Il paradosso della nave di Teseo

Plutarco racconta che la nave che condusse il mitico eroe Teseo fino a Creta dove uccise il Minotauro fu conservata intatta per secoli dai cittadini di Atene che provvedevano a sostituire i pezzi a mano a mano che questi si deterioravano.  Si arrivò così al momento in cui tutte le parti usate in origine per costruire la nave risultavano sostituite, anche se la nave conservava esattamente la sua forma originaria.

La domanda è: al termine delle sostituzioni delle parti, la nave di Teseo era ancora la stessa nave di partenza?

 

E noi siamo ancora il "noi" che eravamo da bambino?

 

dottoecottodottoecotto

Pubblicata IL 29/10/2015, ORE 15:06
10Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 29/10/2015, ORE 15:58

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciao Dotto, un cordiale saluto da d/b - sulla rivista "Riza psicosomatica" diretta dallo psicologo "Raffaele Morelli" veniva descritto un esperimento fatto con delle scimmie. (vado a memoria, quindi potrei essere un poco sgrammaticato). Un gruppo di dieci scimmie era chiuso della loro ampia gabbia con al centro una scala di quelle da casa. Sopra la scala un casco di banane. La scimmietta più intraprendente si arrampica sulla scala, per prendere una banana. Subito le altre scimmie vengono spruzzate con dell’ acqua. Il giorno dopo l’ esperimento riprende ed anche in quella occasione quando una scimmia si arrampica sulla scala, subito le scimmie vengono spruzzate. Le scimmie associano lo spruzzo alla scala (alla scala e non alle banane). Quindi prendono paura e non salgono più la scala. La scimmia dell’ altra volta viene sostituita con una nuova e quando si avvicina alla scala viene aggredita a pestata dalle compagne. L’ esperimento prosegue sostituendo giorno dopo giorno una scimmia. Dopo dieci giorni tutte le scimmie sono nuove e viene introdotta una undicesima scimmia nuova ed estranea ai fatti. Quando si avvicina alla scala le compagne la fermano e la pestano senza sapere il motivo poiché sono tutte nuove e convinte che sia la scala a scatenare l’ acqua e non il prendere le banane. (scusa se mi sono espresso male, ma la sostituzione trave dopo trave della nave mi ha fatto venire in mente le scimmiette. Del resto le travi della nave sono nuove … ma la struttura, la forma e la funzione della nave rimane uguale). Prova a pensare anche a certi trapianti di organi e tessuti del corpo umano, dopo un anno dal trapianto iniziale quel tessuto trapiantato è già stato sostituito dalle nostre cellule rigenerate. Nel momento del trapianto avevamo bisogno di un “rappezzo” per chiudere il buco. Ciao Dotto ed a presto da d/b.-

    2 commenti:

    • 100try100try

      Pubblicato IL 29/10/2015, ORE 16:16

      Appassionato di

      Scopri di più

      interessante, non conoscevo questo esperimento! Ma intendi anche dire che secondo te alla fine più che la coscienza sono le cellule e quindi la corporalità stessa a contribuire al senso di continuità?

    • dune-buggidune-buggi

      Pubblicato IL 29/10/2015, ORE 16:29

      Appassionato di

      Scopri di più

      Ciao 100try e ben sentita per la prima volta. Varie volte quando cambiamo lavoro e cerchiamo di portare un nuovo metodo, veniamo aggrediti e fermati senza motivo. Nessuno sa spiegarci ... non solo ciò che stiamo facendo, ma anche perché loro ci fermano e ci aggrediscono. Ciao ragazza ed alle prossime.-

  • livanolivano

    Pubblicato IL 27/04/2016, ORE 08:35

    Appassionato di dubbi legali, politici italiani

    Scopri di più

    io credo che la nave di Teseo originale sia la vera nave, le altre sono copie. Un'opera contiene in sè anche la tecnologia con la quale è stata fatta oltre ovviamente all'abilità dei maestri d'ascia del tempo. Lo stesso paragone potremmo farlo con il tempio di Abu Simbel, ricostruito nel 1960 circa per salvarlo dalla costruzione diga di Assuan. Quando andiamo a visitare quest' opera gigantesca e magnifica, ci dobbiamo inchinare sia all'ingegno degli architetti e ingegneri dell'epoca, sia alla competenza di coloro che l'hanno spostata: la seconda comunque non è l'originale perchè fatta con gli stessi pezzi ma con altre conoscenze, con altri sacrifici, con altro sudore, con altre tragedie.

    ciao

  • rubi12rubi12

    Pubblicato IL 26/04/2016, ORE 21:30

    Appassionato di lavoro e concorsi

    Scopri di più

    Una parte di noi resta bambino.

     

  • rubi12rubi12

    Pubblicato IL 26/04/2016, ORE 21:28

    Appassionato di lavoro e concorsi

    Scopri di più

    Una parte di noi resta bambino.

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 30/10/2015, ORE 12:35

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dotto e pure cotto (scherzo!), io ci sono da parecchio qui su Genio con i nick pippo014, poi pippo0014, poi questo che ho ora. Me ne sono andato per i malfunzionamenti del sito, ma tornato proprio grazie alle persone come te e come altri. Persone che altrove non ho trovato. Molti se ne sono andati, alcuni continuo a sentirli, ma sono sicuro che tornerebbero se solo riuscissimo a rilanciare questo sito. Ma dovremo essere noi utenti perché i proprieteri da questo orecchio non ci sentono.

  • dottoecottodottoecotto

    Pubblicato IL 30/10/2015, ORE 10:14

    Appassionato di attualità e politica, cultura, letteratura, sport, storia, tecnologia

    Scopri di più

    Wow, grazie a tutti per le interessantissime risposte. A volte Genio, grazie a persone come voi, è davvero un bel posto in cui passare il tempo smiley

  • lupogrigio1953lupogrigio1953

    Pubblicato IL 29/10/2015, ORE 21:49

    Appassionato di

    Scopri di più

    Per me quella non è più la nave di Teseo. Per quanto riguarda "noi", il discorso mi pare un po' più complesso e occorre prima rispondere a un'altra domanda: noi siamo un solo essere vivente oppure siamo un insieme di esseri viventi organizzati tra loro (le cellule)? Le nostre cellule un po' alla volta muoiono e vengono sostituite da altre, ma le nuove "collaborano" con quelle preesistenti mantenendo le "informazioni" come si trattasse di una specie di software; in altre parole, l'hardware viene sostituito continuamente, ma il software rimane lo stesso, pur evolvendosi continuamente per via della conoscenza e dell'esperienza. Detto in altre parole, l'individuo non è le cellule che lo compongono, ma l'intelligenza (consapevole o meno che sia) che lo tiene insieme e che lo coordina.

     

    PS: Tutto quanto sopra, ovviamente, secondo me che tra l'altro non ho nozioni di biologia, dunque senza alcuna pretesa.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia