1 80 11 77 0 1 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: il.mattatore

    Risposta facile:

    perchè siamo su internet e nessuno di noi può verificare. Sorridente

    Dice il saggio:

    "The trouble with the world is that the stupid are cocksure and the intelligent are full of doubt." - Bertrand Russell

    "To be uncertain is to be uncomfortable, but to be certain is ridiculous." - Chinese proverb

    Per la domanda: WHY?????
  • Risposta a: eriecanal

    Qui trovi tutte le informazioni che ti occorrono.

    http://www.inpdap.it/webinternet/credito/Mutui.asp

    Ciao

    Per la domanda: Mutuo Inpdap prima casa
  • Risposta a: solitario625

    Prova EASEUS Partition Master

    http://www.partition-tool.com/download.htm

    Ciao

  • Risposta a: solitario625

    Prova EASEUS Partition Master

    http://www.partition-tool.com/download.htm

    Ciao

  • Risposta a: 1sally66

    Ciao,

    il tema è un po' controverso. E' opinione comune che il caffè faccia male ai bambini anche se ho letto (Fonte Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione, Inran), che non c'è ragione di credere che faccia più male che agli adulti. Quindi dovrebbero valere le stesse regole. Comunque, ritengo per precauzione, lo stesso Istituto afferma che a partire dai 12 anni è possibile concederne qualche goccia nel latte.

    Io comunque per prudenza non lo faccio bere ai miei figli. La più grande che ha 6 anni mi ha chiesto di assaggiarlo ed io, per non reprimere la sua curiosità, le ho concesso di bagnarsi appena le labbra.

    Quanto alle altre schifezze hai pienamente ragione tu. E poi sei tu la mamma e tu hai l'ultima parola su come crescere i tuoi figli.

    Riguardo agli argomenti scientifici sul tema ne trovi a bizzeffe.

    Ad esempio leggiti i risultati di questa indagine svolta dall'Istituto Superiore di Sanità:

    http://www.epicentro.iss.it/okkioallasalute/datiNazionali.asp

    Per la domanda: CAFFè E BAMBINI
  • Risposta a: gigi715

    Per i consiglieri comunali non si può parlare di un vero e proprio compenso ma di un gettone di presenza. In pratica un'indennità per la presenza in aula.

    L'importo del gettone varia in base al numero degli abitanti del Comune:

    nei Comuni fino a 1.000 abitanti, 17,04 Euro a seduta;da 1.001 a 10.000 abitanti, 18,08 Euro;da 10.001 a 30.000 abitanti, 22,21 Euro;da 30.001 a 250.000 abitanti, 36,15 Euro;da 250.001 a 500.000 abitanti, 59,39 Euro;oltre 500.000 abitanti 103,29 euro a seduta

  • Risposta a: gigi715

    Per i consiglieri comunali non si può parlare di un vero e proprio compenso ma di un gettone di presenza. In pratica un'indennità per la presenza in aula.

    L'importo del gettone varia in base al numero degli abitanti del Comune:

    nei Comuni fino a 1.000 abitanti, 17,04 Euro a seduta;da 1.001 a 10.000 abitanti, 18,08 Euro;da 10.001 a 30.000 abitanti, 22,21 Euro;da 30.001 a 250.000 abitanti, 36,15 Euro;da 250.001 a 500.000 abitanti, 59,39 Euro;oltre 500.000 abitanti 103,29 euro a seduta

  • Risposta a: sara3010

    Per rispondere a questa domanda bisogna distinguere tra i pesci d'acqua dolce e i pesci d'acqua salata.

    I pesci d'acqua dolce non bevono perché i loro umori sono più salini dell'acqua circostante. Ciò significa che il loro corpo tende già fisiologicamente a impregnarsi e rigonfiarsi d'acqua. Questi pesci semmai devono espellere liquidi e lo fanno, come avviene per l'uomo, convogliando l'acqua assorbita verso i reni che la trasformano in urina.I pesci d'acqua salata, invece, i cui liquidi sono meno salini dell'acqua circostante, devono scongiurare la disidratazione assumendo liquidi per compensare le perdite di acqua che costantemente avvengono tramite la pelle e le branchie. Il sale ingerito viene espulso attraverso particolari aperture branchiali o segue, almeno in parte, lo stesso percorso del cibo.

    Per la domanda: i pesci bevono?

Ultimi commenti