Emergenza gas a causa del maltempo, consumi record in Italia. C'è il rischio di rimanere senza riscaldamento?

440 milioni di metri cubi consumati in Italia, la Russia ha ridotto il passaggio di gas, ci sono rischi?

sberlaffosberlaffo

Pubblicata IL 06/02/2012, ORE 11:45 | Aggiornata IL 06/02/2012, ORE 12:26
12Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    felix269felix269

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 08:34

    Appassionato di

    Scopri di più

    leviamo per prima cosa il gas ai comunisti che hanno impoverito l'Italia non facendo costruire le centrali nucleari mentre tutti gli altri paesi le hanno messe sui nostri confini ....................anzi usiamoli per produrre energia

    1 commento:

    • andreagiust1andreagiust1

      Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 17:18

      Appassionato di

      Scopri di più

      Sono d'accordo.inoltre vorrei ricordare che cernobyl è proprio dovuta a loro!!! Questa è la cosa più incredibile,loro non vogliono il nucleare per cernobyl,quando cernobyl è dovuta a loro....... Senza parole

  • maxxi25maxxi25

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 19:28

    Appassionato di

    Scopri di più

    speriamo lo tolgano del tutto

  • boatiboati

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 19:02

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciò dimostra che le forniture internazionali non sono sotto garanzia fidejussoria, come si converrebbe, fra produttori ed esportatori. Questo è allarmante, significa che i Paesi utilizzatori, sono sotto ricatto sia del mondo Arabo  degli Africani e dei Paesi dell'est Europa per le forniture di gas e petrolio. L'unica maniera è quella di affrancarsi il più rapidamente possibile da questi interlocutori, visto anche l'incerto andamento delle politiche!

  • andreagiust1andreagiust1

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 17:14

    Appassionato di

    Scopri di più

    L'utente spesso_14 sbaglia.

    In realtà il rischio c'è eccome.

    Noi utilizziamo oltre il 70%di energia elettrica da gas  prendendolo dalla libia e russia.

    Seuna di queste nazioni è impossibilitata a darcelo per noi sono guai.

    Purtroppo abbiamo speso 70 miliardi di euro per il fotovoltaico che incide  per lo 0,4 %sul fabbisogno elettrico del paese,quando se impiegavamo questi soldi per fare epr avremmo potuto fare il 60-65% del fabbisogno energetico,diminuendo se non azzerando la nostra dipendenza da questi paesi.

    E' vero che noi non abbiamo uranio,ma è sempre meglio comprarlo dall'australia (geopoliticamente stabile)rispetto a libia e russia.

    Inoltre la gente si dimentica che per fare andare avati un reattore nucleare bastano 20 tonnellate di uranio,per fare lo stesso con gas servono milioni di metri cubi di gas.Quantità che non puoi assolutamente iummagazinare a differenza dell'uranio.Così noi se avessimo scelto l'atomo con 5 camionate di uranio ci mandavi avanti la centrali per 10 anni,con il gas siamo costretti giorno per giorno ad importarlo con tutte le conseguenze!!!!

    Quindi il problema che ora si sta manifestando è solo l'inizio di tutti i mali energetici.

    Purtroppo l'italiani con l'esito del referendum hanno deciso come gli struzzi di mettere la capoccia nella terra.

    Le conseguenze i questa scelta prima o poi si pagheranno.

    Saluti

    4 commenti:

    • andreagiust1andreagiust1

      Pubblicato IL 13/02/2012, ORE 19:06

      Appassionato di

      Scopri di più

      xl'utente f18-18frank In italia AVEVANO previsto la costruzione di 4 reattori epr in italia ed un'altra fuori dal territorio nazionale(albania). Ovviamente non è assolutamente vero che una centrale nucleare assorbe il 30%,deve solo pensare che nel momento di mancata fornitura elettrica dalla rete la centrale si sostiene con 2 gruppi diesel che erogano l'energia necessaria al mantenimento del funzionamento della centrale stessa. Questi gruppi diesel hanno una potenza che va dai 15MW ai 20MW. Un epr ha una potenza standar di 1650 MW,ciò vuol dire che la centrale nucleare assorbe un'energia datami dal rapporto di queste due grandezze:1650 /20 =1,2 % della produzione totale della centrale. Inoltre non ho capito cosa voglia significare questa frase: quindi..una volta che le tue camionate di uranio sono esaurite....cosa facciamo?? le spandiamo nei campi come concime organico??

    • andreagiust1andreagiust1

      Pubblicato IL 13/02/2012, ORE 19:15

      Appassionato di

      Scopri di più

      Inoltre te scrivi:prova a guardare citta' dove l'amministrazione pubblica ha adottato politiche con energie rinnovabili...si stanno rendendo autonomi senza che nessuno possa speculare... A parte il fatto che sono uscite ultimamente inchieste proprio sulla speculazioni delle pale eoliche e degli impianti fotovoltaici in puglia,tuttavia non esiste un comune che possa mantenersi autosufficiente senza la connessione della rete nazionale. Tutte queste voci,sono solo chiacchere dei vari grillo,bonelli,montanari ecc.ma di reale zero. Cmq fammi i nomi di questi comuni con i rispettivi dati di gestione elettrica. Per quello che riguarda Cernobyl si dicono molte schiocchezze basta guardarsi il rapporto unscear ,oms,onu e vedere cosa hanno trovato in questi anni. Anche qui le chiacchere stanno a zero. Ma ciò che è realmente grave è come delle scelte politiche CRIMINOSE sulla centrale russa abbiano fatto ricadere tutta la colpa alla reazione di fissione nucleare,quando è stato solo un'incidente provocato da scelte politiche del governo di allora.

    Leggi tutti i commenti

  • vartemenko70vartemenko70

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 15:30

    Appassionato di

    Scopri di più

    unica soluzione è riempire la pancia dei vari Vendila, Cento, Pecorari Scani vari con pasta e fagioli e poi rigasificare le loro flatulenze per ripristinare le scorte di gas

  • f18-18frankf18-18frank

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 13:00

    Appassionato di

    Scopri di più

    non capisco perche' ci ostiniamo a comprare gas dalla Russia...hanno grandi problemi con i vicini Ucraini..finchè la Russia continuera' ad applicare prezzi europei all'Ucraina la stessa sara' costretta ad applicare costi di transito maggiori...tutto questo sta creando non pochi problemi all'approvvigionamento europeo..stanno creando un alibi ( AUMENTO DEI CONSUMI INTERNI) in realta'l'Ucraina blocca gran parte dei flussi...comunque sembra che il progetto Blue Stream che l' Eni ha finanziato per l'arrivo del gas dal Kazhakstan sia a buon punto..staremo a vedere...

  • dario618dario618

    Pubblicato IL 12/02/2012, ORE 11:07

    Appassionato di

    Scopri di più

    Tutti quelli che hanno votato contro il NUCLEARE saranno dotati di una bicicletta collegata ad un elettrogeneratore e pedalando produrranno l'energia necessaria per i bisogni industriali e casalinghi! Semplice, no!!!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia