703 1,806 1,139 0 1 0 0 1

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: dune-buggi

    La differenza tra il Friuli ed il resto dell’ Italia  è molto semplice. Nel Friuli aiuti e risorse sono state gestite localmente da personale locale. Rigorosa esclusione di personaggi politici. Per questo il Friuli è stato ricostruito più bello e più forte di prima, nel giro di pochi anni. Teniamo presente che nel mille novecento settantasei  la tecnologia ed i mezzi specifici erano limitati (poco più di badile e piccone) ma esisteva la gioia e l’ entusiasmo di collaborare con il vicino. Ora con mezzi tecnologici che un tempo mancavano il resto dell’ Italia è al punto di partenza ed poco fatto è già da riparare poiché sotto dimensionato.

  • Risposta a: dune-buggi

    Sempre sulla autostrada “ventisette” da Venezia a Longarone, si sono “dimenticati” (hanno scordato) di realizzare il casello intermedio tra Treviso Nord e Conegliano. La così detta Area Piave. Assai importante sia per le numerose attività industriali, artigianali, agricole del posto e sia come nodo e snodo di importanti via di comunicazioni commerciali e turistiche. Cordiali saluti – oggi venerdì ventitré agosto. 

  • Risposta a: pallegirate@v

    ... bravo tits lover ... la cosa negativa è che questo personaggio purtroppo è veneto ...  

  • Risposta a: dunebuggi

    mercoledì quattordici agosto duemila diciannove - il tema è sempre aperto su uno dei ponti più belli e tecnologici

    Per la domanda: ponte nerina
  • Risposta a: dune-buggi

    Piacevoli ricordi di un tempo …… 

  • Risposta a: mylord611

    Ciao Mylord da d/b – anzitutto una stretta di mano e ben tornato dopo molto, assieme ad Etrusco siete rimasti gli ultimi alfieri di questa rubrica. Tra eutanasia e suicidio assistito vi sono grosse differenze. Eutanasia quando un medico interviene per porre fine alle sofferenze di fine vita. Pensa ad un nostro cane o gatto gravemente malato o ferito. Meglio addormentarlo per non farlo più soffrire e poiché non potrà “dormire” in eterno, permettergli di morire con dignità e rispetto. Questo avviene quando oramai l’ essere vivente (animale o persona) non è più i grado di esprimere i propri desideri. Suicidio assistito è quando una persona (ancora in grado di pensare ed agire) non può prendere una pistola e spararsi. Tra le altre cose sarebbe anche dolorosa e non sempre sicura. Meglio ricorrere alla chimica ed alla farmacologia dosata e controllata da un medico esperto. In effetti prima di attivare la procedura vi sono diversi giorni di osservazione e colloqui preliminari. Poi valutato il fine via oramai prossimo la procedura di somministrazione dei farmaci viene attivata dalla stessa persona. Il medico si limita a controllare che la procedura non si blocchi a metà. Sarebbe (per semplificare) che il “controllore” verifica che il soggetto disponga di una pistola carica e prenda bene la mira. Ove necessario ricarichi e permetta un secondo colpo, ma sempre con il silenziatore inserito. – ciao Mylord e continua  a frequentare queste pagine. 

    Per la domanda: eutanasia
  • Risposta a: dune-buggi

     Oggi mercoledi trentuno luglio – il tema del rischio chimico è sempre attuale

    Per la domanda: Gabriele Bortolozzo
  • Risposta a: dunebuggi

     Oggi mercoledi trentuno luglio – il tema del rischio chimico è sempre attuale  

    Per la domanda: Ho letto un libro

Ultimi commenti