Alternatore auto

Quanti Ampère può generare un alternatore di un'auto media con motore diesel e batteria da 60 Ah al minimo dei giri, diciamo circa 800 giri al minuto?

Lo chiedo perché la mia batteria ha superato i 5 anni di vita e forse è anche ora di cambiarla, visto che all'accensione al mattino sembra che a volte abbia qualche difficoltà a far girare il motore a un numero di giri sufficienti per un buon avviamento con il freddo di questi giorni. E' pur vero che in questo periodo ho usato la macchina solo per brevi tratti cittadini e quindi, in queste condizioni, il motore difficilmente arriva ai 2000-2500 giri, per generare una corrente sufficiente per ricaricare la batteria e alimentare gli accessori (fari, tergicristallo, lunotto termico, luci di stop, condizionatore, che ogni tanto devo usare per disappannare i vetri, ecc). Dovrei quindi capire se è proprio ora di cambiare la batteria o se è solo un problema dovuto ai brevi tratti percorsi (in quest'ultimo caso solo un fatto momentaneo).

lupogrigio1953lupogrigio1953

Pubblicata IL 14/12/2019, ORE 19:35 | Aggiornata IL 15/12/2019, ORE 17:46
3Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 10/01/2020, ORE 17:20

    Appassionato di

    Scopri di più

    Aggiornamento:

     

    Alla fine questa batteria l'ho sostituita. L'ho scaricata con una lampadina di 21 Watt che è rimasta accesa per 11 ore e 1/2, e per buona parte di questo tempo (circa la metà) la tensione misurata è stata massimo di 11 Volt, quindi non in grado di fare il suo lavoro, specialmente all'avviamento, e ancora di più in inverno.

    Facendo un calcolo (pure ottimstico) la batteria era diventata di 20 Ah contro le 60 Ah che era da nuova.

    Quindi andava sicuramente sostituita, e così ho fatto.

    Morale: quando una batteria presenta i primi sintomi di avviamento difficoltoso, con spegnimento delle luci del del quadro, anche di brevissima durata, durante l'accensione stessa, è meglo sostituirla, piuttosto che rimanere in panne.

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 18/12/2019, ORE 17:20

    Appassionato di

    Scopri di più

    Beh, che una batteria duri 10 anni la vedo un po' dura, visto il lavoro a cui è sottoposta. La macchina comunque ha 13 anni, la prima batteria (originale Ford) durò 3 anni; la successiva una Tudor la cambiai dopo 5 anni e ora questa, ancora una Tudor ha appena superato i 5 anni. L'alternatore credo che sia a posto e il motore parte subito, a condizione che naturalmente la batteria non abbia problemi allo spunto. In questi giorni, in cui le temperature sono risalite, l'avviamento è immediato. Ora sto cercando di non usare troppo gli utilizzatori (per fare in modo che la batteria sia ben carica) e se noterò ancora qualche problema cambierò la batteria stessa, anche perché l'obiettivo massimo sarebbe quello di superare questo inverno, ma poi l'anno prossimo, ai primi freddi, dovrei cambiarla comunque per non sfidare troppo la sorte. Comunque è pur vero che un alternatore inizia subito a caricare la batteria, ma è altrettanto vero che a basso numero di giri dell’alternatore stesso, la corrente non può essere quella massima: la corrente di qualunque generatore elettromeccanico dipende dalla velocità del moto (generalmente rotatorio, ma nessuno vieta di usare, ad esempio, un moto di tipo alternativo), cioè dal numero di giri, nel caso di una dinamo o di un alternatore. Sarebbe bello che con pochi giri si ottenessero correnti da paura, ma purtroppo non è così. Con motore al minimo un alternatore fornisce una tensione adatta a caricare una batteria, ma la corrente fornita è proporzionale al numero dei giri. Con una corrente di 10 Ampère, ad esempio, per caricare una batteria scarica da 60 Ah ci vorrebbero 6 ore, senza calcolare un 10-20% che servirebbe in più per compensare il rendimento che certamente non potrà essere del 100%. Ciò che mi stavo chiedendo era se il percorso cittadino di questo periodo, con fari e tergicristalli spesso in funzione a causa del brutto tempo, avesse permesso di ricaricare  correttamente la batteria, oppure se questa ormai ha fatto il suo tempo.

  • mylord611mylord611

    Pubblicato IL 18/12/2019, ORE 11:44

    Appassionato di affari e finanza

    Scopri di più

    Dipende dal tipo di batteria; vi sono batterie "classiche" con piastre di piombo che se manutenzionate regolarmente superano anche i dieci anni di funzionamento, vi sono poi le batterie senza manutenzione, quelle al gel, le batterie adatte allo stop and go, ma diciamo che sono valide e dovrebbero durare altrettanto se non di più ... L'alternatore a differenza delle vecchie dinamo (montato sulle 500 ed auto di quell'epoca) ricarica la batteria anche quando il motore gira la minimo .... questo è uno dei vantaggi dell'alternatore... Esistono dei tester specifici per testare le batterie auto però sinceramente sono strumenti "spannometrici" e non tutti gli elettrauto lo tengono in officina ... se il problema ti si presenta spesso, la batteria è manutenzionata regolarmente, non vi sono dispersioni di corrente all'interno dell'auto, non si dimentica qualche luce accesa o banalità del genere, può darsi che L'alternatore non ricarichi in maniera sufficiente la batteria , quindi bisogna verificare il (regolatore- ponte diodi- spazzole ) dell'alternatore spazzole consumate o diodo bruciato = batteria scarica.. a volte poi il motorino di avviamento fa i capricci ... prova a ricaricare bene la batteria e poi fai una valutazione ..

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia