44 106 34 0 0 3 0 0

Ultime domande

Ultime risposte

  • Risposta a: tippetappe

    Riprendo la stessa risposta che diedi per questa domanda: Pensioni d'oro degli ex deputati: da Diliberto a Scalfari, quanto prendono?Ecco i 1464 ex deputati egli 843 ex senatori che intascano il vitalizio. Il database completo con tutti i parlamentari pensionati, gli importi netti mensili e gli anni di contributi(04 agosto 2011)Giovanotti con un grande avvenire dietro le spalle che si godono la vita dopo gli anni di militanza parlamentare. Come Alfonso Pecoraro Scanio, ex leader dei Verdi ed ex ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente. Presente alla Camera dal 1992, nel 2008 non è riuscito a farsi rieleggere e con cinque legislature nel carniere è stato costretto alla pensione anticipata. Ma nessun rimpianto. Da allora, cioè da quando aveva appena 49 anni, Pecoraro Scanio riscuote il vitalizio assicuratogli dalla Camera: ben 5.802 euro netti al mese che gli consentono di girare il mondo in attesa dell'occasione giusta per tornare a fare politica. Oliviero Diliberto è un altro grande ex uscito di scena nel 2008 causa tonfo elettorale della sinistra. Segretario dei Comunisti italiani ed ex ministro della Giustizia, con quattro legislature alle spalle e ad appena 55 anni, anche lui si consola riscuotendo una ricca pensione di 5.305 euro netti. Euro in più, euro in meno, la stessa cifra che spetta a un altro pensionato-baby della sinistra, addirittura più giovane di Diliberto: Pietro Folena...Fonte: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/pensioni-doro-tutti-i-nomi/2157568Lamberto Dini, in parlamento da oltre 15 anni è l'uomo dell'austerity previdenziale. E' sua, infatti, la riforma previdenziale del 1995 che introduce il sistema di calcolo contributivo (che decurta le pensioni fino al 50%) condannando intere generazioni di lavoratori ad un futuro senza pensione (o con pensioni da fame). Fonte: nocensura.comDini ha due pensioni dal 1994: una Inps da quasi 7 mila euro al mese, un'altra della Banca d'Italia da oltre 18 mila. Entrambe per 13 mensilità. In sostanza, 27 mila euro ogni 30 giorni. Il tutto da aggiungere all'indennità da senatore. Dini, che negli stessi giorni in cui tuonava contro i privilegi delle generazioni più anziane si assicurava due introiti a vita, nel 2008 ha ricevuto dalle casse pubbliche ben 521.682 euro. Cioè quasi 40 mila netti al mese. (Lettera43)

    Insomma circa 520000 l’anno per il “povero” Dini!

    O prendete ad esempio l’ex Premier Giuliano Amato, che arriva a fine mese ad intascare la bellezza di 31.411 euro mensili. Infatti dal 1998 percepisce 22.048 euro (lordi) al mese di pensione Inpdap (come docente universitario), a cui vanno aggiunti i suoi 9.363 euro come parlamentare (senza dimenticare che continua ad essere presidente della Treccani, presidente del Comitato dei garanti per il 150esimo dell'Unità d'Italia e senior advisor di Deutsche Bank).Fonte: http://www.stopcensura.com/2011/08/quando-si-dice-rubare-soldi-agli.html

  • Risposta a: ienaplinsky@v

    Basta sparare contro Berlsuconi, sono altri i problemi ormai (eurocrazia, FMI, BCE, moneta non sovrana). I danni li ha già fatti. Voglio vedere ora con Monti. Voglio vedere se vince le prossime elezioni il Partito Democratico, dove andremo a finire. Un paese straordinario, bah se Benigni avesse parlato dei veri poteri magari sarebbe stato un intervento straordinario.

  • Risposta a: ienaplinsky@v

    Mara Carfagna deve pensare alla sua carriera politica. Ho appena letto da Blitz Quotidiano, che Mara smentisce le voci del Corriere:<< Leggo sul Corriere della Sera ricostruzioni assolutamente fantasiose sulla mia attività politica. Come è noto, e dovrebbe esserlo agli operatori dell’informazione, prima che Ministro per le Pari Opportunità, sono componente dell’ufficio di presidenza del Popolo della libertà, il partito che ho contribuito a fondare e far crescere.Dentro il partito, la cui azione ha trovato nuovo impulso grazie al lavoro di Angelino Alfano, prosegue, senza alcuna ansia per il mio futuro politico, la mia battaglia perché gli italiani possano continuare ad avere il governo che hanno democraticamente eletto>>Un anno fa la Carfagna aveva chiesto le dimissioni di Cosentino, mentre ora ha fatto pace con lui. Perché? Pare che il consenso ottenuto da Cosentino e gli altri esponenti del pdl campano all’ultimo congresso regionale sia stato forte. Inoltre è noto il legame tra Carfagna e Bocchino. Fatto criticato più volte da molti tra cui la Vajassa, Alessandra Mussolini. Tutte considerazioni verosimili, che il ministro smentisce. Staremo a vedere...Pare che la Minetti non fosse in aula, anche lei all'UDC?

  • Risposta a: cosettamerengue

    Lamberto Dini, in parlamento da oltre 15 anni è l'uomo dell'austerity previdenziale. E' sua, infatti, la riforma previdenziale del 1995 che introduce il sistema di calcolo contributivo (che decurta le pensioni fino al 50%) condannando intere generazioni di lavoratori ad un futuro senza pensione (o con pensioni da fame). Fonte: nocensura.comDini ha due pensioni dal 1994: una Inps da quasi 7 mila euro al mese, un'altra della Banca d'Italia da oltre 18 mila. Entrambe per 13 mensilità. In sostanza, 27 mila euro ogni 30 giorni. Il tutto da aggiungere all'indennità da senatore. Dini, che negli stessi giorni in cui tuonava contro i privilegi delle generazioni più anziane si assicurava due introiti a vita, nel 2008 ha ricevuto dalle casse pubbliche ben 521.682 euro. Cioè quasi 40 mila netti al mese. (Lettera43)

    Insomma circa 520000 l’anno per il “povero” Dini!

    O prendete ad esempio l’ex Premier Giuliano Amato, che arriva a fine mese ad intascare la bellezza di 31.411 euro mensili. Infatti dal 1998 percepisce 22.048 euro (lordi) al mese di pensione Inpdap (come docente universitario), a cui vanno aggiunti i suoi 9.363 euro come parlamentare (senza dimenticare che continua ad essere presidente della Treccani, presidente del Comitato dei garanti per il 150esimo dell'Unità d'Italia e senior advisor di Deutsche Bank).Fonte: http://www.stopcensura.com/2011/08/quando-si-dice-rubare-soldi-agli.html

    Ecco i 1464 ex deputati egli 843 ex senatori che intascano il vitalizio. Il database completo con tutti i parlamentari pensionati, gli importi netti mensili e gli anni di contributi(04 agosto 2011)Giovanotti con un grande avvenire dietro le spalle che si godono la vita dopo gli anni di militanza parlamentare. Come Alfonso Pecoraro Scanio, ex leader dei Verdi ed ex ministro dell'Agricoltura e dell'Ambiente. Presente alla Camera dal 1992, nel 2008 non è riuscito a farsi rieleggere e con cinque legislature nel carniere è stato costretto alla pensione anticipata. Ma nessun rimpianto. Da allora, cioè da quando aveva appena 49 anni, Pecoraro Scanio riscuote il vitalizio assicuratogli dalla Camera: ben 5.802 euro netti al mese che gli consentono di girare il mondo in attesa dell'occasione giusta per tornare a fare politica. Oliviero Diliberto è un altro grande ex uscito di scena nel 2008 causa tonfo elettorale della sinistra. Segretario dei Comunisti italiani ed ex ministro della Giustizia, con quattro legislature alle spalle e ad appena 55 anni, anche lui si consola riscuotendo una ricca pensione di 5.305 euro netti. Euro in più, euro in meno, la stessa cifra che spetta a un altro pensionato-baby della sinistra, addirittura più giovane di Diliberto: Pietro Folena...Fonte: http://espresso.repubblica.it/dettaglio/pensioni-doro-tutti-i-nomi/2157568

  • Risposta a: ermes_lino

    sarebbe bello fare la fine dell'Islanda! Che è riuscita a sconfigge l'economia globale e NWO:<<L'abbattimento dell'idea che il debito è un'entità sovrana, in nome della quale è sacrificabile un'intera nazione. Percio' nessuno deve sapere il referendum islandese voluto dal Capo dello Stato Ólafur Ragnar Grímsson. Ogni volta che ci dicono che per arginare il debito di un paese ci vogliono piu' tasse, che sono procedure essenziali,etc.etc. Non è vero,è una bugia. Lo ha dimostrato il popolo islandese che ha sconfitto le lobby economiche e i loro ricatti. Non hanno varato la manovra economica a spese dei cittadini per le perdite delle banche (i profitti sono privati ma i debiti nazionalizzati). Quello che è successo in Islanda mette in imbarazzo politici, che sono le pedine dei gruppi bancari, e fa paura all'economia globale. Censurare il referendum islandese e non farlo conoscere alla massa occidentale,è stato l'ordine numero uno delle grandi banche. >>Ermes-lino ti consiglio questo articolo, davvero particolare...Il discorso della Marcegaglia contro i grossi gruppi di PotereIeri c'è stata la conferenza stampa della Marcegaglia, presidente della Confindustria, per dichiarare cosa hanno proposto al Governo per fronteggiare la crisi e in particolar modo i punti della Manovra che i gruppi internazionali chiedono di anticipare. Non ci crederete ma mi ero commosso, non sembrava vero ma solennemente fece un discorso che fece rimanere senza fiato il mondo intero. Si alzò in piedi, i suoi collaboratori che le sedevano accanto cercarono di persuaderla, ma lei li azzittì. Ecco cosa disse:"Ascoltatemi per favore, mi rivolgo a tutto il popolo italiano che in questi anni sta pagando un tributo salato per colpa delle nostre malefatte. La mia coscienza questi giorni mi ha fatto trascorrere notti insonni, non chiedetemi il perchè ma ora ho deciso di scoprire le carte. Noi della Confindustria, in combutta con l'intera classe politica, le parti sociali, i grossi gruppi finanziari vi stiamo prendendo per i fondelli.  Si lo dico apertamente, nonostante avessimo agito nella legalità noi vi abbiamo derubato.  Eppure, cari compatrioti queste cose non le abbiamo nemmeno nascoste, è tutto alla luce del sole. Abbiamo una crisi senza precedenti e nonostante tutto nell'anno 2010 le nostre industrie hanno aumentato i profitti. Non lo abbiamo nascosto, l'abbiamo scritto sul nostro giornale sole 24 ore. Eppure approfittando di tutto ciò abbiamo fatto lacrime da coccodrillo, abbiamo preteso più sacrifici da parte dei lavoratori, più flessibilità e meno diritti.La crisi l'abbiamo provocata noi in combutta con le grandi Banche. Ma ve lo devo dire io, cari miei?  Il PIL realizzato nel 2010 dai 27 paesi  europei è stato valutato 16.106 miliardi di dollari. L'Italia di 2.036 miliardi. Perchè vi dico questo? La Federal Reserve Bank, la Banca centrale degli USA, ha reso pubblico e sempre alla luce del sole che in questi  tre anni ha versato alle banche e imprese anche nostrane prestiti per circa 16 mila miliardi di dollari. Si si esattamente uguale al totale di tutti i PIL europei cari miei."Si senti un forte brusio nella sala, i collaboratori vicino lei si alzarono e si dettero a gambe levate. "Fate silenzio per favore! Quello che sto cercando di dirvi è che quei prestiti della Federal Reserve sono stati versati senza interessi e a condizioni di rimborso del tutto fluibili. In poche parole la più potente Banca Centrale ha stampato in proprio miliardi di dollari per "salvare" le imprese che hanno dichiarato di fallire e l'unico scopo era di arricchirsi ulteriormente.  In parole povere questo "salvataggio" lo state pagando voi assieme a tutti gli altri miliardi di poveri cristi. Ovviamente nonostante che abbiano reso pubblico il loro crimine nessuno li ha toccati e attraverso quelle organizzazioni mondiali come il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e Europea stanno dettando le condizioni ai Paesi come il nostro."Nella sala cominciarono ad entrare i funzionari di Governo e anche dell'opposizione che scandalizzati cercavano di richiamarla, credo che qualcuno abbia avvertito perfino la security per poterla cacciare via."Ma fatemi parlare! Mica ho finito! Dirò una cosa che non vi piacerà: a voi, popolo italiano, vi avevamo troppo sopravvalutato. Avevamo il timore che con la storia degli indignatos spagnoli anche voi avreste cominciato ad accusare la criminalità delle Banche e del nostro asservimento. In effetti in qualche modo, specialmente in questi dieci anni, dalla fine del movimento no global che con astuzia abbiamo stroncato, abbiamo finanziato e mandato avanti, attraverso una grande opera di marketing , personaggi che voi seguite con grande entusiasmo. Non ci è voluto molto al dire la verità. Con la vecchia storia del Sistema-anti sistema di orwelliana memoria  vi abbiamo inculcato la storia dell'anti casta e della corruzione.  Abbiamo cominciato con i girotondi, poi con il Popolo Viola ;e vi abbiamo regalato come  punti di riferimento dei partiti populisti"Dall'entrata cominciarono ad arrivare gli addetti alla sicurezza, ma i giornalisti assieme ad altri cittadini hanno circondato la Marcegaglia facendo così una barriera protettiva." In pratica siete passati dalla lettura dei libri di Chomsky o  Zygmunt Bauman a libri come "Bananas"  o "Papi".  Per noi è stato un gioco facile, non ci pareva vero quando inconsapevolmente uno, credendo di fare una battaglia interessante, aprì il blog di "un precario di Montecitorio che rivelava i segreti della Casta". Fu un esperimento che ci garbò molto, abbiamo visto con piacere che il vostro disagio è facilmente manipolabile e a noi del gruppo di Potere non poteva che farci piacere.  Mi dispiace dirlo, ma avevamo perfino festeggiato.  Si ad essere sincera qualche punto debole era venuto fuori. Ad esempio ci aveva colto di sorpresa il referendum contro il nucleare e la gestione privata dell'acqua, opure dei movimenti come quello No TAV. Ma per noi sono dettagli e abbiamo già superato l'ostacolo. Per l'acqua abbiamo chiesto la liberalizzazione dei Municipi, poi per l'energia già avevamo previsto tutto e come vedete abbiamo già preparato le rinnovabili e con la liberalizzazione deturperemo molti paesaggi."Dentro la sala si innalzarono grida da tutte le parti, indignazione generale. Grazie al tam tam su internet, la piazza di Montecitorio era già stracolma e gli slogan non erano più riduttivi contro la casta, ma  reclamavano una rivoluzione come quella dell'Islanda. Girarono delle  voci che i banchieri e grossi industriali stessero già preparando la fuga." Si vi abbiamo preso per in fondelli e sinceramente è stato un gioco da ragazzi. In questi anni, come ho precedentemente  detto, abbiamo creato un impoverimento culturale. E non c'è stato nemmeno bisogno da parte nostra far sparire le voci critiche, la verità è che siete stati voi.  Il "grande fratello" siete voi. Vorrei chiedere perdono, ma non lo faccio. Inconsapevolmente anche voi ci avete dato man forte. Ora mi dimetto e chiedo lo scioglimento della Confindustria e esprimo una richiesta in tal senso a tutte le organizzazioni sindacali e politiche. Chiedo un sussulto di dignità da parte di tutti. "Poi il sottoscritto si è svegliato tutto sudato e ha fatto in tempo, in TV, a sentire cosa ha detto la Marcegalia per davvero: "Abbiamo preteso più equità al Governo: quello di tagliare i costi della Politica". Amen.

    Fonte: http://incarcerato.blogspot.com/

  • Risposta a: follia.mistero

    Vene varicose e capillari rotti se tolti tramite l'intervento chirurgico so per certo che il problema non viene risolto. Semplicemente interviene modificando la situazione (non è detto quindi che esteticamente il risultato sia migliore).Mi spiego. Vene e capillari sono come delle autostrade e statali, dove scorre il sangue. Se vegono interrotte, il sangue si sfogherà su altri canali.Risultato, si creeranno altri inestetismi diversi da quelli precedenti all'intervento.

  • Risposta a: giocoscialunga

    Borghezio cosa c'entra con il Bilderberg?! Ci credo che è stato allontanato ahahahah<<Ogni anno, dal 1954, un centinaio delle personalità più eminenti di Europa occidentale e Nord America s’incontrano, a porte chiuse e sotto un’altissima protezione, in seno al Gruppo Bilderberg. Il loro seminario dura tre giorni e nulla traspare sulle loro discussioni. Dalla disgregazione dell’Unione Sovietica, i giornalisti sono interessati a questa organizzazione elitaria e segreta.Per diversi anni, s’è diffusa l’idea che il gruppo Bilderberg sia un governo mondiale in embrione. Avendo avuto accesso agli archivi di questo club molto segreto, Thierry Meyssan dimostra che questa descrizione è un diversivo usato per mascherare le vere identità e funzione del Gruppo: il Bilderberg è una creazione della NATO. Mira a convincere i leader e attraverso di loro, a manipolare l’opinione pubblica, per farla aderire ai concetti e alle azioni dell’Alleanza Atlantica>>http://aurorasito.wordpress.com/2011/04/10/quel-che-non-sapete-del-gruppo-bilderberg/Ti consiglio anche questo articolo del Guardian tradotto in italiano:<<C’è qualcosa del Bilderberg che proprio non riesco a capire. È un vecchio cruccio, ma diamoci un’altra botta in testa. Diciamo, per chiarire le cose, che il Bilderberg fa del bene a tutti. I cittadini del mondo saranno resi più sicuri, o più felici, o più in salute o più ricchi grazie ai risultati di questa riunione. Ammettiamo che il direttore di Deutsche Bank voglia trascorrere quattro giorni con il capo di BP per migliorare le nostre esistenze.Supponiamo che i piacevoli ospiti – David Rockefeller, Henry Kissinger e la Regina d’Olanda – abbiano l’interesse del grande pubblico scritto a caratteri cubitali in cima all’ordine del giorno della conferenza (ahahahahah n.d.r.)Supponiamo tutto questo. E perché il recinto? Perché i delegati si scagliano nei sedili posteriori delle loro limousine invece di farsi vedere all’opera in questo compito caritatevole? Perché i vetri oscurati e i giornali tenuti davanti al volto? E perché il grande recinto bianco? Non capisco.Perché Josef Ackermann, il CEO of Deutsche Bank, non saluta con benevolenza la folla? Perché questi eccitati partecipanti non si fermano alle porte dell’albergo per parlare con la stampa accreditata? "Sì, vi ringraziamo. Speriamo proprio di risolvere la crisi finanziaria europea di questo anno, e allora incrociamo le dita!" Perché i poliziotti tedeschi, con le uniformi stirate, pedinano persone del pubblico per le strade svizzere...? Ah, c’è un’altra domanda. Importante, ma è differente.>>

  • Risposta a: pallegirate@v

    Greenpeace ha pubblicato i dati delel analisi fatte difronte a Fukushima:«Livelli di contaminazione dei campioni di alghe analizzati superano fino a cinquanta volte i limiti ufficiali di sicurezza, minacciando in modo preoccupante popolazione e ambiente».I tecnici di Greenpeace hanno raccolto  all'inizio del mese campioni di organismi marini, tra cui pesci, alghe e molluschi.Gli ambientalisti hanno fatto analizzare i campioni da due laboratori indipendenti: «I risultati hanno evidenziato un'alta contaminazione da iodio radioattivo, ben peggiore di quanto indicato nelle analisi preliminari, e livelli significativi di cesio radioattivo» Greenpeace ce l'ha con le autorità giapponesi: «Affermano che il materiale radioattivo riversato in mare non risulta più pericoloso poiché si sta disperdendo, queste nuove analisi dimostrano come la contaminazione stia risalendo la catena alimentare costituendo un serio problema per la salute umana.  Anche se oggi si riuscisse a bloccare definitivamente ogni sversamento dalla centrale, il problema delle radiazioni non sparirebbe.Qui tutto l'articolo con i dati di greenpeacehttp://www.greenreport.it/_new/index.php?page=default&id=10541

Ultimi commenti