17 46 0 0 0 6 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: oliodimirto

    Il 27 marzo arriveranno i primi stipendi con la stangata.

     

    Ci sarà infatti l’aumento dell’addizionale regionale Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche): uno 0,33% in più (dallo 0,9% all’1,23%) deciso con la manovra salva-Italia di dicembre.

    Circa 2,2 miliardi di euro recuperati in questo modo per compensare un analogo taglio dei trasferimenti dello stato alla sanità.

     

    Secondo le simulazioni fatte dal Caf-Cisl nazionale:

    l’aumento del prelievo scatterà per tutti sulle addizionali regionali e sarà dello 0,33 per cento. Questo vuol dire che chi percepisce un reddito di 1.200 euro lordi al mese si vedrà trattenuti ulteriori 51 euro in un anno, a partire dallo stipendio di marzo, e se il Comune ha già stabilito l’aumento dell’Irpef comunale, la trattenuta potrà arrivare fino a 98 euro, sempre annui.

     

    A Chieti, dove il Comune ha deciso per un più 0,135 per cento (21 euro), la trattenuta complessiva sarà di 73 euro. Naturalmente le cifre crescono al crescere del reddito. Per un lavoratore con reddito basso, 1700 euro lordi al mese, 22.100 all’anno, l’aumento annuo dell’addizionale regionale sarà di 73 euro e con un eventuale incremento massimo, come a Catanzaro, dell’Irpef comunale, si arriverà fino a 139 euro annui in più. A Chieti sarà di 103 euro. Fonte: Corriere.it

  • Risposta a: piensamme

    La spesa per l’auto e’ in continua crescita: carburanti, pedaggi, bolli e superbolli hanno raggiunto livelli record, a chiudere il cerchio l’aumento delle tariffe assicurative Rc auto.

    Il decreto sulle liberalizzazioni potrebbe impedire nuovi aumenti se venisse applicato spiega l'ACI.

     

    Va infatti confermata la norma che prevede per i danni materiali, che le Compagnie possano proporre di far riparare la vettura, con le dovute garanzie, presso un proprio carrozziere di fiducia, stabilendo che in caso di rifiuto la Compagnia paghi un importo ridotto al danneggiato''

     

    Un altro aspetto importante è la regolamentazione dei risarcimenti per il “colpo di frusta” per evitare che siano pagati danni non effettivamente rilevabili.

    Tali interventi consentirebbero una consistente riduzione dei costi cui dovrebbe seguire un’importante riduzione delle tariffe Rc auto a beneficio degli automobilisti.

    Fonte: Giornalettismo

  • Risposta a: rose_rosse567

    I rincari record su base annua riguardano lo zucchero (+17,2%) e il caffè (+16,5%), seguiti dalla verdura fresca (+5,9%), dai formaggi (+5,1%) e dalla frutta fresca (+4,4%). Più contenuto invece l'aumento della carne (bovina +2,6%, suina +1,7%).

    È il rialzo maggiore dall'ottobre del 2008. Il Natale ha condizionato un italiano su tre negli acquisti.

     

    l'effetto valanga sul prezzo finale di vendita dei prodotti di largo consumo come cibo e bevande n un Paese come l'Italia dove l'86% dei trasporti commerciali avviene su gomma è dovuto all'aumento dei carburanti.

     

    Le percentuali dell'Istat indicano rincari a due cifre per i carburanti (14,3% l'inflazione acquisita), con il prezzo della benzina che aumenta su base annua del 16,6% e quello del gasolio del 21,1%. Mentre il gas naturale ha registrato un +13,2%.

    La conseguenza è che proseguirà la contrazione di acquisti alimentari (pane -8,5%, pesce -4,8%, frutta -2,7%, pasta -1,6%), mentre crescerà ancora di più la quota di italiani che si rivolgerà quasi esclusivamente ai discount e alle promozioni commerciali.

  • Risposta a: rose_rosse567

    “Libero” beneficia di milioni di euro di finanziamento pubblico e invece di scrivere che la gente non fa figli perché non arriva a fine mese, continua a sparare a zero con una bieca ironia su immigrati e cultura:

    "Da troppo tempo la Lega abbaia ma non morde. Da troppo tempo i politici, di tutti i partiti, mica solo i bossiani, preferiscono i sogni alle statistiche. La natura non tollera vuoti, bisogna metterselo in testa: non è pensabile che una nazione si spopoli senza che alle nazioni vicine venga in mente di ripopolarla. Se in Italia il numero di figli per donna è 1,32, molto sotto la soglia di sostituzione che è poi la soglia dell’estinzione prossima ventura, ci vorrebbe altro che le dichiarazioni di Calderoli, ci vorrebbe un’atomica al giorno per impedire gli arrivi dalla Siria, dall’Egitto, dalla Libia, dove i figli per donna sono più di tre." Libero

    Altro che citazione colta dei dati della Harvard Kennedy School of Government (l'istituto che ha pubblicato lo studio), qui siamo proprio all'abc del populismo marcio.

  • Risposta a: noialtr123

    La Trobe University di Melbourne, in Australia, ha pubblicato uno studio che proverebbe che chi beve da 5 caffè al giorno, potrebbe avere le allucinazioni.

     I ricercatori hanno eseguito l'esperimento su 92 volontari divisi in quattro gruppi  sottoposti a livelli bassi di stress con, associate, dosi basse di caffeina, Gli altri hanno ricevuto molti stimoli stressanti e tanta caffeina. I ricercatori hanno poi fatto ascoltare a tuttiil “rumore bianco”, ovvero una frequenza sonora prolungata e sempre uguale costituita dalla combinazione di tutte le frequenze. Poi hanno chiesto loro di individuare i punti in cui sentivano White Christmas cantata da Bing Crosby, che in realtà non c'era. Gli unici a sentirla sono stati proprio i volontari più stressati, quelli che avevano assunto dosi elevate di caffeina.Quindi troppo caffè, associato a livelli alti di stress, può provocare allucinazioni visive, olfattive e sonore.

  • Risposta a: noialtr123

    Pisapia (Centro sinistra a MIlano) ha speso 800 mila euro, a Napoli il PDL ha speso 650 mila euro.La situazione a Napoli è questa:Il candidato PDL Lettieri ha speso il  doppio del secondo in classifica ovvero il Pd. Lettieri punta su 100 mila euro per i manifesti, altri 50 mila sugli stampati e ancora 50 mila di spese generali. Il Pd invece spende di più sulla presentazione di candidati e programmi e sugli annunci di dibattiti e conferenze arrivando anche a 60 mila euro.Pd paga 20 mila euro per i locali, Lettieri 10 mila. De Magistris 117.300 euro in totale.Le liste per  Mastella 30.500 euro ognuna.Morcone (Sel)-de Magistris-Pasquino non superano 600 mila euro totali, mentre Lettieri è sui 650 mila.Roberto Fico: 5000 euroFonte: Napolitoday

    La candidata consigliera parente del boss della camorra? Si può chiedere a lei come ci si fa eleggere nei quartieri, dai 20 ai 50 euro per ogni voto, un costo sì, ma con un ritorno tra appalti e favori che ha un business miliardario!

  • Risposta a: noialtr123

    PEOPLE HAVE THE POWER DI PATTI SMITH

    anche la libertà di GABER

  • Risposta a: noialtr123

    Call Center e venditori sono sempre al primo posto in tutti i motori di offerte di lavoro. Ma un ricerca ha fatto emergere la seguente situazione:addetto alla logistica in Lombardia, il fisioterapista in Veneto, lo sviluppatore software nel Lazio, il consulente fiscale nel Trentino Alto Adige e l'installatore di impianti di allarme in Campania (anche se ci sembra un po' folkloristico).La Randstad (nota agenzia di lavoro) qualche mese fa ha reso nota la sua classifica:

    1) agenti di vendita per settori assicurazioni e servizi; 2) profili esperti in ambito finanza e amministrazione (controller, contabilità generale-fornitori, addetti paghe e contributi); 3) profili vari di ingegneri (specialmente metalmeccanici); 4) operai specializzati; 5) figure del comparto sanitario, in particolare infermieri professionali ; 6) professionisti appartenenti alle categorie protette (legge 68/99).

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO