1 4 2 1 0 7 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: kobayashi87

    Il sistema basato sulla moneta unica creato dalla UE si é rivelato fragile a causa della inesistenza di regole di comportamento. Dette regole, non possono trovare applicazione in assenza di una riduzione della sovranità di ciascun paese aderente e di principi di solidarietà che dovrebbero automaticamente subentrare a supporto dei paesi che si vengono a trovare in situazioni di crisi economica. Non bisogna dimenticare, altresì, che si é pervenuti alla moneta unica dopo che per diversi anni si é imposto ad alcuni paesi di ridurre o rinunciare del tutto ad alcune produzioni, sia di prodotti alimentari che di impianti industriali, in favore di altri. Gli indennizzi che sono stati corrisposti, ai paesi che rinunciavano alle produzioni, si sono rivelati una beffa vera e propria considerato che la perdita della capacità produttiva, che in via immediata si é tradotta in una sostanziale riduzione della forza lavoro, per potere essere ripristinata, comporterebbe costi di gran lunga superiori alle indennità percepite. Per fare degli esempi, in Italia si sono corrisposti dei premi agli allevatori che abbattevano bovini, in modo da doverli importare dalla Francia o dalla Germania se non addirittura dall'Irlanda. L'Italia ha ridotto notevolmente la produzione di acciaio, in favore di altri paesi. Molte produzioni agricole sono state ridotte o abbandonate. Anche i vigneti sono stati interessati da questi criteri europei di ripartizione. Sono state imposte regole nuove concernenti il trasporto delle merci che ha visto le nostre imprese impossibilitate a sostenere la concorrenza dei tedeschi o dei francesi. Insomma, tutta la fase di costruzione dell'euro, grazie anche alle misure richiamate, ha portato oggi al fallimento di alcuni paesi, cui seguirà anche il fallimento dell'Italia. E' solo questione di tempo. Ed è proprio perché é una questione di tempo che dovremmo cominciare a pensare autonomamente ad uscire dalla moneta unica. L'inflazione tanto vituperata, alla quale la buonanima di Craxi pensò di sferrare un colpo mortale con il blocco della scala mobile, era invece un fattore di riequilibrio tra domanda ed offerta, tra importazioni ed esportazioni. L'inflazione é democrazia, maledetto Craxi.  

  • Risposta a: kobayashi87

    Il movimento 5 Stelle ha dato un esempio di come si possa fare politica senza il ricorso al finanziamento pubblico ai partiti.

    Bersani e chi si nasconde dietro di lui (praticamente tutti i partiti oggi rappresentati in parlamento) ad eccezione di M5S, non più giustificazioni. Il finanziamento ai partiti va eliminato e va deliberato con immediatezza che a nessun partito spettano arretrati.

  • Risposta a: maurizietto27

     

    Gigi Buffon ha fatto un affermazione opportunistica, considerato che Mario Monti non ha minimamente intaccato il suo patrimonio. Ha pensato invece, in un momento di grande difficoltà del paese di colpire con mano pesante i pensionati ed i lavoratori dipendenti che hanno un reddito certo. Monti, da buon professore, non poteva fare calcoli su redditi incerti o mai dichiarati. La matematica é una cosa seria.

    Gigi poteva risparmiarsi le sue considerazioni perché, così, rischia di perdere l'appoggio dei suoi tifosi e manifesta apertamente di appartenere ad un ceto che non ha nulla a che vedere con i pensionati ed i lavoratori dipendente.

  • Risposta a: kobayashi87

    Agli inglesi e, più in generale a tutti, non fa piacere sapere che ci sono altri più bravi di loro.

    Angela Merkel sta facendo bene gli inetressi della Germania. Se anche gli altri avrebbero saputo fare altrettanto bene gli interessi dei loro paesi, tutta l'Europa Unita, l'euro, ne avrebbero tratto vantaggio.

    Pertanto, la mia risposta é che i restanti paesi euoropei, dopo una necesaria cura che elimina gli sprechi, destina le risorse al miglioramento della efficienza produttiva facendo rientrare in questa voce anche gli investimenti nella ricerca e, soltanto dopo, dedicarsi alla distribuzione degli avanzi della ricchezza fra le categorie più deboli.

      

Ultimi commenti