[4] Avete una Poesia in fondo al cassetto.?

Avete una Poesia in fondo al cassetto.? Anche un sol verso, un distico, una quartina.! Tiratela fuori e mettetela qui.!

bryhbryh

Pubblicata IL 09/09/2009, ORE 05:40
9Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Grazie Bryh, ho seguito il tuo consiglio, riportandola nel symposium che mia hai suggerito e se permetti vorrei dedicarti una poesia, ed augurarti un buon week end.

    Dolci parole d'amore bisbigliate,

    parole tenere,parole gioiose,

    dove mai siete finite ?

    Leggere come piume avete incantato gli amanti,

    leggiadre siete salite dagli angioletti,

     fragili come alito di vento siete poi scomparse.

    Vi siete forse nascoste tra i petali di rose ?

    Ritornate con gioia a chi Vi implora,

    perche unicamente le vostre tracce potranno essere ricordate,

    oltre la polvere dei secoli,

    oltre il limite del tempo

    1 commento:

  • "Settembre secca i pozzi,o rompe i ponti"

    Quiete prima della tempesta.

    Le giornate sembrano immobili,

    come ragnatele vecchie di secoli.

    I colori prima vivaci

    ora quasi gialli,

    le foglie prima ridenti,

    ora imbronciate e di color rame.

    La campagna prima in festa

    ora in triste attesa.

    La luna stanca del suo splendore,

    e memore di tramonti infuocati,

    trova riparo dietro un alone lanugginoso.

    La rugiada sui prati rinfresca l'aria settembrina.

    Lo sguardo degli innamorati non è più rivolto a quell'unica stella,

    la più fulgida,

    ma ad un cielo ombreggiato e velato da vecchie nostalgie.

    1 commento:

  • bryhbryh

    Pubblicato IL 22/10/2009, ORE 18:22

    Appassionato di scienze e matematica

    Scopri di più

    A risentirci ancora in.:

    <http://genio.virgilio.it/questions/5_Avete_una_Poesia_fondo_al_1863195826812/> - [6HH369V7].!

    Ciao, ciao.!

  • Libertà!

    Un moto solo,

    che ,per poco,prende,

    e,l'uomo

    chiama,questo,sentimento.

    Un abbraccio in tv,

    dopo vent'anni,

    una lacrima

    scende in un momento,

    e,per l'uomo,anche questo,

    è sentimento.

    Una fugace emozione,

    la ricerca del sesso,

    un'accensione viva

    a destra e a manca.

    E,pure questo,

    per l'uomo

    è sentimento.

    E' un uomo prigioniero

    del momento.

    L'istante è tutto,

    e,il resto non è niente.

    La donna,poi,

    lo insegue in quell'istante,

    con finezze che l'uomo

    non conosce,

    ma,dimentica sè

    e la sua essenza.

    I profumi della vita

    sono , un pò ,confusi,

    la vera libertà è consumata,

    come un logoro oggetto,

     è abusato.

    Quante lotte combattute,

    inutilmente,

    se l'uomo s'è ridotto,

    ad un "momento"!

     

    1 commento:

    • bryhbryh

      Pubblicato IL 21/10/2009, ORE 18:14

      Appassionato di scienze e matematica

      Scopri di più

      <Quante lotte combattute inutilmente>.! Tutte battaglie perse.!

      Grazie clau710 per il tuo contributo anche in un campo minato quale è la Poesia.! Ti ho risentita con piacere, anche se, da un po’ di tempo, sono (quasi) completamente assente da Genio, perché “in tutt’altre faccende affaccendato”.!

      In altro symposium avevo scritto.:

      Quando nessuno t’ama è ormai disdetta.!

      Perde, la Vita, piano pian, sapore.!

      Se poi nessuno a la tua porta aspetta,

      senti che vanno inutili le ore.!

      Guerra e battaglie, hai perso, e baionetta...

      non solo sul terreno dell’Amore.!

      Ciao, ciao.!

  • linaritalinarita

    Pubblicato IL 11/09/2009, ORE 18:32

    Appassionato di nuoto, poesia, scrittura, teatro, tennis

    Scopri di più

    ciao ma è bellissima ho notato tanta dolcezza e tenerezza nel verso che di sè è perfetto. Buona serata

  • linaritalinarita

    Pubblicato IL 11/09/2009, ORE 07:54

    Appassionato di nuoto, poesia, scrittura, teatro, tennis

    Scopri di più

     

     

                                                               SOLITUDINE

     

     

    Cuore solo nella tempesta

    di emozioni,

    che ti si stanno

    muovendo in petto,

    pensiero

    abbandonato dal quotidiano,

    e ritrovato

    in una sestina,

    trascritto ed assume vita,

    ed ecco un poema.

    Lacrime da sole

    che scivolano sulle gote,

    di questa vita

    solitaria,

    e che si specchiano soltanto

    attraverso i vetri della finestra

    di fronte ad un mare in tempesta.

     

    come vedi la solitudine e la malinconia sono sempre presenti ciao ciao buona giornata

    1 commento:

    • bryhbryh

      Pubblicato IL 11/09/2009, ORE 18:02

      Appassionato di scienze e matematica

      Scopri di più

      Può parlare di solitudine sol chi dentro è calato.!

      La Poesia, gentile linarita, ispirata dalla solitudine, qualche volta, te la fa apparire meno mesta, e qualche altra la fa scomparire del tutto… in quei momenti che componi ed anche per qualche tempo dopo.! Così è stato almeno per me.!

       

      970607 - GLI UCCELLI DI SAGRADO.!(di Bryh, Sagrado (GO) [1997:06:07], HOOM.139)

       

                Il mollicone, a sfoglia, tutto intero

                se l'è portato via la “gazza-ladra”.!

                L'ha ripiegato come un proprio e vero

                tovagliolin di stoffa a forma quadra.!

       

      Sono a migliaia e stanno p'ogni via.!

      Vivon d'insetti, d'erbe e mollichine...

      in solitaria vita e in compagnia.!

      Dall'alba, tutti, fin che il giorno ha fine,

      cantano in perfettissima sintonia.!

      Ah.! se sapesser ritmar quartine.!

       

      Ad uno, a quattro, a dieci... ogni dimane,

      vengono al davanzale, su l'erbetta,

      per raccattar le briciole di pane

      ch'ogni mattina spargo... per far netta

      la tavola-tovaglia che rimane,

      da innanzi sera, con quel che si getta.!

       

      L'interno contenuto di un panino,

      staman l'ho ammonticchiato sopra il prato.!

      Pria d'accostarsi, fanno capolino.!

      Furtivi s'avvicinano a cor grato.!

      Ne fan, dei pezzi grossi, un bocconcino,

      con zampe, becco, lìngula e palato.!

       

      Voraci, allegri, come pulci al cane,

      s'azzuffano, ogni tanto, per rubare.!

      Del “briciolume”, traccia non rimane,

      'ché san che le molliche costan care

      e nera-fame sa di nero-pane...

      pur se le messi ancor non sono rare.!

       

      Un “cucciolo” si ferma ignaro, senza

      timore.! In altri giorni, in compagnia,

      la madre l'imboccava con frequenza.:

      « Per me, “tre” chicchi ed... “un”, per prole mia.! »

      Stavolta è solo, a sgranocchiar semenza.!

      Poi vien la madre e se lo porta via.!

       

      La madre è, per i figli, come pigna.!

      E’, dei “pinoli”, protettrice pia.!

      Quando la madre è Madre... e non matrigna.!...

      è l'Essere sublime che vi sia.!

      Chissà, dell'.“Altra”, qual semenza alligna...

      tra qualche giorno, quando vado via...

       

      xxxxxxxxxxxxxxx

      Ciao, ciao.!

  • linaritalinarita

    Pubblicato IL 10/09/2009, ORE 08:05

    Appassionato di nuoto, poesia, scrittura, teatro, tennis

    Scopri di più

    splendidi versi e grazie per i consigli bryh, buona giornata:

    BALLATA

     

                                                              

     

    Una mano si tende in cerca di altre mani

    un pensiero innocente verso il domani,

    un sorriso

    per ricordare il passato,

    due lacrime pensando

    al futuro di questa

    vita

    che se ne va,

    lasciandoci a poco a poco

    lungo i nostri passi.

    Sentieri solcati dal tempo,

    dolci ricordi di un tempo che fu,

    profumi, sorrisi,

    mani che stringono altre mani,

    pensieri che si rincorrono,

    ed ora soli.

    Soli di fronte al sole che sorge,

    di fronte ad un nuovo giorno

    con una valigia piena di

    sogni.

     

    1 commento:

    • bryhbryh

      Pubblicato IL 11/09/2009, ORE 06:21

      Appassionato di scienze e matematica

      Scopri di più

      Non dirmi, gentile linarita, che anche la tua Poesia non sia velata di malinconia.!

      Ognuno di noi vive la Vita col proprio “istinto e stile”.! Il mio istinto è quello “naturale” (che si rifà ai princìpi universali della Natura), mentre il mio stile è quello “romantico” (che interpreta la Vita nel migliore dei modi).! Leggi questa, un po’ lunghetta, ma ha la sua ragione d’essere.:

       

      980518 - ANGELI D'AMORE.!(di Bryh, RC [1998:05:18], HOOM.139)- frasostico -

       

      Angelo, in Paradiso, m'apparisti...

      tra gli Angeli, più belli, in compagnia.!

      Più volte, tra le braccia, mi venisti...

      fino a sfiorar, col labbro, guancia mia.!

      Non so, se in Terra, veramente esisti...

      o, solo un sogno, sei, di mia follia.!

       

      Gli Angeli non si tòccano.!  Il Buon-Dio

      ne soffrirebbe se qualcun li sfiora,

      su questa Terra... pur se tuo desio

      è sol d'amarli... e non ti disonora.!

      È troppo a picco, scivolo, in pendio...

      e finiresti al “palo”... tempo un'ora”.!

       

      Non t'azzardare a spingere il pedale.!

      Quell'Angelo che, allor, ti die'  dolore...

      Quell'Angelo che fu più che immortale...

      Quell'Angelo che, allor, fu sol d'ardore...

      Quell'Angelo, pur Angelo, banale...

      Sempr'Angelo, tal'Angelo, d'Amore.!

       

      È popolato d'Angeli il mio cielo.!

      Son dieci.?... cento.?... mille.?... forse meno.!

      Ognun di loro veste un proprio velo

      dal qual traspare un virginale seno...

      che fa pensare a un frutto-acerbo-melo...

      che, lì, si coglierebbe in un baleno.!

       

      Se, mai, pensassi di dover ferire,

      con la tua spada, quel tal velo-manto...

      prima di farlo... cerca di perire.!

      L'Umanità non t'amerebbe tanto...

      ma avrebbe poco, su di te, da dire.!

      L'Angelo, invece, ti starebbe accanto.!

       

      Eternamente.! Nell'eterno andare...

      per l'infinito Kosmo, senza data.!

      Per essere, senz'essere, per fare

      quello ch'hai non potuto, in Terra ingrata.!

      Felicità, per darti, e eterno amare.!

      Quella felicità che t'è mancata.!

       

      xxxxxxxxxxxxxxx

      P.S. – acrostico significa ”Iniziale di ogni verso”, mentre frasostico (termine coniato dall'Autore) significa “Iniziale di ogni frase” (sestina, nella fattispecie).!

      Ciao, ciao.!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia