Come si curano i calcoli renali?

Ciao, circa un mese fa ho avuto una brutta colica renale dovuta all'accumulo di alcuni calcoli nel rene destro. Ho provato un dolore acutissimo, senz'altro il più forte della mia vita, e mi sono spaventata moltissimo. All'improvviso il dolore mi ha colpito al fianco e verso l'inguine, un dolore così forte da togliermi il respiro. Poi non ho più sentito la gamba destra, non riuscivo nemmeno a sollevarla, e sono stata portata al pronto soccorso d'urgenza con conseguente ricovero di 3 giorni. Un'esperienza orribile che non vorrei si ripetesse mai più. Temo che uno dei calcoli sia ancora nel rene destro. A 25 giorni di distanza mi chiedo se ci sia ancora qualcosa che posso fare per eliminare per sempre questo calcolo evitando l'insorgere di nuove concrezioni calcaree...

sirenetta120sirenetta120

Pubblicata IL 22/06/2011, ORE 10:39 | Aggiornata IL 22/06/2011, ORE 11:33
5Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Per ''Sirenetta120''. Spero che la mia risposta Le sia utile.Le dò questa notizia per esperienza diretta .Circa 40 anni fa, un mio vicino di casa, aveva problemi serissimi di calcoli al rene, i dolori erano fortissimi,tant'è vero che il suo medico gli prescriveva di continuo la morfina. Un giorno ,un mio cugino che abitava in Belgio ci parlò di un farmaco in pillole ,si chiama ''UROCALCUL'', dicendoci che era il farmaco giusto per quella persona. Se lo fece ritirare, e assumendo quelle compresse, nell'arco di una settimana, espulse tutti i suoi calcoli e guarì completamente, riprendendo la sua vita normale , e ringraziandoci continuamente per averlo salvato. Qualche anno dopo, alcuni malati affetti  da questa patologìa, presero questo farmaco , eccedendo nelle dosi,e morirono. Il Ministero della Sanità , lo tolse dalla circolazione, e quì in Italia , non si trova più. Può darsi che in Belgio,Francia o in altri Paesi esteri sia ancora reperibile, se ha qualche conoscente se lo faccia mandare, è veramente miracolo ! Non ecceda però nelle dosi ! Le auguro che questa mia risposta Le sia veramente utile .Tanti auguri ! 

    1 commento:

    • ziccazicca@vziccazicca@v

      Pubblicato IL 06/10/2011, ORE 08:57

      Appassionato di

      Scopri di più

      Ho 50 anni e per la prima volta ho avuto una colica renale il 23 maggio di quest'anno. Ho provato il dolore più forte di tutta la mia vita che mi ha costretto ad andare al pronto soccorso.

      Sono stato curato con flebo e antidolorifici senza risolvere però il problema. Per caso appresi da un mio amico dell'esistenza di un farmaco che scioglieva i calcoli renali che, purtroppo, non era commercializzato in Italia.

      Dopo varie ricerche l'ho trovato presso la farmacia del Vaticano si chiama Rowatinex.

      Sei scatole  le ho pagate 50 euro, così mi spiegai il motivo per il quale non era commercializzato in Italia, il costo è troppo basso.

      E' stato miracoloso, il calcolo che avevo nell'uretere destro dopo la prima scatola è scomparso.

      Stessa esperienza l'ha avuta la moglie del mio amico che mi consigliò il farmaco che aveva un calcolo di 1 (uno) centimetro, che con l'assunzione di detto farmaco lo ha letteralmente sciolto.

  • bonsantibonsanti

    Pubblicato IL 09/07/2011, ORE 14:37

    Appassionato di

    Scopri di più

    BERE MOLTA ACQUA ALMENO 2,5 LITRI NELLE 24 H

  • serendipitieserendipitie

    Pubblicato IL 22/06/2011, ORE 11:20

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il consiglio migliore è bere molta acqua e ridurre l'apporto di proteine animali e sale!

    I calcoli sotto gli 8 mm vengono in genere espulsi da soli o al massimo assumendo dei farmaci sotto prescrizione medica che dilatano la vescica.

    Se sei stata in ospedale per 3 giorni evidentemente devi fare molta attenzione e tenere sotto controllo il rene. Immagino che i medici che ti hanno curata ti abbiano detto di fare alcuni controlli come ecografia al rene e RX all'addome per controllare che sia avvenuta l'espulsione dei calcoli.

    In presenza di calcoli sopra gli 8-10 mm, se non sei riuscita a espellerli da sola, l'urologo valuterà se optare o meno per la litotrissia extracorporea o l'ureteroscopia. Successe a mia madre qualche anno fa e ricordo che fece una litotrissia, ovvero un'emissione controllata di onde d’urto che colpiscono e frantumano il calcolo. Trovi info aggiuntive qui.

  • zingarella4zingarella4

    Pubblicato IL 22/06/2011, ORE 11:05

    Appassionato di

    Scopri di più

    Limita molto il consumo di tè, caffè e succhi di frutta che contengono molti ossalati - se i tuoi calcoli sono composti da ossalato di calcio il consumo di queste sostanze andrebbe limitato ancora di più.

    Alcuni alimenti da agguingere alla tua dieta:

    • cipolla, ha un potente effetto diuretico e favorisce l'eliminazione dell'acido urico
    • prezzemolo, favorisce la diuresi eliminando piccoli calcoli renali
    • sedano, utile in caso di calcoli renali ed insufficienze epatiche
    • carciofo, cavolo, mela e ortica aumentano l'escrezione di urina

    In generale, bevi molta acqua in modo che il volume urinario sia di 2 litri nell'arco delle 24 ore. Se le tue urine sono di colore giallo scuro aumenta l'apporto idrico finché non diventano di un colore giallo molto pallido, quasi trasparente. Fai in modo che le tue urine mantengano SEMPRE questo aspetto.

    Se fai un pasto abbondante, continua a idratarti molto specie di notte e/o se hai episodi di diarrea o vomito. Anche in presenza di sudorazione eccessiva (specie dopo una camminata sotto il sole o attività fisica), assicurati che l'apporto d'acqua sia costante.

  • zarrahzarrah

    Pubblicato IL 22/06/2011, ORE 10:42

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il dolore che hai provato è dovuto al passaggio dei calcoli nell'uretere ed è proprio questo movimento che ha generato la dilatazione del rene e i forti spasmi. Lo so perché sull'argomento mi sono fatta anch'io una certa cultura qualche anno fa dopo che ho dovuto accompagnare d'urgenza il mio ragazzo in ospedale, proprio come te. E noi eravamo in campeggio. Non ti dico che calvario! Non è un caso comunque che a entrambi sia capitato d'estate - succede a molti perché il caldo favorisce la disidratazione, specie se non si è soliti bere molto.

    Il motivo per cui si formano i calcoli è la conseguenza di uno squilibrio delle sostanze che compongono l'urina, ovvero "calcio, ossalato, acido urico, fosforo e cistina". Se queste sostanze si concentrano troppo si vanno a formare delle concrezioni che possono misurare fino a qualche cm.

    Per contrastare sia l'insorgenza di nuovi calcoli sia l'espulsione di quelli già presenti nel tuo organismo puoi aiutarti bevendo molta acqua (almeno 2litri-2 litri e mezzo al giorno) e consumando alimenti che contengono potassio, citrato e magnesio.

    Cibi ricchi di potassio: quinoa, avocado, bacche di goji, patata, zucca, banana, lievito di birra, cacao, stoccafisso, frutta secca, datteri, castagne, albicocche, anche secche, legumi, carne, trota, merluzzo, sgombro, luccio, birra, vino e caffè

    Cibi ricchi di magnesio: cereali integrali, frutta secca, vegetali a foglie verdi e banane, carne, latte e pesce

    Cibi ricchi di citrato: in particolare succo di limone e arancia

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia