Esenzione ticket sanitario. Se non dichiaro il reddito entro il 30 settembre pago il ticket più alto?

Se non dichiaro il reddito entro il 30 settembre pago il ticket sanitario più alto?

Come funzionano le nuove fasce di reddito per la sanità?

tranquigagatranquigaga

Pubblicata IL 21/09/2011, ORE 11:12 | Aggiornata IL 21/09/2011, ORE 11:09
5Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • pennabianc2pennabianc2

    Pubblicato IL 10/02/2012, ORE 14:19

    Appassionato di amore e relazioni, auto e moto, eros e sessualità

    Scopri di più

    Quelli che hanno fatto i furbetti come in Toscana, oggi cominciano a vedersela con Equitalia, hanno cominciato i controlli, ad Arezzo hanno scovato 3000 furbini

  • cesare29143cesare29143

    Pubblicato IL 29/09/2011, ORE 17:17

    Appassionato di

    Scopri di più

    non so come funziona nella vostra regione. io che abito in lombardia, ho già ricevuto la lettera della regione, con i relativi codici per l'esenzione da 2 mesi in base alla mia dichiarazione dei redditi 2011. validità fino alla prossima dichiarazione dei redditi, senza burocrazie e code agli sportelli ASL.

    1 commento:

  • gio1948agio1948a

    Pubblicato IL 28/09/2011, ORE 20:23

    Appassionato di attualità e politica, cucina e ricette

    Scopri di più

    se hai l'esenzione per patologia con relativa domanda di esenzione no,se hai passato i 65 anni devi fare domanda con relativo modulo al ASL di competenza, se la regione ti a mandato una lettera con scritto E01 devi presentarla al tuo medico di casa.L'esenzione poi vale anche per situazioni particolari(cassa integrati in deroga mobilita ma devi sempre fare richiesta con relativo modulo da richiedere all'ASL della tua citta Sergio

  • strendy6strendy6

    Pubblicato IL 21/09/2011, ORE 11:16

    Appassionato di astrologia ed esoterismo, bricolage

    Scopri di più

    Entrano in vigore i nuovi codici di esenzione per reddito.I NUOVI TICKET SONO MODULATI PER FASCE DI REDDITO, IN BASE ALL’AUTOCERTIFICAZIONE DELL’INTERESSATO.I nuovi ticket sono applicati a tutte le visiste, esami, farmaci.

    Ecco come sempio i provvedimenti rpesi in Emilia Romagna:FARMACI DI FASCIA A (erogati a carico del servizio sanitario)è introdotto un ticket in base al reddito familiare annuo lordo autocertificato dal cittadino: - nessun ticket (reddito inferiore a 36.152 euro)- 1 euro a confezione con tetto di 2 euro per ricetta (reddito tra 36.153 e 70.000 euro)- 2 euro a confezione con tetto di 4 euro per ricetta (reddito tra 70.001 e 100.000) - 3 euro a confezione e fino a 6 euro per ricetta (reddito superiore a 100.000 euro).Il ticket si aggiunge all’eventuale differenza, già a carico del cittadino, tra il costo del farmaco generico e quello del farmaco di marca.VISITE SPECIALISTICHEil ticket aumenta di 5 euro per tutti, indipendentemente dalle fasce di reddito, per allinearsi alla tariffa prevista dal nomenclatore regionale: - il ticket per la prima visita diventa di 23 euro- il ticket della visita di controllo diventa di 18 euro.CHIRURGIA AMBULATORIALE DELLA CATARATTA E DEL TUNNEL CARPALEè introdotto un ticket di 46,15 euro per tutti, indipendentemente dalle fasce di reddito.RISONANZA MAGNETICA E TACil ticket è rimodulato in base al reddito familiare:- è invariato (resta 36,15 euro) per i redditi inferiori a 36.152 - diventa 50 euro (reddito tra 36.153 e 100.000 euro)- diventa 70 euro (reddito superiore a 100.000 euro).QUOTA FISSA PER RICETTA è introdotta, in aggiunta all’attuale ticket, per le ricette che prescrivono prestazioni con un valore tariffario superiore a 10 euro. Non si applica alle prescrizioni che contengono solo la visita, a quelle che contengono TC e RM o la chirurgia ambulatoriale della cataratta e del tunnel carpale. Se la prescrizione contiene la visita e altre prestazioni, il costo della visita non concorre a determinare il valore tariffario. La quota fissa è rimodulata in base al reddito lordo familiare annuo:- nessuna quota fissa (reddito inferiore a 36.152 euro)- 5 euro (reddito tra 36.153 e 70.000 euro)- 10 euro (reddito da 70.001 euro a 100.000 euro)- 15 euro (reddito superiore a 100.001 euro). Non si applicano nuovi ticket sulle prestazioni di Pronto soccorso, per le quali resta invariata nei casi già individuati la quota di 25 euro

  • Secondo la normativa nazionale, i cittadini sono tenuti al pagamento di un ticket per la fruizione di prestazioni sanitarie a carico del Servizio Sanitario Nazionale. L'importo massimo per ricetta è fissato in 36,15 euro, Ciascuna ricetta può contenere fino ad un massimo di 8 prestazioni della stessa branca specialistica.

    Per le prestazioni specialistiche, è dovuto un ticket di 10 euro a ricetta.

    Sono però previste una serie di esenzioni, per: patologie croniche; malattie rare; diagnosi precoce tumori; invalidità; gravidanza; test Hiv; reddito inferiore a determinate soglie.

    Non tutte le Regioni recepiscono la normativa nazionale, per questo ambito, per cui è necessario verificare la situazione caso per caso.

    Sul sito del Ministero di fatto non si capisce niente, provate a vedere qui

    1 commento:

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia