3 963 1 0 0 0 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: giacelapia

    Concordo con l'amico bolo, e segnalo a chi fosse interessato che la cassettina (bellissima! Io l'ho riciclata come contenitore per i pennelli) si trova a Milano al settimo piano della Rinascente Duomo, settore food, a circa 15 euro, con le 4 bibite citate.

  • Risposta a: ketypas

    Ma scusa, ketypas, devi proprio cimentarti nelle lasagne quando hai ospiti importanti? E' un piatto non difficile, anche se laborioso, per chi è abituato a farlo, ma certamente non tra i più agevoli per gli inesperti. Anche il solo ragù, per essere fatto bene, richiede un minimo di esperienza di cucina, per non parlare della besciamella, che facilmente fa i grumi, o risulta troppo liquida, o troppo densa...

    Quindi, a mio parere, i casi sono due: o si segue il saggio consiglio di luke (magari facendo la spesa in un centro di soli surgelati, tipo Picard, dove l'assortimento e la qualità sono generalmente più elevati che nei supermercati), oppure si fa qualcosa d'altro. Meglio un semplice piatto di spaghettini pomodoro e basilico, piuttosto che delle lasagne "fallimento".

    Quanto al secondo, il polpettone industriale mi sembra inopportuno: che ne dici di un semplice pollo tagliato in piccoli pezzi, impanati e fritti? Oppure delle scaloppine al limone e prezzemolo, o salvia e vino bianco, o pomodoro e olive nere, o panna e funghi? Sono piatti semplici e veloci, non troppo banali, e a prova di... inesperienza.Buon appetito!

     

     

    Per la domanda: Lasagna al forno
  • Risposta a: frischipazzi

    Non solo in una stanza chiusa dall'interno: il giallo "della camera chiusa" è quello in cui l'omicidio avviene in un luogo circoscritto dal quale le persone presenti al momento del delitto non possono allontanarsi, e quindi l'assassino deve obbligatoriamente essere tra i presenti. Maestra incontrastata del genere è Agatha Christie: i suoi romanzi si svolgono su un treno, su una nave da crociera, in un palazzo su un'isola dalla quale il maltempo impedisce di allontanarsi, in un albergo di montagna isolato dalla neve, e così via.

     

    Per la domanda: Gialli della camera chiusa
  • Risposta a: entropia1980

    Aggiungo il salto alla corda, nel quale eccellevano le bambine, con variazioni complesse e molto difficili, e la lippa (nome milanese: in altre regioni ha un altro nome), gioco invece tipicamente maschile, che consisteva nel colpire con un bastone un tronchetto appuntito alle due estremità posato in terra, in modo che saltasse in aria, e una volta su, bisognava colpirlo al volo con lo stesso bastone e lanciarlo il più lontano possibile. E' un gioco che richiede abilità, colpo d'occhio e forza: altro che playstation!

  • Risposta a: fiduxia

    Credo che l'unico sistema sia il colorante in fiale per alimenti. Sono concentratissimi, e si usano in gocce, quindi occorrerà fare qualche prova per capire quanto ce ne vuole per far diventare proprio nera la panna.

     

    Per la domanda: torta
  • Risposta a: delfinofosco

    In casa mia - eravamo conviventi, senza figli - vigeva il detto milanese "Quand ghe n'è, ghe n'è per tucc; quand ghe n'è no, ghe n'è no per nissun". Ossia: quando ce n'è, ce n'è per tutti; quando non ce n'è, non ce n'è per nessuno.

    Avevamo un unico conto corrente, sul quale entrambi versavamo i nostri guadagni, stipendio io, quindi cifra più o meno costante, e provvigioni da venditore il mio compagno, quindi cifra piuttosto "ballerina" di mese in mese. E entrambi attingevamo dal conto secondo necessità e buon senso, ma senza mai dire questo lo pago io, questo lo paghi tu. Quando poi lui si è ammalato, abbiamo tirato avanti con il mio stipendio. E' ovvio che ci vuole amore, concordia, fiducia, ... e allegria.

    Per la domanda: Gestione soldi coppia
  • Risposta a: rufus_inlove

    Ecco il salame di cioccolato, rapidissimo, facilissimo, buonissimo!

    http://www.secerchitrovi.com/ricette/salame_di_cioccolato.htm

    Per la domanda: Ricetta dolce veloce
  • Risposta a: lentalepalme

    Io sono arrivata a 63 anni senza conoscere questa usanza della collanina di ambra. Poi l'ho vista al collo di una nipotina neonata, e ho chiesto perché mai mettessero una collana a una bambina così piccola. Mi è stato spiegato che viene messa perché il bambino la morda in fase di sentizione, e pare che l'ambra, elemento naturale, autosterilizzante, liscio, con una durezza giusta e non pericolosa per le gengive del bambino, sia il materiale più adatto allo scopo.

Ultimi commenti