NON è ancora finito e già si rompe

NON è ancora finito e già si rompe - il mose di Venezia non è ancora completato e già le dighe mobili sono arrugginite e bloccate. La expo di Milano non è ancora completata (anzi manca molto a completarla) e già comincia a vacillare. La ricostruzione del post terremoto crollava man mano che veniva costruita. Le gallerie della tav val Susa fanno acqua e presentano danneggiamenti mentre procedono (sembra che i viadotti NON siano in asse con le gallerie medesime) ... aveva ragione Epicuro di Samo (trecento anni avanti Cristo) ... è preferibile che un buon progetto non abbia luogo, piuttosto che venga realizzato un progetto dissennato. (il disastro del Vajont a Longarone non ha insegnato nulla). 

dune-buggidune-buggi

Pubblicata IL 07/11/2014, ORE 20:34
4Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • mylord611mylord611

    Pubblicato IL 20/11/2019, ORE 08:14

    Appassionato di affari e finanza

    Scopri di più

    Il M.O.S.E. è solamente un enorme macchina mangia soldi un progetto faraonico nelle spese che non ha mai funzionato e non funzionerà mai !!! . ma secondo voi si può fermare " un alta marea" con dei bidoni di ferro ? ed il principio dei vasi comunicanti dove lo mettiamo ? (fenomeno evidente dall' acqua che sgorga spontanea dal sottosuolo)... ed ora ci vogliono i soldi per la manutenzione?  in Olanda funzionano , ma in Olanda le cose sono fatte diversamente molto diversamente penso che il comune di Venezia dovrebbe valutare la possibilità di chiedere i danni materiali a questo gruppo di scienziati ...

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 15/11/2019, ORE 08:39

    Appassionato di

    Scopri di più

    L’ alluvione di Venezia di questi giorni ricorda la simile dei primi di novembre del sessantasei. La responsabilità appartiene in primo luogo a coloro che hanno costruito a base di cemento e ristretto la laguna interna. Impedendo di fatto che le marre potessero espandersi internamente senza creare danni alla città. Tutto il petrolchimico ed altre industrie andavano costruire altrove, non il lagna. Poi l’ ultima volta che i canali della città sono stati dragati risale a prima della guerra. (i vecchi del posto lo ricordano). Gli antichi veneziani della Serenissima avevano capito che i fiumi che arrivavano in laguna andavano deviati direttamente in mare. (Sile, Piave, ed altri, vedere le ricostruzioni storiche). Vengo ora al “mose” o se preferite “m.o.s.e. si tratta di un progetto ed una realizzazione sbagliata in partenza. In Europa esistono altri tre esempi di dighe mobili. In Olanda, in Francia, in Inghilterra. Ma li motori, cerniere, perni di rotazione non sono immersi, ma fuori dall’ acqua. Vi pensate al sistema per pompare aria all’ interno delle paratie … da ridere. In modo particolare quando sono arrugginite, sommerse di sabbia, bloccate per altri motivi, compreso il fatto che si sono inclinate e si incastrano le une con le altre. – nell’ isola di SAMO (tra la Grecia e la Turchia) trecento anni avanti Cristo un saggio filosofo diceva – è preferibile che un buon progetto non abbia luogo, piuttosto venga realizzato un progetto dissennato – la diga del Vajont a Longarone e le dighe mobili di Venezia lo sono entrambe. Ed entrambe sono … dighe.- Un saluto da d/b oggi venerdì quindici novembre.- 

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 14/02/2015, ORE 18:06

    Appassionato di

    Scopri di più

    domanda secca e precisa - la non ancora completata expo milano, quanto potrà restare in piedi, prima di rompersi. 

  • dottoecottodottoecotto

    Pubblicato IL 10/11/2014, ORE 12:08

    Appassionato di attualità e politica, cultura, letteratura, sport, storia, tecnologia

    Scopri di più

    Per qualcuno, sicuramente, quei progetti vanno benissimo. Per qualcuno, in particolare per le sue tasche, quei progetti vanno benissimo, e il resto, a loro, conta poco.

    Anche se l'Italia non dovesse sopravvivere a se stessa, loro cadrebbero in piedi, nel campo da golf in Svizzera o nella piscina alle Cayman...

     

    1 commento:

    • dune-buggidune-buggi

      Pubblicato IL 10/11/2014, ORE 16:16

      Appassionato di

      Scopri di più

      Ciao Dotto e ben sentito. I ponti sul fiume Piave (Maserada e Cimadolmo) li hanno fatti nel 1970 (mille novecento settanta) da allora ad oggi li hanno rifatti ben sei volte poiché i piloni dei due ponti sono sotto dimensionati e non in asse con le travi dei ponti medesimi. Ciao, a presto da d/b.-

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia