Stangata d'autunno: 1000 euro in più per le famiglie italiane. Nuovo arresto per l'economia? Torna la crisi?

Secondo la Federconsumatori, a partire dall'autunno 2010, le famiglie italiane spenderanno oltre 1.000 euro in più l’anno.

Dopo l'incredibile fatica che stiamo facendo per uscire dalla crisi, questo significa che, abbattuto il potere d'acquisto dei cittadini, ci sarà un nuovo arresto dell'economia?

rachele26rachele26

Pubblicata IL 26/08/2010, ORE 09:42 | Aggiornata IL 26/08/2010, ORE 09:44
21Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • certo che si visto anche che gli stipendi sono fermi da 10 anni minimo

  • silviopelli1silviopelli1

    Pubblicato IL 11/10/2010, ORE 00:44

    Appassionato di

    Scopri di più

    Siamo tutti sotto Usura

    Lo Stato, il Popolo e le Aziende soffrono per l’impoverimento pianificato dalle Banche Centrali con la complicità delle Istituzioni.

    La finta “crisi” serve ad aumentare il loro controllo sull’economia e sulla politica

    .

    NO al Signoraggio BancarioNO alla Povertà pianificataNO alla Dittatura delle Banche

    Sottoponiamo l’appello a deputati, senatori, giornalisti, intellettuali, contestatori, anticonformisti, per promuovere la proposta di legge che faccia tornare l’emissione monetaria in mano statale, ovvero politica e popolare. Diffondiamo la verità negata: viviamo in una dittatura bancaria che impone a tutti l’angoscia esistenziale della vita basata sui debiti.

    LEGGI L'APPELLO e firmalo come ho fatto già anch'io sul sito :

    http://www.movimentozero.org/

    Non è tollerabile che una banca centrale, isolata, che non ha nessuna responsabilità né l'obbligo di spiegare quello che fa, possa continuare a creare disoccupazione mentre i governi stanno zitti (Modigliani, premio Nobel per l'Economia, su "Il Tempo" del 22/10/2000)

    “L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto” Maurice Allais, Nobel per l'Economia nel 1988

    Bisogna capire che tutta la moda letteraria e tutto il sistema giornalistico controllato dall'usurocrazia mondiale è indirizzato a mantenere l'ignoranza pubblica del sistema usurocratico e dei suoi meccanismi (Ezra Pound)

    Dare alle banche la possibilità di creare la moneta è come darsi in schiavitù e pagarsela pure (Sir Josiah Stamp, governatore della banca d'inghilterra)

    Il banco trae beneficio dall'interesse su tutta la moneta che crea dal nulla (William Paterson, fondatore Bank of England, 1694)

    Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà di quanto non lo siano gli eserciti permanenti... Se il popolo americano permetterà mai alle banche private di controllare l'emissione del denaro, dapprima attraverso l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le compagnie che nasceranno intorno... [alle banche] ...priveranno il popolo dei suoi beni finché i loro figli si ritroveranno senza neanche una casa sul continente che i loro padri hanno conquistato (Thomas Jefferson, terzo presidente degli Stati Uniti d'America)

    Siamo tutti sotto Usura Lo Stato, il Popolo e le Aziende soffrono per l’impoverimento pianificato dalle Banche Centrali con la complicità delle Istituzioni.La finta “crisi” serve ad aumentare il loro controllo sull’economia e sulla politica.

    NO al Signoraggio BancarioNO alla Povertà pianificataNO alla Dittatura delle Banche

    LEGGI L'APPELLO e firmalo come ho fatto già anch'io sul sito :

    http://www.movimentozero.org/

    Se non avete chiaro ancora questo argomento seguite le conferenze del prof.Giacinto Auriti (già docente di diritto ed economia alle università di Teramo e di Roma, e co-fondatore della stessa Università di Teramo) purtroppo da qualche anno scomparso ma le cui lezioni sono fondamentali e i cui studi riconosciuti a livello mondiale e più volte premiati per questo (riuscì a dimostrare il reato di truffa e appropriazione indebita della Banca d'Italia il cui governatore di allora Ciampi firmava il logo delle banconote: soltanto il giudice del tribunale di Roma non lo potè condannare perchè disse era dimostrato il reato, ma non il dolo, poichè il reato era una consuetudine in vigore da 300 anni, cioè dalla fondazione della Banca Centrale d'Inghilterra, e da allora si è sempre fatto così, e il processo decadde per questo, ma fu un successo teorico e accademico personale del nostro genio prof. Giacinto Auriti, che per primo con prove dimostrò in un tribunale l'esistenza di questa truffa nei primi anni '90. Oggi altri autorevoli pensatori e giornalisti, tra i quali il grande Giulietto Chiesa, già parlamentare europeo, e l'istrionico Massimo Fini, scrittore e giornalista anticonformista e fuori dagli schieramenti, per citare solo qualcuno dei più noti, ribadiscono in pubblico l'esistenza di questa Secolare Truffa ai danni dei Popoli da parte del sistema Monetario e Bancario (che costituisce una vera e propria dittatura delle Banche Centrali e del Fondo Monetario Internazionale). Non ultimo abbiamo il conforto di un grande economista emergente e controcorrente a confermarcelo: Eugenio Benettazzo, il quale in un suo libro aveva con anticipo notevole previsto la crisi finanziaria del 2008.

    I video registrati delle conferenze del mitico prof. Giacinto Auriti li trovate su qualunque motore di ricerca tipo google o su Youtube, poichè molti suoi studenti e discepoli hanno continuato a ripubblicarli su internet, e a mantenerne viva la memoria... così come qualcuno, piano piano, sta rendendosi conto di come stanno veramente le cose: intanto l'appello ha già raccolto più di 1440 firme.

    Sono quanto mai più vere e attuali oggi le parole di uno dei fondatori degli Stati Uniti d'America quando Thomas Jefferson, terzo Presidente degli U.S.A., affermò:

    “Se gli Americani consentiranno mai a banche private di emettere il proprio denaro, prima con l'inflazione e poi con la deflazione, le banche e le grandi imprese che ne cresceranno attorno, priveranno la gente delle loro proprietà finché i loro figli si sveglieranno senza tetto nel continente conquistato dai loro padri. Il potere di emissione va tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.”[Thomas Jefferson (1776) 3°(terzo) Presidente degli Stati Uniti d' America e ancora:

     “Io credo che le istituzioni bancarie siano più pericolose per le nostre libertà di quanto non lo siano gli eserciti permanenti. Essi hanno di già messo in piedi un'aristocrazia facoltosa che ha attaccato il Governo con disprezzo...

    Il potere di emissione deve essere tolto via dalle banche e restituito al popolo, al quale esso appartiene propriamente.” .

    Ecco altre citazioni di importanti personaggi tutti ben al corrente della cosa:

    Meno male che la popolazione non capisce il nostro sistema bancario e monetario, perché se lo capisse, credo che prima di domani scoppierebbe una rivoluzione (Henry Ford, imprenditore)

    “L'attuale creazione di denaro dal nulla operata dal sistema bancario è identica alla creazione di moneta da parte di falsari. La sola differenza è che sono diversi coloro che ne traggono profitto” Maurice Allais, Nobel per l'Economia nel 1988

    È assurdo dire che il nostro paese può emettere $30,000,000 in titoli ma non $30,000,000 in moneta. Entrambe sono promesse di pagamento; ma una promessa ingrassa l'usuraio, l'altra invece aiuta la collettività (Thomas Edison – New York Times, 1921)

    “Potrete ingannare tutti per un pò. Potrete ingannare qualcuno per sempre. Ma non potrete ingannare tutti per sempre.” Abramo Lincoln

    "Il debito nazionale e' una frode perpetrata verso gli Usa dagli interessi dei banchieri internazionali. La migliore soluzione per il debito nazionale e per la sicurezza sociale e' che gli Usa smettano di permettere ad una societa' privata di stampare la moneta e di caricarci sopra gli interessi.

    La Federal Reserve dovrebbe essere abolita come un punto di partenza per liberare gli Usa da una falsa dipendenza".[Andrew Jackson, 7mo Presidente USA]

    "Chiunque controlli l'ammontare del denaro circolante in un paese e' il padrone assoluto della sua industria e del suo commercio. E quando capisci che l'intero sistema e' facilmente controllato, in un modo o nell'altro, da una ristrettissima elite, non avrai bisogno che qualcuno ti spieghi come nascono i periodi di inflazione e deflazione".[James Garfield, 20mo Presidente Usa]

    "Voi (i banchieri internazionali) siete un covo di vipere e ladri. Io voglio sconfiggervi, e con l'aiuto di Dio, vi sconfiggero'.Se gli Americani solo capissero la totale ingiustizia del nostro sistema monetario e bancario, ci sarebbe una rivoluzione prima di domani mattina".[Andrew Jackson, 7mo Presidente USA]

    E per i credenti persino un papa si è espresso in merito:

    “Nel nostro tempo è ormai evidente che la ricchezza e un immenso potere sono stati concentrati nelle mani di pochi uomini. Questo potere diventa particolarmente irresistibile se esercitato da coloro i quali, poichè controllano e comandano la moneta, sono anche in grado di gestire il credito e di decidere a chi deve essere assegnato. In questo modo forniscono il sangue vitale all’intero corpo dell’economia. Loro hanno potere sull’intimo del sistema produttivo, così che nessuno può azzardare un respiro contro la loro volontà.” Papa Pio XI, Quadragesimus Annus 106-9, 1931

    Fin dalla nascita le grandi banche agghindate di denominazioni nazionali non sono state che società di speculatori privati che si affiancavano ai governi e, grazie ai privilegi ottenuti, erano in grado di anticipare loro denaro. Quindi l'accumularsi del debito pubblico non ha misura più infallibile del progressivo salire delle azioni di queste banche, il cui pieno sviluppo risale alla fondazione della Banca d'Inghilterra (1694). La Banca d'Inghilterra cominciò col prestare il suo denaro al governo all'otto per cento; contemporaneamente era autorizzata dal parlamento a battere moneta con lo stesso capitale, tornando a prestarlo un'altra volta al pubblico in forma di banconote. Non ci volle molto tempo perché questa moneta di credito fabbricata dalla Banca d'Inghilterra stessa diventasse la moneta nella quale la Banca faceva prestiti allo Stato e pagava per conto dello Stato gli interessi del debito pubblico. Non bastava però che la Banca desse con una mano per aver restituito di più con l'altra, ma, proprio mentre riceveva, rimaneva creditrice perpetua della nazione fino all'ultimo centesimo che aveva dato. (da "Il Capitale", 1885 (Libro I, capitolo 24, paragrafo 6, Editori Riuniti, Roma 1974, pp. 817-818) Karl Marx, (filosofo, economista e rivoluzionario comunista)

    Ne esistono a decine e centinaia di documenti di questo tenore e sostanza firmati da uomini di primo piano di tutti i campi del sapere e della cultura e della società economica e politica, del passato e del presente più recente.

    Per chi avesse interesse ad approfondire vi è anche molto materiale su internet, basta saperlo cercare (anche un noto film documentario di controinformazione visto in tutte le Università del mondo, andato in onda su qualche tv locale, vedi OdeonTV a più puntate durante la trasmissione REBUS - il cui canale e le puntate replicate sono anche su Youtube - ma sostanzialmente oscurato dai circuiti mediatici di massa: Zeit Geist, visibile in parti su Youtube, in iglese, ma anche con sottotitolatura in italiano e altre lingue, una parte di questo documentario spiega e parla del signoraggio bancario).

    Saluti, e buona ricerca!

    Siamo tutti sotto Usura Lo Stato, il Popolo e le Aziende soffrono per l’impoverimento pianificato dalle Banche Centrali con la complicità delle Istituzioni.La finta “crisi” serve ad aumentare il loro controllo sull’economia e sulla politica.

    NO al Signoraggio BancarioNO alla Povertà pianificataNO alla Dittatura delle Banche

    LEGGI L'APPELLO e firmalo come ho fatto già anch'io sul sito :

    http://www.movimentozero.org/

  • franz114franz114

    Pubblicato IL 11/10/2010, ORE 00:32

    Appassionato di

    Scopri di più

    I nostri politici governanti in primis il Berlusca si salvano dicendo che non hanno mai messo le mani in tasca agli italiani, ma vedendo questi dati e constatando i prezzi nella vita reale effettivamente c'e' stato un sensibile aumento delle tariffe che in questo periodo non ci voleva proprio...............

  • pepitonypepitony

    Pubblicato IL 10/10/2010, ORE 11:05

    Appassionato di

    Scopri di più

    finche' i nostri politici continueranno ad azzuffarsi in tv in discorsi filosofici inutili e offensivi per l'intelligenza umana non cambiera' nulla.

    certo e' che la n.s. poca coesione e indifferenza li aiuta a stare sempre li', a riciclarsi continuamente.

    avete idea di un fannullone del genere quanto guadagni?

    avete idea di cio' che guadagnano apparendo continuamente in tv e sui giornali?

    avete idea di quanto guadagnino con i loro intrallazzi che tutti conoscono ma nessuno vuol vedere?

    se un giorno forse avremo la forza e la convinzione di metterli in disparte avremo qualche speranza di un fisco piu' equo, pensioni decorose, lavoro per i giovani e gli over 50, e cosi' via.....

    continuando in questo modo, purtroppo l'unica via che potremo imboccare e' l'indigenza!

    la cintura si stringe sempre piu', i consumi si riducono sempre piu', gli stipendi e le pensioni non tengono il passo degli aumenti dei beni di prima necessita'.

    fatevi due conti e meditate verso lo stato di poverta' verso cui ci stanno costringendo, altro che ripresa!!!

    buona fortuna a tutti e si salvi chi puo'...

  • gigi499gigi499

    Pubblicato IL 24/09/2010, ORE 23:14

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il governo è fermo non legifera, sono 60 anni che i governi hanno preteso balzelli  senza curarsi delle evasioni  catastrofiche,    di questo stato  complesso macilento  e troppo costoso,  a montecitorio  si continua a litigare  per futili motivi e non si approda a nulla  siamo il peggior governo europeo.  Bisogna trovare la soluzione  nelle future votazioni  se non vogliamo sprofondare nel baratro , la soluzione è rifare tutto il governo destra e sinistra da cima a fondo.

  • non è necessario meravigliarsi, lo abbiamo voluto noi, anzi voi, io no, anzi loro e come si divertono alle spalle e spese degli italiani che li hanno votati e non.

  • misoroilcamisoroilca

    Pubblicato IL 24/09/2010, ORE 21:19

    Appassionato di

    Scopri di più

    Purtroppo il costo da pagare non è solo o tutto in un migliaio di euro in più da pagare. Quando lo Stato batte cassa c’ è un ulteriore costo che non tutti ritengono essere tale, ma che , a mio modestissimo avviso , peserebbe di più se fosse monetizzabile come è possibile per tutte le citate voci di spesa. Si tratta della erosione strisciante delle libertà costituzionali da quella personale a quella domiciliare a quella di comunicazione di opinione e via dicendo. Quando ci si trova con un debito pubblico pari a 1.838 miliardi di euro, come è quello dell’ Italia, diventa prioritario assicurare l’ ordine pubblico e da questo deriva l’innalzamento dello stato di guardia sulle dinamiche di ogni fenomeno sociale e l'adozione di sempre più stringenti misure di prevenzione sulle attività sociali ed individuali. Non ci vuole molta fantasia ad immaginare cosa accadrebbe se, all’ improvviso , l’ assistenza sanitaria dovesse essere tutta a carico dei cittadini. In situazioni come queste, anche se lo si ammette poco, deve crescere il controllo sull’ informazione, sulle comunicazioni, sulla libera circolazione dei cittadini. Qualunque sistema di potere sa che deve garantire la calma o meglio la pace sociale. Si alimentano paure sociali tese a giustificare l’ adozione di mezzi di controllo e sorveglianza che in altri contesti sarebbero inaccettabili. Limitazioni al traffico, cablaggio di sistemi di video sorveglianza, controllo delle comunicazioni via rete , progressiva installazione di dispositivi tipo scanner a raggi X, già negli aeroporti, poi nelle stazioni, nelle metropolitane, all’ ingresso dei supermercati, all’ uscita di ogni abitazione etc…. Paradosso che questo alimenta anche un sostanzioso business , solo che alla fine non ti aiuta a fare la spesa.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia