Bambini col mal di testa: cosa fare?

Come capisco se mio figlio piccolo ha mal di testa? Come faccio a capire se i sintomi indicano qualcosa di allarmante oppure no? E soprattutto come devo comportarmi? Ci sono dei rimedi naturali?

misstwentiesmisstwenties

Pubblicata IL 08/11/2010, ORE 17:31
3Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • prince891prince891

    Pubblicato IL 08/11/2010, ORE 18:05

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il sito chemalditesta.it consiglia di tenere un diario aggiornato con ricorrenza e durata dei sintomi. In questo modo, potrai avere dei dati utili da fornire allo specialista nel caso i mal di testa dovessero manifestarsi con particolare ciclicità. Mi raccomando, non dare farmaci al piccolo se non sotto prescrizione medica: anche una banalissima aspirina potrebbe avere effetti collaterali spiacevoli in un minore. Se ti può servire, qui trovi un elenco dei maggiori centri italiani specializzati nella cura di cefalee infantili:

    • Piemonte Centro cefalee per l'infanzia e l'adolescenza dell'Università, Torino Tel. 011 3135545
    • Liguria Centro cefalee per l'infanzia e l'adolescenza Ospedale Gaslini, Genova Tel. 010 5636553
    • Lombardia Centro cefalee Istituto neurologico Besta, Milano Tel. 02 2394209 Centro cefalee per bambini e adolescenti Clinica Neurologica III A.O. S. Paolo, Milano Tel. 02 81843088 Centro cefalee Ospedale San Raffaele, Milano Tel. 02 26432643/264326431 Centro cefalee Istituto di neuropsichiatria infantile Mondino, Pavia Tel. 0382 380280
    • Emilia Romagna Centro cefalee per l'infanzia e l'adolescenza Istituto di neurologia dell'Università, Bologna Tel. 051 6442122
    • Toscana Centro cefalee per l'infanzia e l'adolescenza Ospedale Mayer, Firenze Tel. 055 56621
    • Umbria Servizio di Neuropsichiatria Infantile Via Enrico dal Pozzo (Ospedale Monteluce), Perugia Tel. 075 5783562-3585
    • Lazio Centro cefalee Istituto di neuropsichiatria infantile dell'Università la Sapienza, Roma Tel. 06 49911
    • Campania Centro cefalee per l'infanzia e l'adolescenza Istituto di neurologia della II Università, Napoli Tel. 081 74612695
    • Sicilia Centro cefalee Ospedale dei bambini, Palermo Tel. 091 6661111
  • ami12ami12

    Pubblicato IL 08/11/2010, ORE 17:50

    Appassionato di

    Scopri di più

    Durante l'adolescenza, il 5% dei bambini soffre di emicrania o, in percentuale più alta, di cefalee tensive, ovvero mal di testa derivanti da stress e/o nervosismo.

    Se si tratta di emicrania, la si riconosce perché il dolore è quello tipico "a lama di coltello": in pratica chi ne è affetto sente una fitta molto forte o alle tempie o agli occhi e la durata dello "spasmo" va da poche ore a diversi giorni. Altri campanelli d'allarme avvengono quando si ha difficoltà a stare in mezzo agli altri (per via dei rumori che non vengono tollerati) o in presenza di una luce molto intensa. Nei casi più gravi, si possono avvertire anche vertigini, nausea o vomito.

    Nel caso delle cefalee muscolari, il dolore si estende a collo e nuca e dura in media non più di 8 ore consecutive.

    Possono senz'altro aiutare dei ritmi di vita più regolari, un apporto maggiore di vitamine (frutta e verdura), delle passeggiate o attività fisica all'aria aperta, un'intensificazione delle ore di sonno. Molto valido anche un piccolo riposo pomeridiano, prima dei compiti (per i più grandi) o del momento di gioco (per i più piccoli). Cmq ha assolutamente ragione serendipitie. Se il dolore è eccessivamente acuto o si manifesta persino di notte, portalo subito dal medico. Tantovale un controllo in più che uno in meno... :)

  • serendipitieserendipitie

    Pubblicato IL 08/11/2010, ORE 17:35

    Appassionato di

    Scopri di più

    Non so quanti anni abbia tuo figlio, ma se ha meno di 5-6 anni è bene "osservare" il suo comportamento prima di farsi assalire dall'ansia.

    Di solito, da come agisce puoi renderti conto da te se si tratta di qualcosa di più di un semplice malessere temporaneo. Se, ad esempio, non piange per il dolore o non interrompe il gioco o continua a lamentarsi costantemente dopo 30-45 minuti dal manifestarsi del dolore, è il caso di tenere d'occhio la situazione. Se poi capita spesso che il piccolo si svegli di notte, non riesca a fare il solito riposino o accusi lo stesso malessere anche all'asilo o a scuola, è meglio portarlo dal medico per un controllo.

    Ad ogni modo considera che il mal di testa, nella maggior parte dei casi, potrebbe essere sintomo di:

    • malattie virali (raffreddore)
    • febbre alta
    • fame
    • problemi visivi
    • sinusite

    Man mano che il bambino cresce e si instaura un dialogo più chiaro, è ovvio che capire le cause di cefalee ricorrenti diventa più facile. Ma è cmq bene non sottovalutare mai l'insorgenza dei mal di testa, anche se nella fase della crescita è un problema piuttosto comune e diffuso. Ciao!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia