Travaglio contro le banche nella puntata di Servizio Pubblico: alla fine è pro o contro il governo Monti? E se ci fosse stato Berlusconi?

Ieri sera ho assistito all'intervento di Travaglio a Servizio Pubblico nel quale si è schierato contro le banche e l'emendamento che abolisce le commissioni delle banche sui prestiti e sui fidi. Qui sotto il video che vi invito a vedere

 

 

E mi viene da dire che quanto ha detto è corretto ma non è nulla che già non si potesse sapere. Perchè una persona intelligente come lui sembra essere "neutrale" contro le decisioni del Governo Monti ed invece se una decisione come quella fosse stata presa da Berlusconi lo avrebbe decapitato pubblicamente?

ballerino198ballerino198

Pubblicata IL 09/03/2012, ORE 12:19 | Aggiornata IL 09/03/2012, ORE 13:10
49Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    v4vendetv4vendet

    Pubblicato IL 09/03/2012, ORE 12:49

    Appassionato di ambiente, ambiente e natura, animali, attualità, informazione, news, politica

    Scopri di più

    A me è sembrato un intervento noioso, non tanto per i toni ma per i contenuti. Come hai detto tu non si capisce la posizione di Travaglio nei confronti dell'attuale governo. E' a favore o è contro il governo Monti?

     

    Ok critica la classe politica, ma ormai non sembra solo una polemica sterile? Per quanto riguarda il suo discorso contro le banche, mi sembra un po' superficiale, andare un po' più a fondo? Se ci fosse stato Berlusconi al posto di Monti, il suo editoriale sarebbe stato così blando?

     

    Ecco un abstract di un intervento di William Black durante il Summit MMT di Rimini (professore associato di Economia e Diritto all'Università del Missouri-Kansas City USA. E’ stato un regolamentatore bancario che negli anni 80’ ha spedito in carcere decine di banchieri coinvolti in truffe ai cittadini. Ha testimoniato davanti alla commissione Agricoltura del Senato sulla regolamentazione dei derivati finanziari e davanti alla Commissione di Governance della Camera sulla regolamentazione dei compensi dei dirigenti finanziari.):

     

    "Black sui tabù della finanza: nessun manuale di economia spiega che i CEO (amministratori delegati) normalmente si arricchiscono con la frode. L’arma di elezione per realizzare le frodi è la contabilità.

    Già nel 1993 Akerlof & Romer raccontavano le frodi ed i saccheggi dei CEO, ma non sono mai andati a finire nei libri di testo. Lo schema generale esposto da Black è molto semplice: 1) La Banca (amministrata dal CEO) dichiara alti utili a breve 2) Il CEO si arricchisce notevolmente 3) Qualche tempo dopo la banca dichiara perdite disastrose (ma il CEO è andato via da tempo). Black suggerisce che ci dovrebbe essere una Guardia Costiera per le banche: il CEO della banca dovrebbe essere costretto a comportarsi come il capitano di una nave, che può andare via solo per ultimo oppure affondare con la nave.

     

    In seguito Black mostra uno schema analogo per gli stati, per esempio l’Islanda. Per un certo periodo l’Islanda era un modello per i liberisti, tutti la lodavano per i suoi alti tassi di sviluppo (2007). Molti banchieri si arricchirono in modo eccezionale. Qualche tempo dopo l’Islanda si ritrovò in una tremenda crisi economica che la portò al default.

     

    Di Black è anche il richiamo a Mankiw, Economics needs a soul, (1993): l’economia di oggi è senz’anima e l’homo oeconomicus è un sociopatico."

    Fonte: http://italy.indymedia.org/n/4657/25-02-12/evento-mediatico-rimini-summit-mmt  

    3 commenti:

    • rubeto67rubeto67

      Pubblicato IL 11/03/2012, ORE 19:04

      Appassionato di

      Scopri di più

      non voglio capire travaglio da che parte sta, ma una cosa è certa che le banche sono le salite ladre e non importa di quello che ci succede e si sono presi i soldi della bce, ed i politici non fanno il bene del paese ma solo il loro bene.

    • rubeto67rubeto67

      Pubblicato IL 11/03/2012, ORE 19:05

      Appassionato di

      Scopri di più

      non voglio capire travaglio da che parte sta, ma una cosa è certa che le banche sono le salite ladre e non importa di quello che ci succede e si sono presi i soldi della bce, ed i politici non fanno il bene del paese ma solo il loro bene.

    Leggi tutti i commenti

  • rosy1284rosy1284

    Pubblicato IL 22/02/2013, ORE 11:33

    Appassionato di

    Scopri di più

    non dimentichiamo che il comunista travaglio non può andare contro i suoi compagni

  • tarilastarilas

    Pubblicato IL 16/01/2013, ORE 22:03

    Appassionato di

    Scopri di più

    TRAVAGLIO è UN POVERO CRISTO CHE NE SA DI COSE! PERò LE DICE CON MOLTA PRUDENZA E TANTE OMISSIONI, VEDI IL SIGNORAGGIO DI CUI NON HA VOGLIA DI PARLARNE... PER PAURA!!! IN UN CERTO SENSO HA MOLTA SOMIGLIANZA CON SCHETTINO E BERLUSCONI.

  • aa-11aaaa-11aa

    Pubblicato IL 05/07/2012, ORE 16:20

    Appassionato di affari e finanza, attualità e politica

    Scopri di più

    Quello che dice uno che ha sul groppone otto condanne in via definitiva non mi interessa.

  • cesca42cesca42

    Pubblicato IL 19/05/2012, ORE 20:55

    Appassionato di

    Scopri di più

    CARO TRAVAGLIO HAI RAGGIONE DI PUNTARE CONTRO LE BANCHE SONO GLI USURAI AUTORIZZATE DELLO STATO

  • hofattounsogno1hofattounsogno1

    Pubblicato IL 13/05/2012, ORE 18:40

    Appassionato di

    Scopri di più

    travaglio vai a lavorare

  • alber18alber18

    Pubblicato IL 11/05/2012, ORE 18:56

    Appassionato di

    Scopri di più

    infatti, è un comunista con i soldi dei telespettatori

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia