comincino i bla/bla a dare l' esempio

clandestini tornate a casa e subito, anzi neppure dovete partire - vescovi e cardinali; politici e loro gregari; persino giornalisti, cantanti ed altri "perditempo" squittiscono dicendo che bisogna accoglierli e mantenerli. Per quale motivo non cominciano loro (vescovi, cardinali, politici e gregari, giornalisti, cantanti, perditempo, ecc/ecc) ad accogliere e mantenere a loro spese quelli che arrivano con i barconi ... ripeto ... perché non cominciano proprio essi a dimostrare con i fatti - Bene fa Matteo Salvini a dire ... ruspe in azione.-  

dune-buggidune-buggi

Pubblicata IL 20/06/2015, ORE 12:56
4Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 23/06/2015, ORE 15:18

    Appassionato di

    Scopri di più

    Rimane il fatto - i soldi per salvare la Grecia NON si vogliono trovare, mentre quelli per incoraggiare e favorire l' arrivo di nuovi invasori si trovano tutti e subito. 

  • nevealsole8nevealsole8

    Pubblicato IL 23/06/2015, ORE 11:58

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciao, personalmente credo che si possa discutere, con la propria coscienza, cosa sia giusto e cosa no. Di sicuro credo sia un problema serio che debba essere affrontato in modo serio da tutta Europa, ma in generale da tutto il mondo, non lasciando sola l'Italia.

     

    Detto questo però è anche vero che la storia dei 30 euro è una bufala. Consiglio di leggere questo articolo (butac.it/euro-agli-immigrati/) o comunque fare una ricerca su google. 

    Il punto è che i 30 euro non arrivano al migrante ma alla struttura che li accoglie, a parte 2,5 euro al giormo che vengono dati al migrante. E questi soldi non sono spesi dall'Italia ma da uno specifico fondo internazionale e non potrebbe essere devoluto in ogni caso alle famiglie italiane. Ecco alcuni punti dell'articolo:

     

    "Queste strutture ricevono 30 euro a profugo che viene ospitato, 30 euro con cui devono farci stare dentro l’affitto del locale, le spese di gestione dello stesso, la pulizia, il vitto e 2,50 al giorno da dare al facente richiesta. Quindi quella citata non è la cifra che viene data all’ospite straniero (che riceve “solo” 2,50€ al giorno e 15 euro di carta telefonica una tantum), ma la cifra che s’intasca la struttura che offre l’accoglienza…anche usare la parola s’intasca è errato, quanto sono 30 euro al giorno per un mese? Circa 900 euro, a cui vanno sottratti 75+15 (2,50*30gg+ tessera telefonica), ne restano 810, con cui io struttura devo provvedere a vitto, alloggio e abbigliamento, oltre ad assistenza in lingua…in tasca anche alla struttura credo rimanga proprio poco"

     

    "Oltre al fatto che queste cifre che vengono erogate dallo stato vengono SEMPRE da fondi in compartecipazione con gli altri paesi membri dell’Unione Europea, fondi che sono già stati stanziati per quelle finalità e non possono andare ad aiutare eventuali famiglie d’italiani in crisi."

     

     

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 22/06/2015, ORE 19:43

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciao Ceraunasvolta e ciao Livano da d/b - fuggire per fare i mantenuti a trenta euro al giorno a spese nostre, certe cose avvengo solo in italia. Fuggire da una guerra ... i nostri partigiani non fuggivano davanti ai crucchi, ma pestavano duro. Ciao, un 73.51 a tutti.- 

  • Ciao D/b, ti seguo da tanto tempo molto volentieri e mi trovo molto spesso in accordo con te, con le tue risposte e con le canzoni/poesie/storielle che ogni tanto pubblichi e fanno pensare. 

    Sui migranti non concordo invece - in generale - con la tua posizione e sposo questo discorso di Cecilia Strada

     

    Perché non ospiti i profughi a casa tua? E perché dovrei? Vivo in una società e pago le tasse. Pago le tasse così non devo allestire una sala operatoria in cucina quando mia madre sta male. Pago le tasse e non devo costruire una scuola in ripostiglio per dare un’istruzione ai miei figli. Pago le tasse e non mi compro un’autobotte per spegnere gli incendi. E pago le tasse per aiutare chi ha bisogno.

    Ospitare un profugo in casa è gentilezza, carità. Creare – con le mie tasse – un sistema di accoglienza dignitoso è giustizia. Mi piace la gentilezza, ma preferisco la giustizia.

    1 commento:

    • livanolivano

      Pubblicato IL 22/06/2015, ORE 13:17

      Appassionato di dubbi legali, politici italiani

      Scopri di più

      il tuo commento è pertinente,generoso e condivisibile.La difficoltà nasce dal fatto che le regole che governano la civile convivenza sono fatte per funzionare se non si supera un determinato coefficiente che rappresenta il numero max. di persone che un territorio riesce a sopportare.Questa regola vale per anche per gli animali e le piante che lottano aspramente tra di loro per sopravvivere.Vale anche per i migranti che,trovandosi in soprannumero sul loro territorio cercano altri equilibri. Valeva anche per gli indigeni delle americhe,sopraffatti da altri disgraziati provenienti dall'europa.Cosa fare dunque quando si leggono numeri preoccupanti che forse prefigurano un nuovo 1492?Dico forse perchè non ho la verità in tasca,ma la preoccupazione si. stammi bene

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia