Joseph Stiglitz: "Crisi economica è un disastro creato dalla moneta unica". Quali le vie d'uscita? Meglio uscire dall'euro?

Joseph Stiglitz, premio Nobel per l'economia, ha lanciato un nuovo allarme sulla crisi economica: è la moneta unica la chiave di tutti i problemi. Secondo lui "E' un disastro provocato dall'uomo e soprattutto dall'euro. Ma abbiamo abbastanza solidarietà per cercare di dare vita davvero al progetto dell'euro". 

 

L'economista riconosce infatti che le politiche di austerity fino ad ora portate avanti hanno creato una situazione di depressione che sta costando molto anche in termini di capitale umano. E' palese che la moneta unica abbia fatto emergere divisioni fra i Paesi europei che sono diventati col passare del tempo sempre più evidenti a causa di Paesi in surplus e in deficit: tutto ciò è politicamente inaccettabile. 

 

Quali soluzioni per potere uscire dalla crisi? Fino a che punto per i paesi più indeboliti dalla crisi è possibile continuare con l'austerity? Non sarebbe meglio uscire dall'euro?

ballerino198ballerino198

Pubblicata IL 04/03/2013, ORE 10:39 | Aggiornata IL 04/03/2013, ORE 10:45
72Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    maurizietto27maurizietto27

    Pubblicato IL 04/03/2013, ORE 10:43

    Appassionato di

    Scopri di più

    Di questi messaggi sono ormai mesi che si sente parlare ma è sempre bene rinnovare questi messaggi per non far calare l'attenzione su ciò che è importante inerente alla crisi economica. L'austerità ha portato a un crollo (anzi ad un tracollo) dell'economia di stati come Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Irlanda e Cipro dove la dissocupazione è salita a livelli vertiginosi, il potere d'acquisto dei cittadini è crollato, la pressione fiscale ha prosciugato il loro portafoglio ed intaccato i loro risparmi. E tutto con il grande obiettivo di perseguire il pareggio in bilancio

     

    Ma Stiglitz non è l'unica voce eccellente che ha lanciato messaggi contro la moneta unica. Per esempio Lars Seier Christensen, co-amministratore delegato della banca danese Saxo Bank, che afferma che "L'Euro è spacciato e destinato al fallimento". L'uscita dalla moneta unica dei paesi più deboli (soprattutto quelli del Sud Europa) è sicuramente uno scenario che non va sottovalutato come non va sottovalutato il fatto che, se tale scenario si avverasse, la crisi che colpirebbe la Francia sarebbe catastrofica e neanche la Germania sarebbe in grado di fare nulla. 

     

    Christensen sostiene che il progetto della moneta unica è stato fin qui sostenuto per ragioni principalmente politiche e non economiche e proprio che dietro all'Euro non ci sia una vera unione politica è sicuramente un fattore negativo.

     

    L'ecomomia perde quota e di conseguenza la disoccupazione sale ma i governi anzichè aiutare i disoccupati con politiche di crescita e sgravi fiscali vanno in aiuto delle banche per salvarle. Basta vedere quanti milioni sono stati elargiti dalla Bce a Grecia e Spagna per il salvataggio delle imprese bancarie (che altrimenti sarebbero fallite da tempo) a fronte di imposizioni inacettabili da parte dei governi filo-europeisti nei confronti dei cittadini. Ma tutto questo non può durare a lungo perchè i pericoli di rivolte sono sempre più concreti.

    7 commenti:

    • aspasia714aspasia714

      Pubblicato IL 06/03/2013, ORE 23:07

      Appassionato di

      Scopri di più

      Ottima risposta, molto chiara. Vorrei chiedere: E se la BCE desse agli Stati (tutti indebitati con le imprese!!) oltre che alle banche? Non sarebbe auspicabile per salvare imprese a migliaia, che hanno dovuto chiudere e licenziare per le somme dovute loro dallo Stato???

    • ine-4044greblaine-4044grebla

      Pubblicato IL 12/03/2013, ORE 17:50

      Appassionato di

      Scopri di più

      Le banche hanno una enorme colpa perchè si sono indebitate tutte operando nella finanza, nei derivati per speculare, rimanendo invischiate in investimenti pericolosi, anzichè a fare il loro dovere di sostenere l' economia delle imprese e delle famiglie, inoltre hanno sprecato miliardi di € in stipendi e buonuscite a migliaia di menager incapaci ed inutili.

    Leggi tutti i commenti

  • luisavallarelliluisavallarelli

    Pubblicato IL 17/03/2013, ORE 08:57

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dio fece l'uomo e vide che era cosa buona.

    L'uomo fece l'euro e in principio era cosa buona.

    I principi costitutivi dell'unità europea sia dal punto di vista politico che sociale erano buoni, ma con l'introduzione dell'euro hanno trovato cattiva applicazione con la conseguenza che si sta creando una profonda disparità e disuguaglianza tra gli Stati membri. L'uomo e alcuni Stati europei non sono cosa buona e fanno i prepotenti: su queste basi non c'è unità e quindi, per me, sarebbe meglio che ogni popolo ritorni alla propria sovranità nazionale.

  • bblapinetadiregbblapinetadireg

    Pubblicato IL 13/03/2013, ORE 22:39

    Appassionato di

    Scopri di più

    Altro film-  titolo-    La caduta dei dinosauri.

        I pezzi grossi USA ed Europei  pensano che se loro comprano le merci in estremo oriente possono lucrare di più rispetto le merci occidentali e  questo fanno.  All'inizio ilo gioco funziona, ma  di seguito accade che in occidente si è creata  molta disoccupazione e non vi sono molti soldi come prima,  si abbassano i consumi e diminuisce la domanda di merci anche quelli di prima necessità, la crisi si avvita su se stessa  ed i mercati crollano completamente.  che fare adesso?

  • vincenzo1539vincenzo1539

    Pubblicato IL 13/03/2013, ORE 09:56

    Appassionato di

    Scopri di più

    Certo che sarebbe un disastro in questo momento uscire dall'€uro . Perchè ! Per fare un esempio è come se andassimo in banca a cambiare della valuta straniera con quella nostra e poi ritornassimo a ricambiarla nuovamente in valuta straniera , questo è solo empiricamente un esempio semplicistico ,ma per far capire cosa succederebbe . Il problema è un'altro BISOGNA FERMARE IL STRAPOTERE delle MALEDETTE BANCHE . COME? PREMETTO non è il debito pubblico che sta strozzando i vari stati ma gli interessi debitori che hanno accumulato negli anni che stanno massacrando gli stati .  Riprendo da COME ? SEMPLICE il governo o i governi tutti dovrebbero imporsi in modo autoritario nei confronti delle BANCHE STROZZINE nel seguente modo : tutti gli interessi debitori che i vari governi hanno accumulato negli anni devono essere riassorbiti dalle banche stesse visto che le stesse hanno stampato milioni di euro virtuali i quali hanno generato questo disastro e da questi le banche hanno ottenuto tanto tutto e di piu' . Dunque parola d'ordine FERMARE LE BANCHE e il STRAPOTERE

  • verrusio1verrusio1

    Pubblicato IL 13/03/2013, ORE 09:00

    Appassionato di

    Scopri di più

    E' evidente che il ritorno alla lire sarebbe più opportuno. Verrusio Roberto

  • giovanni2537giovanni2537

    Pubblicato IL 13/03/2013, ORE 07:28

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il disatro è causato dall'uomo con la sua avidità di denaro. Non è l'euro che causa disatri. Avere una moneta ho un'altra non cambia niente. Il disatro è causato da politiche sbagliate e restrittive volute da politici ed economisti improvvisati. Se non si puo' spendere tutto il commercio si ferma. E se la gente non ha soldi non puo' spendere. E' il cane che si morde la coda.

  • ferdinando168ferdinando168

    Pubblicato IL 13/03/2013, ORE 00:24

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dov'era quando la crisi è partita dagli USA.............dormiva ?

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia