Paralimpiadi: perché non ci sono tutte le gare?

 

Sto seguendo le Paralimpiadi ma devo ammettere che non mi ritrovo: sembrano non esserci tutte le gare che trovo nelle Olimpiadi, e mi chiedo anche che correttezza possano avere gare in cui lo squilibrio fisico fra i vari atleti sono cosi' evidenti. 

 

Come funziona? come vengono decisi gli atleti che possono gareggiare insieme per mantenere l'equilibrio delle gare?

 

 

massimicsmassimics

Pubblicata IL 30/08/2021, ORE 16:07
1Leggi la risposta

Risposte Geniali

  • Per permettere lo svolgimento di gare e tornei anche fra gli atleti con varie disabilità il Comitato Paralimpico Internazionale ha definito una serie di categorie in cui inserire gli atleti (l'ultima classificazione e' del 2007) basandosi sulla tipologia e il grado di disabilità degli atleti.
     
    C'e' però da dire che gli atleti possono cambiare di categorie nel corso della loro vita agonistica, a seconda delle loro condizioni. L'appartenenza ad una classe viene determinata attraverso un processo che può includere valutazioni e osservazioni sia fisiche che tecniche, in occasione di una competizione o durante un periodo di riposo dell'atleta. Le classi sono definite per ogni sport e sono parte integrante del regolamento sportivo.
     
    Le categorie di disabilità sono queste:
     
    • amputazione: atleti con perdita parziale o totale di almeno un arto;
    • paralisi cerebrale: atleti con danni cerebrali non progressivi, per esempio paralisi cerebrale infantile, lesioni cerebrali traumatiche, ictus o disabilità simile che colpiscono il controllo muscolare, l'equilibrio e il coordinamento;
    • disabilità intellettive: atleti con significative disabilità a livello intellettivo e limitazioni nel comportamento (questa categoria è al momento sospesa)
    • sedia a rotelle: atleti con danni alla spina dorsale o che usano una sedia a rotelle;
    • cecità: atleti con problemi alla vista, dalla cecità parziale a quella totale;
    • sordità: atleti con problemi all'udito, dalla sordità parziale a quella totale;
    • Les Autres (Gli altri): atleti con una disabilità che non ricade in nessuna delle categorie precedenti, tra questi coloro che sono affetti da nanismo, sclerosi multipla o deformità congenite agli arti, come quelle causate dalla talidomide.
     
    A seguire la categoria ci sono dei numeri che danno ulteriori indicaizoni: i numeri da 1 a 10 indicano gli atleti con disabilità fisiche, da 11 a 13 gli atleti con disabilità visive e il numero 14 quelli con disabilità intellettive.
     
    Inoltre non ci sono tutte le specialità che ci sono nelle Olimpiadi: ad esempio per il nuoto ci sono Stile libero, farfalla e dorso, rana e "misto". 
     

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia