard HEVC.

     

  • Risposta a: vittoriadelrusc

  • Risposta a: apneo

    BRIOCHE: La vera brioche francese è un dolce lievitato preparato con burro, farina, zucchero, uova, lievito, acqua e strutto. 
    Ha più burro e zucchero rispetto a cornetto e croissant ed è più soffice e gonfia. Spesso presenta una pallina di impasto sulla superficie, similmente a una brioche siciliana col tuppo. La brioche alla francese può essere vuota oppure farcita con creme, cioccolata, marmellate e confetture, mentre quella siciliana viene inzuppata o farcita con granita e gelato.
     
     
    CORNETTO: si fa con farina, latte, uova, zucchero, sale, burro e lievito e può essere servito vuoto o farcito.
    Il cornetto all’italiana deriva da un dolce tipico viennese: si tratta del kipfel, una specialità sia dolce che salata, a forma di mezzaluna. Pare che il kipfel sia arrivato in Italia nel 1683, periodo di scambi commerciali tra la Repubblica di Venezia e Vienna, e che si trasformò quindi in cornetto grazie all’intervento dei pasticceri veneti. Anche in questo caso la differenza fondamentale sta negli ingredienti. Questo è quello che in nord italia chiamano (sbagliando) brioche
     
     
    CROISSANT: gli ingredienti sono farina, latte, zucchero, sale, burro e lievito, gli stessi del cornetto, tranne uno: le uova (ogni tanto l’albume viene spennellato sulla superficie dell’impasto per ottenere maggiore doratura). L’assenza delle uova fa sì che l’aroma del burro prevalga, ottenendo così l’inconfondibile gusto del croissant e la sua consistenza più sfogliata e leggera in confronto al cornetto all’italiana. La ricetta del croissant prevede inoltre meno zucchero rispetto al cornetto, il che lo rende più neutro e adatto anche ad essere farcito con salumi e formaggi, per una merenda o una colazione salata.
     
  • Risposta a: undefined

    "che anno eeeeeeeeeee', che giorno eeeeeeeeeee'''''????" come cantava Lucio Battisti nella sua bellissima "I giardini di marzo".  Comunque e' il 2018 cheeky

     

     

     

    Per la domanda: in che anno siamo?

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO