Fisco

Domanda stupida; ma se queste nuove tasse servono per pagare i servizi più vari ( raccolta rifiuti, illuminazione stradale, polizia locale etc), allora le tasse che già ci vengono prelevate sotto forma di IRPEF (imposta sul reddito) a cosa sono destinate? Solo per il mantenimento della macchina statale? visto che strade, ospedali, ferrovie, aerei, sono in condizioni disperate. Sarò un qualunquista, ma credo proprio che almeno il 50% del debito pubblico si trovi in qualche banca delle Isole Cayman o in altri paradisi fiscali, alla faccia dei nostri bisogni primari.

nickname4800nickname4800

Pubblicata IL 16/10/2013, ORE 15:39
9Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    franco1939394franco1939394

    Pubblicato IL 17/10/2013, ORE 09:41

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dove si trovi non te lo posso assicurare ma certamente quello che paghiamo serve a mantenere lusssuosamente la casta e i suoi complici. Enti inutili,assunzioni di comodo,ecc. peraltro se non pagassero i loro elettori starebbero tutti a casa.

     

  • antonio4164antonio4164

    Pubblicato IL 04/12/2013, ORE 19:38

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il politico è un ottimo comunicatore: ti vende un cetriolo convincendoti che si tratta di un bastone moralizzatore, poi ottenuto il prezzo (il voto) il cetriolo ridiventa cetriolo con la sua unica funzione.

  • acerasaceras

    Pubblicato IL 22/11/2013, ORE 15:52

    Appassionato di

    Scopri di più

    Nel  governo i nostri politici non sono economisti, quindi bisogna assumere  delle consulenze, che si rivelano costosissime ,  per  far funzionare  lo stato  e di queste agenzie ce ne sono parecchie, che associate  a quelle che fanno preventivi per le spese  per sapere  quanto viene a costare  un ponte,  o altre  strutture si mangiano  con i nostri politici  l'ammontare e più  delle tasse,  troppo costoso l'apparato  statale

  • cogitoergos5cogitoergos5

    Pubblicato IL 19/11/2013, ORE 18:43

    Appassionato di

    Scopri di più

    In un paese dove la classe politica bizantineggia da mane a sera, dove il facile diventa difficile attraverso l'inutile, dominata dagli azzeccagarbugli di turno non vedo via d' uscita. L' unica risposta giusta sarebbe quella di azzerrare tutto (burocrazia in primis, vero cancro dell' Italia).  Riscrivere le regole dove se si dice bianco è solo bianco (come il solfato di bario) e non beige, glassè e chi più ne ha più ne metta. Insomma niente più codicilli e leggine che stravolgono ogni significato di una legge originaria!  Elimininazione dei 20 governi regionali, accorpamento delle provincie al posto delle regioni. Informatizzazione capillare di tutti gli uffici pubblici. Poter scaricare l'iva al 100% per stanare gli evasori (liberi professionisti, meccanici, idraulici, ecc). Lo stato perde il 20% ma guadagna l'80%  del nero emerso. Attualmente ci rimette il 100% del nero. Eliminare l' irap alle aziende industriali che, con artigianato e agricoltura sono le SOLE fonti di ricchezza che abbiamo.

    1 commento:

  • villettafiori1villettafiori1

    Pubblicato IL 14/11/2013, ORE 08:49

    Appassionato di

    Scopri di più

    Tutto viene pilotato dai politici per conservare i benefici acquisiti. Tagliare gli enti inutili (province, comunità montane ed altro ancora). Vi sembra logico che la valvola di sfogo dei politici trombati venga eliminata con un colpo di spugna? La legge di stabilità ha rimandato l'abolizione delle province e non si farà in tempo ad approvarla per evitare le elezioni di primavera. C'è un motivo? Riflettiamo e deduciamo.

  • riccalriccal

    Pubblicato IL 11/11/2013, ORE 14:47

    Appassionato di

    Scopri di più

    E' proprio così. Ma noi seguitiamo a definirci un "Paese Democratico e Libero". Ma di fare che? 

    A molti però fà comodo così!!

  • elena1069elena1069

    Pubblicato IL 28/10/2013, ORE 17:19

    Appassionato di

    Scopri di più

    Quello che posso dirti è che le strade, le ferrovie competono ai Comuni che grazie al federalismo fiscale prima (voluto dalla Lega e Pdl), gli interventi del Governo Monti poi non ricevono più un euro dallo Stato centrale e, se non hanno i conti in ordine quelli che hanno in cassa non li possono nemmeno spendere. Siamo stritolati da un groviglio di leggi, a volte contraddittorie, incastonate una sull'altra che rovinano il servizio pubblico che il cittadino riceve in tutti i settori dalla scuola, alla sanità, ai trasporti.

    Paghiamo e veniamo fregati sempre di più: ci danno il contentino di 15 euro in busta paga (per chi il lavoro lo ha, quindi non per tutti!) e dall'altro chissà cosa ci toglieranno? Cosa ci costerà? Quale sarà la prossima tassa quella sull'aria?

     

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia