11 27 0 0 0 10 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: strendy6

    Gli operatori economici si muovono sulla alterata convinzione di un "ritorno alla normalità", in particolare dal "riavvio del motore economico statunitense" mentre l'estate del 2012 vedrà l'acuirsi delle situazioni interne ed esterne alla zona euro.

    Sempre Geab ha tentato di spiegare cosa avverrà nei prossimi 4 anni

    da un lato la stabilizzazione di Eurolandia come nuova potenza globale e, dall'altro, l’assoluta necessità, per l’élite europea, d’innalzare il suo livello di democrazia, perché quello attuale è insufficiente, ed incide pesantemente sul processo dell'integrazione europea.

     

    Sempre Geab nel giugno 2011 faceva un'analisi di questo tipo che pare si stia concretizzando:

    Nel riequilibrio dei rapporti di forza mondiali, in fase di forte accelerazione, ci sarà un importante processo geopolitico, lo svolgimento di un vertice Euro-BRICS entro il 2014.

     

    C'è inoltre il rischio di essere coinvolti in quei 15.000 miliardi di Dollari di beni fantasma, che andranno in fumo nei prossimi mesi, con una menzione speciale per gli sviluppi del settore immobiliare in Europa, il cui crollo, previsto per il 2015, inizierà nei fatti già dal 2012. Poi c'è il meccanismo d’esplosione del debito pubblico europeo.

     

    Il lancio di un meccanismo di Euro-Bond, permettendo la condivisione di una parte delle emissioni di debito dei paesi di Eurolandia, e l'inevitabile crescente pressione politica per aumentare la quota del contributo privato in questo ampio processo di ristrutturazione del debito dei paesi periferici dell’Eurozona.

     

    Così si entra nel cuore del processo di contagio che attiverà la bomba del debito federale degli Stati Uniti. Perché, in primo luogo, nel creare a livello globale mezzi di comunicazione ed ambienti finanziari ultra-sensibili alle questioni dell’indebitamento pubblico, Wall Street e la City hanno rivelato la dimensione insostenibile dei deficit degli Stati Uniti, del Regno Unito e del Giappone.

     

    Tutto ciò ha anche costretto le agenzie di rating, fedeli cani da guardia dei due centri finanziari, ad impegnarsi in una folle corsa al declassamento del rating degli Stati. E' per questo motivo che gli Stati Uniti si sono trovati sotto la minaccia di un declassamento, come del resto avevamo previsto, anche se questo sembrava impensabile, per la maggior parte degli esperti, solo pochi mesi fa. Allo stesso tempo il Regno Unito, la Francia, il Giappone si trovano anch’essi nel mirino delle agenzie di rating.

     

    Tratto da Informazione scorretta

  • Risposta a: strendy6

    Gli Stati in parte sono in balia dei mercati in realtà c'è una sorta di accordo degli Stati con le banche, se tu compri i miei titoli anche se guadagni zero ed io prometto che ti proteggerò dal crollo dell'euro. C'è una reciproca convenienza.

    Il debito islandese si è formato per interesse privato, l'Islanda è legittimata a non pagarlo. Per gli Stati viene prima l’obbligo di proteggere i diritti umani e i diritti economici, sociali e culturali delle loro popolazioni. Si guardi l’articolo 103 della Carta dell’Onu, in cui si prescrive la superiorità dello Statuto delle Nazioni Unite, quando ad esempio impone “l’elevamento dei livelli di vita”, il “pieno impiego” o “lo sviluppo dell’ordine economico e sociale”, su tutti gli altri obblighi contratti dagli Stati.

     

    La decisione dell'Islanda (paese a moneta sovrana) di sganciarsi temporaneamente dai mercati sta avendo buoni risultati.

    La flessibilità del mercato del lavoro e un tasso di cambio fluttuante hanno permesso di correggere gli squilibri esterni e contenere l’aumento della disoccupazione.
  • Risposta a: tranquigaga

    Secondo la normativa nazionale, i cittadini sono tenuti al pagamento di un ticket per la fruizione di prestazioni sanitarie a carico del Servizio Sanitario Nazionale. L'importo massimo per ricetta è fissato in 36,15 euro, Ciascuna ricetta può contenere fino ad un massimo di 8 prestazioni della stessa branca specialistica.

    Per le prestazioni specialistiche, è dovuto un ticket di 10 euro a ricetta.

    Sono però previste una serie di esenzioni, per: patologie croniche; malattie rare; diagnosi precoce tumori; invalidità; gravidanza; test Hiv; reddito inferiore a determinate soglie.

    Non tutte le Regioni recepiscono la normativa nazionale, per questo ambito, per cui è necessario verificare la situazione caso per caso.

    Sul sito del Ministero di fatto non si capisce niente, provate a vedere qui

  • Risposta a: spassatiempo

    Il comitato firmovotoscelgo guidato da Andrea Morrone e Arturo Parisi sta promuovendo una raccolta firme presso i vari Comuni d'Italia per abrogare l'attuale legge elettorale.

    Pare che le firme necessarie siano state raccolte (500.000) ora, tocca al Parlamento decidere se ignorare la richiesta di cambiamento.

    Lo stesso Ministro Alfano si è detto disponibile a modificarla.

    Fino a quando la Cassazione non si pronuncerà sull’ammissibilità del quesito (gennaio 2012), non accadrà nulla. Se la legislatura dovesse interrompersi prima della scadenza naturale, tutto potrebbe saltare perché si andrebbe alle urne con l’attuale sistema elettorale.I cittadini possono sottoscrivere i referendum popolari di abrogazione totale e parziale della legge elettorale proporzionale con liste bloccate per il ripristino dei collegi uninominali.

    Ecco il tentativo di un cittadino di firmare a Pescara, è diventata una "mission impossible". Da non perdere l'intervento finale del sindaco di pescara che loda la nuova efficienza dei servizi del comune.

  • Risposta a: spinose_nuge

    il 34% degli italiani beve solo acqua minerale, il 13% acqua potabile, mentre il 48% le beve entrambe, in base alle occasioni. Molti usano l'acqua minerale per la digestione e 23 su 100 la trovano più leggera di quella del rubinetto. Chi invece sostituisce l'acqua con  bevande caloriche a medio e lungo termine può avere conseguenze negative sulla salute quali diabete ed obesità.

  • Risposta a: strendy6

    Cime di broccolisalephiladelphia o ricotta fresca secondo il gusto personaleparmigiano grattugiatolatte q.bnoci o pinoli

    Lessare i brccoli in acqua bollente salata per una decina di minuti, e poi scolarli.

    frullarli con sale, parmigiano grattugiato, noci, pinoli e philadelphia o ricotta. Se è necessario ammorbidire il tutto aggiungete un goccio di latte. Scaldare la crema in padella con un filo d'olio. Appena cotta la pasta saltate per 2 minuti a fuoco alto.

  • Risposta a: spinose_nuge

    Si può fare con o senza besciamella, dipende sia dal gusto personale che dagli altri ingredienti che ci metti dentro.tagliatelle o tagliolini100 g di prosciutto crudoburro, latte e farina per fare la besciamella, altrimenti solo burro200 g di fiordilatte100 g di parmigiano grattugiatopangrattatopepe, sale

    Lessare la pasta al dente e condire con burro o besciamella, parmigiano e un po' di pepe. Imburrare una teglia e cospargere di pangrattato e versare una parte di pasta. Fare uno strato di prosciutto a pezzettini e di fette di fiordilatte e ricoprire con il resto della pasta. Cosparegere la superficie di parmigiano pan grattato e fiocchetti di burro. Infornare fino a che non si è formata una crosta sopra. Lasciar riposare e servire tiepida.

  • Risposta a: spinose_nuge

    Ingredienti: 400 g di polpa di polle macinata, ma potete anche usare avanzi di pollo lesso o fritto, 100 g di ricotta, 30 g di mandorle macinate, pangrattato, 1 uovo, maggiorana, sale, pepe, olio per friggere. Preparazione: alla carne tritata di pollo incorporate ricotta, uovo, maggiorana, mandorle, sale e pepe. Formate polpettine grosse come noci, passatele nel pangrattato e friggetele in abbondante olio bollente. Asciugare la frittura e servire calde.

Ultimi commenti

  • Al momento non ci sono commenti!

    Il Team di GENIO