Distratti e geniali?

Perché quando si cerca una soluzione e si riflette su un'idea non si arriva mai a nulla, mentre le intuizioni più geniali arrivano sempre quando non si pensa o si è distratti? C'è una motivazione scientifica o è solo un'impressione?

apelle.apolloapelle.apollo

Pubblicata IL 20/05/2012, ORE 19:43 | Aggiornata IL 20/05/2012, ORE 19:44
5Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • bollicina115bollicina115

    Pubblicato IL 06/04/2016, ORE 11:35

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciao, quella a cui ti riferisci tu è la così detta fase di incubazione in cui la mente vaga e intanto, a livello inconscio, crea libere connessioni e aiuta a far uscire l'idea in forma di illuminazione.

  • jackie.rosejackie.rose

    Pubblicato IL 06/04/2016, ORE 11:29

    Appassionato di

    Scopri di più

    Un'altra bella storia è quella del VelcroAnche in questo caso si tratta di un'invenzione nata casualmente, grazie alla natura, un giorno in cui il suo inventore uscì dal laboratorio per distrarsi un po'... Al ritorno dalla passeggiata in montagna notò che molte palline di cardo (i semi) erano restati attaccati al suo maglione e decise di approfondire, scoprendo che alla fine delle minuscole spine c'erano dei mini uncini che si attacacvano facilmente ai vestiti o ai capelli. Ricreò questa forma in plastica e ottenne un'utilissima invenzione... 

  • mira6meramira6mera

    Pubblicato IL 06/04/2016, ORE 11:17

    Appassionato di calcio, genio, sport

    Scopri di più

    Nel 1865 il tedesco August Kekulé, considerato uno dei fondatori della moderna chimica organica, ipotizzò la struttura ciclica del benzene dopo un sogno che lui racconta così:

    “Ero seduto intento a scrivere, ma il lavoro non progrediva; i miei pensieri erano altrove. Girai la sedia verso il camino e mi appisolai. Di nuovo gli atomi giocavano di fronte ai miei occhi (…). Il mio occhio mentale, reso più acuto da questa ripetuta visione, era ora in grado di distinguere strutture più grandi di multiforme conformazione; lunghe file talvolta sistemate più strettamente, tutte sinuose e ricurve come il moto di un serpente. Ma guarda! Che cos’è? Uno dei serpenti aveva afferrato la sua stessa coda, e la forma girava beffardamente davanti ai miei occhi. Come per un lampo improvviso mi risvegliai e passai il resto della notte a elaborare la mia ipotesi.”

     

    Io credo che quasi sempre la creatività richieda di uscire dalle solite considerazioni dettate dall'esperienza e che questo avvenga più facilmente quando la mente razionale è in qualche modo distratta (se non proprio adormentata).

    Quasi sempre la creatività nasce da un pensiero metaforico che permetta di combinare concetti che nascono da ambiti diversi e per fare questo è bene essere un po' divaganti con la mente

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 04/04/2016, ORE 18:03

    Appassionato di

    Scopri di più

    Probabilmente ricorderai la “Olivetti divisumma” la prima macchina calcolatrice da ufficio in grado di eseguire le quattro operazioni con la virgola e con risultato negativo ove necessario. Si trattava di un sistema elettromeccanico in quanto nel mille novecento cinquanta la elettronica da calcolo ancora non esisteva. I due progettisti non riuscivano a trovare il giusto numero di denti a dare alle vari ingranaggi interni ed a creare la giusta frizione tra esse. La motorizzazione era elettrica ed anche qui il motore doveva essere pilotato con la giusta intensità e programmazione. I due tecnici ormai esausti dopo vari giorni di lavoro, si concessero una “pausa pranzo” alla pizzeria li vicina. Per gioco sulle tovagliette di carta iniziarono a disegnare cerchi e ruote … a caso e senza senso … all’ improvviso comparve la soluzione giusta. Proprio quando la nostra mente è in riposo e non collegata con la realtà … riesce a creare. Numerosi altri sono gli esempi. Aspettiamo altri esempi dai lettori di virgilio genio … ma dubito arrivino.-

  • pettovilloso51pettovilloso51

    Pubblicato IL 20/05/2012, ORE 19:53

    Appassionato di

    Scopri di più

    Alcune ricerche hanno dimostrato che il cervello lavora meglio quando è calmo e che, quando si è distratti, la mente si apre a prospettive nuove. Per cui, per i lavori creativi la distrazione è tutt'altro che un male :-)

     

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia