Fatto Quotidiano contro Grillo "Scoperto da Baudo, viaggiava con la Porsche, non sa dialogare". Grillo è solo un fenomeno mediatico?

In data 9 maggio ho letto un interessante articolo sul Fatto Quotidiano, a firma di Andrea Scanzi, che attacca Beppe Grillo analizzando alcune tappe importanti della sua carriera e che si intitola: Grillo il neo Savonarola: dai socialisti in Cina ai comizi anti-casta.

 

In questo periodo tutti i media parlano di Grillo e del risultato ottenuto dal Movimento 5 stelle alle elezioni amministrative e i pareri a favore e contrari al movimento del comico sono davvero tanti. Andrea Scanzi ricorda come Beppe Grillo sia stato scoperto da Pippo Baudo in un teatro semivuoto di Milano quando ad inizio carriera aveva come bersaglio preferito i socialisti che rubano ma "Tangentopoli è lontana, la censura no" e quando Craxi chiama Baudo per una delle sue uscite Pippo lo scarica in tempi brevi.

 

"A trent’anni è già presentatore al Festival di Sanremo" e "Viaggiava con una Porsche bianca come un bullo di periferia". Nel 1988 è condannato per omicidio colposo plurimo, poiché responsabile della morte di due coniugi e del loro figlio di 8 anni. Il fuoristrada guidato da Grillo scivolò su una lastra di ghiaccio, non distante da Limone Piemonte, e finì in un burrone, il comico si gettò fuori dall’abitacolo prima di precipitare. Quella condanna impedisce a Grillo di candidarsi ma è lui stesso ad ammettere la cosa.

 

In seguito al successo ottenuto a Sanremo inizia a fare satira che definisce “ecologico-economica-politica” e nel 1991 inizia a fare "Una sistematica opera di controinformazione che lo rende credibile agli occhi del suo pubblico". La televisione inizia a snobbarlo e Grillo ripiega sui teatri dove con i suoi spettacoli riesce ad ottenere un buon riscontro di pubblico: "Grillo non si improvvisa politico: lo è da vent’anni" come è riportato dal Fatto.

 

Scanzi continua scrivendo "Visceralmente incapace di dialogare, feticisticamente legato al monologo. Rifiuta i talk show perché li odia (la teoria) e perché non sa condensare un pensiero in pochi secondi (la pratica )". Il fenomeno Grillo pian piano si stava facendo strada e i media parlano di lui anche se in molti gettano veleno contro di lui: Antonio Ricci, che lo ritiene uno straordinario centravanti di sfondamento con problemi nell’argomentare; Daniele Luttazzi che gli ha dedicato lucide pagine di critica e che non è mai stato amato da Grillo.

 

Il miglior Grillo ha usato i palazzetti per dare notizie che giornali e tivù dimenticavano. Lì si è cementata la credibilità: 1991-2005". Nel 2005 infatti nasce il blog di Beppe Grillo per volere dell’alter ego Gianroberto Casaleggio. A tal proposito vi invito a leggere questo articolo in cui si parla proprio di Casaleggio che alcuni maligni definiscono il vero responsabile delle uscite più urticanti fatte da Grillo.

 

Leggendo questo articolo del Fatto Quotidiano vi pongo questo quesito: Grillo è un fenomeno mediatico o può essere davvero considerato come alternativa agli attuali partiti politici?  

 

 

maurizietto27maurizietto27

Pubblicata IL 10/05/2012, ORE 10:59 | Aggiornata IL 10/05/2012, ORE 17:23
155Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    hardin4hardin4

    Pubblicato IL 10/05/2012, ORE 19:04

    Appassionato di

    Scopri di più

    La risposta è: da quando Beppe vuol tagliare i finanziamenti ai giornali, anche i giornalisti lo attaccano. "No ai finanziamenti ai giornali" e quindi ai servi del potere (cioè i giornalisti)". 

    2 commenti:

    • ringhio2010ringhio2010

      Pubblicato IL 11/05/2012, ORE 19:06

      Appassionato di

      Scopri di più

      GRILLO INVECE NN è SERVO DI NESSUNO ???????????? SVEGLIA ITALIOTI ...........................GRILLO VIVE ANCORA DI RENDITA CON I DANARI DELLO YOMO CHE PUBBLICIZZAVA

    • klamis1klamis1

      Pubblicato IL 14/05/2012, ORE 17:08

      Appassionato di

      Scopri di più

      grillo doveva fare lo spot gratis che mente che hai ringhio la possono buttare come voglio i politici attuali l'italia non li vuole scio' a casa a lavoare magna pane a tradimento meglio Grillo che i mangioni attuali

  • catiscrivocatiscrivo

    Pubblicato IL 20/05/2014, ORE 22:35

    Appassionato di

    Scopri di più

    Grillo non è un fatto mediatico, è una persona molto maleducata e incompetente di politica che montando anche male la protesta di un popolo in difficoltà rischia di farlo sprofondare nel caos. Quello che mi stupisce è che oggi i cittadini sono tutti più o meno con un certo grado di cultura e non riflettono sul percorso molto pericoloso verso cui traghette i suoi elettori. Questo per quanto riguarda lui. Credo che gli altri del suo partito, siano anche se non tutti, dei politici che hanno voglia di fare bene, ma gli manca anche tanta esperienza e anche quella gioca nel  governo di un paese un ruolo molto importante. Occorre quindi riflettere bene perchè il nostro paese non si può permettere di sbagliare. Il vecchio è corrotto, il nuovo è inesperto ed il destino dell' Italia è una cosa grossa un bel po.

     

  • illevasillevas

    Pubblicato IL 17/10/2012, ORE 15:11

    Appassionato di

    Scopri di più

    tutti quelli che avete osannato x la loro eloquenza e disponibillità al dialogo con la stampa hanno portato l'Italia la disastro bravi continuate così !!!!

  • angeloiris1936angeloiris1936

    Pubblicato IL 17/10/2012, ORE 14:48

    Appassionato di

    Scopri di più

    Va tutto bene  (forse) quello che scrive Il Fatto, ma questi politicastri che abbiamo ora sono forse meglio di lui?

    Quando gli italiani scelsero Berlusconi si guardarono prima intorno e non videro nessuno meglio di lui.

    Ora potrebbe accadere lo stesso ma certo la colpa non sarà degli italiani ma dalla impresentabilità dei concorrenti di Grillo.

     

  • claudione371claudione371

    Pubblicato IL 13/10/2012, ORE 09:54

    Appassionato di

    Scopri di più

    di grillo potete dire di tutto di piu, a me basta che stia anche un solo anno , il tempo di fare 4 leggi anti casta, non piu di 2 candidature, non piu doppio impiego,e non piu finanziamenti ai partiti, non piu candidati inquisiti, non piu soldi agli organi di informazioni tv e giornali , solo queste 5 cose cambierebbero radicalmente la politica

  • vedochiaro8vedochiaro8

    Pubblicato IL 13/10/2012, ORE 08:57

    Appassionato di

    Scopri di più

    Grillo è l'unica alternativa valida agli attuali partiti politici ma senza offesa anche a quelli che verranno,perchè fino a quando fare il politico significherà aver trovato un mestiere che ti farà ricco,che ti darà tanto potere in mano(quasi sempre sporco),e che in pochi anni di "sacrifici"??????,ti consentirà di avere una ricca pensione,non potrà mai trattarsi di dedizione verso lo Stato e verso i cittadini,e questo vale per qualunque partito politico,compreso quello di Di Pietro!!!!!!!!!!!!!

  • cece1011cece1011

    Pubblicato IL 06/10/2012, ORE 16:00

    Appassionato di

    Scopri di più

    Grillo ha sempre parlato in modo giusto è che nei fatti occorre metterlo alla prova,però bisogna superare la scemenza di molti italiani idioti che fanno parte della nostra italia senza distinzione.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia