risposte fuori tema

Più volte ho scritto di “italia novanta di calcio” e di “expo milano duemila quindici”. Da parte mia fornivo i fatti e le fonti di informazione. Chiedevo cosa di concreto fosse uscito dal bidone milanese … cosa di concreto. Quindi resta confermato che le sole cose uscite da expo milano sono state … un alberello arrugginito ed una catena di scarafaggi uniti con lo spago. Mi ero illuso che uscisse … un rotolo di carta igienica con la fiorettatura prevista per noi mancini (in effetti d/b è mancino); un forno a micro onde a pedali; un orologio che gira al contrario, così segna le ore che ci mancano al posto delle ore trascorse … coraggio … poiché da expo milano NON è uscito nulla di concreto e di reale … proviamo a sviluppare la fantasia.- 

dune-buggidune-buggi

Pubblicata IL 08/04/2016, ORE 13:40
7Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 11/04/2016, ORE 21:43

    Appassionato di

    Scopri di più

    Senti dune, non ho nessuna voglia di polemiche, specie dopo essere stato definito uno di "quei due". Io sono solo un utente di Genio che incidentalmente ha idee diverse dalle tue e mi sa che te ne dovrai fare una ragione. E tra l'altro non ho nessuna voglia di fare uno sforzo mentale inutile per far capire qualcosa a chi tanto non vuole capire. Cercare i risultati di una esposizione universale sarebbe come cercare i risultati della pubblicità negli scaffali dei supermercati e per la quale si spendono cifre immense e chi ci spende certe somme non è del tutto stupido come forse pensi tu. Ma fai una cosa, vai su Wikipedia e vai a vedere da solo cos'è una Esposizione Universale. Io ti cito solo un frammento di cosa c' è scritto; per il resto ci devi pensare autonomamente: "...Le strutture espositive di una Esposizione Universale sono normalmente e per la maggior parte temporanee, e vengono smantellate a fine evento. Ciò non succede alle strutture principali (centri congressi, anfiteatri, teatri, padiglioni dei Paesi organizzatori, ecc.) che solitamente sono riutilizzate e riconvertite. Talvolta alcune installazioni sono state mantenute e diventate veri e propri simboli cittadini o nazionali...".

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 11/04/2016, ORE 19:31

    Appassionato di

    Scopri di più

    A questo punto chiedo ai vari i lettori di virgilio genio di intervenire.

     

    Sia lo scorso anno che ora propongo precise domande tecniche. (prima domanda) che cosa di concreto e reale sia uscito da expo milano. Esempio: se entro in un negozio di dischi e chiedo le canzoni del festival, il commesso estrae le dieci canzoni classificate e mi informa che comperandole tutte assieme mi fa lo sconto. Torniamo al reale: più volte ho cercato nei negozi gli oggetti usciti da milano expo, ma nulla si trova poiché nulla è stato prodotto. (seconda domanda) al posto di adoperare terreno agricolo si poteva e si doveva recuperare le vecchie aree industriali riqualificandole ed aggiornandole. (terza domanda) cosa verrà fatto di reale e concreto per ripristinare la zona all’ origine. (quarta domanda) il bilancio di tutto è palesemente passivo. Chi andrà a coprire questo passivo e quando verranno pagati chi ha lavorato.

    Queste sono le domande che continuo a porre dallo scorso anno ed alle quali NON ho ricevuto risposta. Solo e solamente polemica priva di fonti di riscontro. (dove si trovano le fonti di riscontro di “quei due” che mi criticano)

     

    Ora aspetto le risposte dai vari lettori di virgilio genio sui quattro quesiti proposti e cortesemente fornite le (vostre) fonti di informazione. 

  • livanolivano

    Pubblicato IL 10/04/2016, ORE 21:38

    Appassionato di dubbi legali, politici italiani

    Scopri di più

    sono d'accordo con lupo grigio. Le disuguaglianze econoniche sono sempre state alla base di guerre, migrazioni, tensioni: è un pò come la legge fisica per cui il caldo si muove in direzione del freddo e viceversa. Di chi la colpa? Non credo che i ricchi siriani si siano preoccupati per i loro poveri :questo ragionamento penso si possa applicare a tutti i popoli. Adesso sono vittime di un processo politico che li ha espulsi dalle loro case  e che oltre a creare problemi a loro, li sta creando anche a noi : probabilmente se chiedessimo loro se si stava meglio quando si stava peggio la risposta sarebbe scontata. Mi sovvene una gag di Paolo Villaggio -Robin Hood il quale aveva requisito le ricchezze di un signorotto per darle ad un povero il quale , entusiata ,si era messo a gridare :"sono diventato ricco!!". Allora Robin-Villaggio era ritornato indietro per riprendersi tutto. Il paradiso si trova in un posto molto lontano dalla terra. 

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 10/04/2016, ORE 10:48

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dune, se tu non vuoi capire, io mi posso fare anche viola, tanto non capirai. Se oggi puoi uscire con la tua compagna per far colazione in pasticceria, è perché abbiamo raggiunto un benessere che ci permette di avere ben 2 giorni liberi a settimana ed evere un automezzo di trasporto per persona. E se possiamo sfamare 7 miliardi di persone nel mondo è anche grazie alla tanto deprecata tecnologia. I poveri nel mondo ci sono per motivi politici, non per il nostro benessere (vedi cosa succede in Siria, per esempio; potrebbero stare bene loro e far stare meglio anche a noi). Expo fa parte del nostro sistema di vita, criticabile fin che vuoi, ma che oggi ti permette di andare in pasticceria in automobile con riscaldamento, aria condizionata e musica; e puoi anche essere guidato da 4 satelli (in ogni momento) che ti indicano una strada che non hai mai percorso in vita tua. Puoi tornare al mulo, se preferisci; però devi spiegarmi come ti compri i vestiti, le zappe per lavorare la terra, ecc. E per viverci hai bisogno di un territorio sufficientemente ampio; aspetto che mi spieghi dove metti gli altri 6.999.999.999 abitanti della Terra.

    1 commento:

    • livanolivano

      Pubblicato IL 10/04/2016, ORE 21:13

      Appassionato di dubbi legali, politici italiani

      Scopri di più

      sono d'accordo con le considerazioni di lupo grigio. Le disuguaglianze economiche credo siano impossibili da eliminare pur essendo queste da sempre alla base di tutte le tensioni e le guerre. Volendo fare una considerazione realista, non credo che i ricchi siriani si siano mai preoccupati dei loro poveri. Mi viene in mente una gag di Polo Villaggio che faceva Robin Hood :Robin aveva appena requisito le ricchezze di un signorotto per darle ad un povero il quale, contentissimo, urlava "sono diventato ricco". A questo punto Robin-Villaggio era ritornato indietro per sequestrare le ricchezze del nuovo ricco per darle ad un'altro. Io penso che se domandassimo ai siriani se si stava meglio quando si stava peggio la risposta sarebbe scontata :questo per dire che il paradiso non si trova nei paraggi.

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 10/04/2016, ORE 09:11

    Appassionato di

    Scopri di più

    Domenica mattina di sole sulle Alpi bellunesi, dopo la giornataccia del sabato. Uno dei temi meglio riusciti di “expo milano” era stato proprio come nutrire i ricchi impoverendo i poveri. Come distruggere ai poveri le risorse di base, non solo quelle attuali, ma anche quelle future. Così saranno costretti a comperare cibo spazzatura dai ricchi e lavorare gratis la propria terra per produrre ciò che serve ai ricchi. (ecco il riferimento al cotone ed ai bio carburanti) ; (parentesi – hai mai sentito parlare di “coltan” e del Congo). Il bilancio economico ed energetico di expo milano è in passivo: sono stati spesi e consumati più soldi e più energia di quelli/a ricavati/a. Simpatico LupoGrigio prova ad informarti e documentarti. E’ dallo scorso anno che io lo faccio, espongo le notizie e dico che i miei canali di informazione di chiamano “rai tre” ; “la sette” ; “canale cinque” ed anche la stampa veneta locale. Lo sai che i grossi fornitori di cemento, asfalto, tondini di ferro sono stati subito pagati. Mentre le piccole imprese artigiane (venete e non venete) che fornivano materiali propri, maestranze, assistenza di vario tipo aspettano ancora di essere pagate. Nutrire i ricchi affamando i poveri. Questo la vera milano expo – un alberello arrugginito ed una catena di scarafaggi legati con lo spago. Cortesemente (cortesemente) lo ho chiesto numerose volte ma NON hai mai risposto … quali sono i tuoi canali di informazione che definiscono milano expo una … genialata geniale … e quali sarebbero gli oggetti “geniali genialati” da quella parata usciti.

    Ora ti lascio, la mia compagna ha finito di vestirsi e se non faccio presto a portarla il pasticceria per la colazione … le urla le prendo io. (mai fare aspettare la propria compagna).-

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 09/04/2016, ORE 21:31

    Appassionato di

    Scopri di più

    Se uno volesse rispondere a una domanda che va fuori tema, per forza che anche la risposta sarà fuori tema.

    Per esempio, se uno comincia a parlare di Expo e finisce con i biocarburanti in Africa e in Asia, passando per le piantagioni di cotone in CIAD  che utilizzano il lavoro minorile, a meno che uno faccia finta di non leggere la domanda non può non notare che di questo passo non andrebbe bene neanche chiudersi in una fattoria e zappare la terra (rigorosamente a mano, perché negli anni che furono si utilizzava il lavoro animale di mucche, asini e cavalli). Anche così rimarrebbe il piccolo problema di come dar da mangiare a una popolazione mondiale che mi sembra abbia superato i 7 miliardi.

  • livanolivano

    Pubblicato IL 09/04/2016, ORE 09:32

    Appassionato di dubbi legali, politici italiani

    Scopri di più

    caro d/b, mi sembra che te la stia prendendo troppo a cuore; se chi legge la domanda è competente ti risponderà, altrimenti pazienza.

    Piuttosto che scrivere una fesseria è meglio fare una passeggiata. Mi sembra che tu ti stia accollando sulle  spalle tutti i problemi del modo: rilassati.

    ciao

     

    1 commento:

    • dune-buggidune-buggi

      Pubblicato IL 09/04/2016, ORE 12:22

      Appassionato di

      Scopri di più

      Ciao Livano, hai ragione, forse cerco di far osservare le assurdità e gli sperperi del mondo. Ci cono due linee opposte. La mia di soldato, lancia pronta, e quello di (.../...) che trova giusto distruggere ai poveri per far arricchiere i ricchi. Un saluto al Friuli, da molti anni non lo frequento più, ed alla città di Palmanova.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia