47 106 3 0 0 0 0 1

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: rivaviva

    C’è una procedura che costa appena 16 euro (pari ai diritti da versare all’ufficio di stato civile) ed è quella prevista dalla Legge 132/2014, ovvero quella che dà i coniugi la possibilità di divorziare senza avvocato, rivolgendosi al Comune e comunicando la propria intenzione di mettere fine al matrimonio di fronte al sindaco o a un altro ufficiale di Stato Civile. Il divorzio in Comune è ammesso solamente quando il divorzio è consensuale, ossia se i coniugi hanno liberamente raggiunto un accordo sulle condizioni per il divorzio. Inoltre, questo non è possibile per i coniugi che pur avendo raggiunto un accordo consensuale abbiano figli minori o anche figli maggiorenni portatori di handicap grave o incapaci, oppure non autosufficienti economicamente. Se se ne soddisfano le condizioni è quindi possibile divorziare al Comune in soli due incontri, con distanza di 30 giorni tra l’uno e l’altro: nel primo accordo si presenta la dichiarazione di intenti davanti al Sindaco o all’ufficiale di Stato Civile, mentre nel secondo si mette la firma definitiva sull’accordo , il quale avrà così lo stesso valore della sentenza di un Tribunale. L’importante è che tra la separazione, che può essere presentata sempre al Comune, e il divorzio siano trascorsi almeno 6 mesi.

  • Risposta a: tanticanti

    Se si tratta del tuo primo barbecue devi munirti di alcuni attrezzi utili, come:     una pinza per muovere e spostare la brace;     uno strumento per sventolare e alimentare il fuoco; potete usare un semplice giornale, una paletta o un ventaglio;     la griglia. Se dovete cuocere dei cibi di piccole dimensioni vi consiglio di acquistare una griglia richiudibile, così dovrete semplicemente girare la griglia ed eviterete che i pezzi cadano tra le fiamme;     forchettone o pinze per girare il cibo;     pennelli per ungere il cibo con eventuali salsine o spezie;     spazzola per pulire la griglia.

  • Risposta a: tanticanti

    Ecobonus al 110%: Tempi più lunghi anche per fare richiesta delle agevolazioni sui lavori di ristrutturazione edilizia e riqualificazione energetica. La nuova detrazione fiscale del 110% prevista dal decreto rilancio si applicherà alle spese documentate sostenute dall'1 luglio 2020 e fino al 31 dicembre 2021, da suddividere tra gli aventi diritto in cinque quote annuali di pari importo.

  • Risposta a: bollaciao

    Il glifosato è uno degli erbicidi più diffusi in campo agricolo, principio attivo del prodotto commerciale Roundup, di cui la multinazionale Monsanto ha detenuto il brevetto di produzione fino al 2001. Normalmente viene spruzzato sulle colture, come la soia, modificate geneticamente proprio per resistere a dosi copiose dell’erbicida.

  • Risposta a: bollaciao

    E' il diserbante più venduto al mondo: non è solo rischioso per i tumori, ma è anche un pericoloso interferente ormonale  
  • Risposta a: anniblu

    Se si sta parlando in un contesto di tipo botanico, la zucca, il pomodoro, il peperone o il cetriolo, sono considerati frutti, perché tutti contengono semi. Se si sta parlando invece in termini culinari, tutti possono essere adeguatamente chiamati verdure.

  • Risposta a: anniblu

    A questo link trovi tutto il calendario:

    https://sport.virgilio.it/mondiali-2018/calendario/

     

  • Risposta a: rivaviva

     

     

Ultimi commenti