maledetto l'uomo......

Perchè si fa il contrario di ciò che è scritto sulla bibbia in merito a:

"..maledetto sia l'uomo che si confida con un altro uomo..."

ho piacere di capire la vs religione, pur rimanendo delle mie idee e con il mio credo. 

framisadaframisada

Pubblicata IL 22/04/2009, ORE 12:16
17Leggi le risposte

Tag

Risposte Geniali

  • Legittimo non credere in Cristo,in virtù del libero arbitrio che Dio ha consentito e donato a noi uomini,ma sembra a me dicotomico servirsene per gli insegnamenti e poi negarne tutta la via percorsa compreso il calvario,la morte per crocifissione e la resurrezione,attestata anche nelle scritture non canoniche .Penso sempre a quel che dico.Sulla sofferenza,essa oltre ad essere il concreto manifestarsi dell'amore,è un indicazione per l'umanità che vive prevalentemente nel bisogno di accettare la sofferenza,e anche la morte. Cristo ha patito,molto,per amore al fine di donarci la possibilità di ritornare nell'alleanza con Dio,ma le sue sofferenze ci servono per capire anche il comportamento da avere (difficilissimo per noi)di fronte al dolore,poichè chi ha fede in lui sa che dopo viene la luce e non la morte definitiva."chi mi ama..prenda la sua croce e mi segua"Comunque ,difendo il mio diritto e quello di tutti a pensarla liberamente,la fede è un dono,una grazia che ci viene,non per i ns meriti,ma ci viene,e ciascuno è libero....persino di essere contraddittorio di se stesso.

    1 commento:

    • ilprofeta11ilprofeta11

      Pubblicato IL 03/07/2009, ORE 09:30

      Appassionato di

      Scopri di più

      CLAU710, il fatto che ognuno sia libero di esprimere la propria opinione non vuol dire avere l'autorizzazione a dire cose false e che ingannano la gente. Tu dimentichi che proprio Dio ha detto anche a te "Se tuo figlio ti chiede il pane, gli dai una pietra? no, gli dai il pane; se tuo figlio ti chiede il pesce tu gli dai una serpe? no, gli dai il pesce quindi voi date cose buone a chi vi chiede cose buone nonostante voi siate CATTIVI: come posso io dare cose cattive se sono privo di cattiveria?" Come vedi Dio ha dimostrato la differenza tra lui e gli uomini: come potrebbe dirti queste cose e poi proprio lui far crociffiggere suo figlio? cioè fare una cosa che nessuno di noi farebbe mai nonostante in noi ci sia la cattiveria? CLAU, è evidente che c'è qualche cosa che non torna infatti c'è ed è questa. Quello che va nel Deserto è Cristo un uomo come tutti, ma quello che esce dal deserto è Dio, cioè l'uomo tornato ad essere Dio e non il contrario, quindi in croce ci è stato messo Dio, Cristo esisteva in memoria di quello che era prima perciò non poteva soffrire, era il corpo che soffriva ma non l'identità perchè essa era DIO. Quando il corpo era quasi morente proprio Dio ha detto "Perchè mi hai abbandonato?" e questa è stata la ciliegina sulla torta. Dio ha lasciato che tutti credessero alla crocifissione per due motivi: 1) perchè Dio darebbe sparito per 20 secoli (......dopo di me le tenebre)  e il mondo sarebbe stato governato dal male attraverso gli uomini; 2) perchè la crocifissione doveva servire agli uomini come freno verso il male per ben 20 secoli. Poco tempo fa Dio ha rivelato la verità che è questa quindi, quando parli sappi che ora c'è la verità perciò non puoi più dire cose false che ingannano la gente. CLAU, questa verità non è mia ma me l'ha rivelata Dio: credi di essere capace di smentirla? Perchè proprio in questi anni Dio avrebbe rivelato la verità dopo 20 secoli di silenzio? ilprofeta1

  • Se l'uomo facesse quanto i testi sacri dicono, non vi sarebbe un'umanità dispersa e sofferente.iL compito delle chiese gerarchiche è proprio quello di diffondere la parola di Dio,senza sconti,poichè il processo di crescita umano fino al progressivo miglioramento del suo io è conquistare con la vita terrena l'essere il nuovo Adamo,e prima della disubbedienza (Metafora della mela).In questo compito siamo agevolati dalla passione e morte di Cristo.A fronte delle prime disubbidienze societarie e personali,Dio ruppe l'alleanza con piaghe e diluvio.Poi,stabilì la nuova alleanza con l'incarnazione nel figlio,la vita breve ma unica come conoscenza umana,la passione e la sua morte.Se Cristo non fosse morto e risorto,noi non avremmo potuto sperare nella salvezza ns,perciò non è satanico,bensì inimmaginabile per un essere umano:per amore ,morire,e far risorgere,non solo dopo morti,ma già in vita nell'uomo la consapevolezza che l'amore donato è il paradiso della coscienza già in terra,ed è l'unica strada per recuperare in noi il soffio dello spirito che Dio ha infuso nel primo uomo,differenziandolo dagli altri animali.Non a caso,Cristo ha predicato le beatitudini,l'uguaglianza,il farsi prossimo,il non giudicare..il perdono e la misericordia verso noi e gli altri.Il maledetto l'uomo...non sta a significare che non dobbiamo costruire rapporti e amare gli altri,ma che la fede primaria ed assoluta va espressa solo ,non a parole,a Dio,il padre che accoglie e perdona e che è di tutti e per tutti.Si legga anche in questa luce sia la parabola del figlio prodigo ,sia il Padre nostro.

    1 commento:

    • ilprofeta11ilprofeta11

      Pubblicato IL 02/07/2009, ORE 22:41

      Appassionato di

      Scopri di più

      CLAU710, prima di fare certe affermazioni pensa bene a quello che dici perchè la sofferenza di Cristo non c'è mai stata e non è vero che ha dato la vita e la passione per la salvezza degli uomini: hai capito? Quello che hai detto è assolutamente falso: "non dire falsa testimonianza". ilprofeta1

  • niente09vadoalmniente09vadoalm

    Pubblicato IL 01/07/2009, ORE 22:46

    Appassionato di meditazione

    Scopri di più

    NO, non dire così ,l'uomo è creatura del DIVINI PADRE CHE CI HA DATO VITA PER TESTIMONIARE LA SUA PRESENZA nella creazione. Invece di dire così,pensa e medita questa tua verità. Ascolta te stesso e metti in atto la tua credenza IN LUI.Ciò ti dara forza per comprendere.

  • napoli414

    Non condivido la religione cattolica per molti aspetti, forse moltissimi. Non voglio enunciarti cosa non condivido di quello che hai scritto semplicemente perchè ognuno è libero di esprimere la propria opinione ed io non sono qui per smentire o farti capire che sbagli. Come hai detto, anche tu con la mia risposta puoi riflettere. Questo è quanto, ognuno fa le proprie valutazioni e non mi sembra il caso di mettersi ogni volta a cercare di fare polemiche o discussioni solo perchè le persone non la pensano come noi oppure vogliamo convincerle che sbagliano. Quindi ti lascio augurando a tutti che, dal commento che ho fatto, possano trarne le giuste conclusioni.

    Ciao Occhiolino

  • napoli414napoli414

    Pubblicato IL 13/05/2009, ORE 23:00

    Appassionato di calcio, comunicazione, fede, politica, psicologia, religione, società, sociologia

    Scopri di più

    Per la rispettabilissima e ammiratissima Vellutata21

    Tutto quello che hai detto è indubbiamente giusto ma i cattolici credono che Dio è in ognuno di noi. Pensa che addirittura nel concilio Vaticano II si affrontò moltissimo questo tema tanto da riconoscere in coloro che sono di altre religioni "qualcosa di vero e di Santo" (Nostra Aetate); pensa che la religione cattolica è l'unica a riconoscerlo. Attenzione però: se l'uomo parla solo come uomo, il discorso che fai tu è giustissimo ma se l'uomo parla mostrando la sua santità allora il discorso è differente. Poi non dimentichiamoci che, seppur di natura divina, Gesù era un uomo ti sembra poco questo? secondo te, che bisogno aveva Dio per mandarci suo figlio? voleva capirci, voleva dimostrarci che si può essere come Lui. Mentre gli uomini sulla terra si abbandonavano ai loro istinti, uccidendo i loro fratelli, schiavizzando le loro mogli e amando altri dei, Dio stava lassù ad osservarli e si chiedeva: ma l'ho creato così limitato l'uomo? cosa posso fare? costringerli ad amarmi è controproducente, perchè finirei solo per illudermi e allora che faccio? ci ha mandati suo figlio, o meglio si è trasformato in un essere umano (perchè il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, sono la stessa cosa). Secondo te, Gesù, non sarà mai stato soggetto a tentazioni umane? altrochè! ed ha resistito a tutte, persino alla morte. Poi, quando ha terminato la sua missione, ha affidato il suo regno in mano al suo migliore amico cioè Pietro, l'unico che lo conosceva bene. E' stato Gesù a dire a Pietro: "tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa [...] a Te (Pietro) darò le chiavi del paradiso e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli"(Matteo 16,16-19). Pietro, era ed è ancora un uomo. UN UOMO A CUI E' CRISTO STESSO A CHIEDERCI DI PORRE IN LUI LA NOSTRA FIDUCIA, e ci costa così tanto farlo? ... Con questo però non mi va di giudicare chi non è cattolico o è di un'altra religione (DI CUI NUTRO UN PROFONDO RISPETTO) ma sto cercando di far capire il punto di vista dei cattolici. Spero che quello che ho scritto ti possa servire a qualcosa e ti auguro Buona giornata. Occhiolino

    1 commento:

    • ilprofeta11ilprofeta11

      Pubblicato IL 02/07/2009, ORE 22:59

      Appassionato di

      Scopri di più

      NAPOLI414, da quello che hai detto dimostri essere una persona che ha mangiato e bevuto saziandosi quindi, tu sei sazio per quello che sai: mi dispiace per te ma tu hai dimenticato che proprio Dio attraverso la bocca di Cristo ha detto "BEATI coloro che avranno fame perchè saranno saziati" ma questo te non ti riguarda. Vellutata, a differenza di te, non è sazia: perchè vorresti ingannarla cercando di saziarla con il tuo sapere FALSO? ilprofeta1

  • Geremia 17:5: "Dio ha detto questo: 'Maledetto è l'uomo robusto che confida nell'uomo terreno e realmente fa della carne il suo braccio, e il suo cuore si allontana da Dio stesso'". Uomoni e istituzioni meritano la nostra fiducia solo finchè agiscono in armonia con la volontà di Dio e i suoi princìpi. In questioni come salvezza e vera pace e sicurezza è saggio riporre la propria fiducia solo in Dio. Salmo 146:3: "Non confidate nei nobili, nè nel figlio dell'uomo terreno, a cui non appartiene alcuna salvezza".

    Geremia 17:6,7: "E certamente diverrà come un albero solitario nella pianura desertica e non vedrà quando viene il bene, ma deve risiedere in luoghi aridi del deserto, in una regione salata che non è abitata. Benedetto è l'uomo robusto che confida in Dio, e di cui Dio è divenuto la fiducia". E' vero che riporre fiducia negli uomini non è sempre sbagliato. Il passo suindicato vuol semplicemente dire che, mentre la fiducia in Dio non è mai mal riposta, riporre fiducia negli uomini imperfetti può a volte portare alla rovina. Per esempio, chi confida che gli uomini facciano ciò che solo Dio può fare (recare la salvezza e portare vera pace e sicurezza) è destinato a rimanere deluso (Salmo 46:9; 1 Tessalonicesi 5:3). Il braccio di carne, che rappresenta la potenza umana, è, secondo la Bibbia, indegno di fiducia e tradisce chi confida in esso. Dio avverte il suo popolo dell'errore di confidare nel braccio umano e delle disastrose conseguenze che può avere (2 Cronache 32:8).

  • napoli414napoli414

    Pubblicato IL 11/05/2009, ORE 22:21

    Appassionato di calcio, comunicazione, fede, politica, psicologia, religione, società, sociologia

    Scopri di più

    Per Giuliana93, Vellutata21 e naturalmente per framisada

    Scusate se entro in merito alla discussione ma a me sembra che Giuliana93 è rimasta ancora alla crocifissione di Cristo ed alla sue morte. Rispettabilissima amica che ti ammiro perchè, sei una persona che vuoi capire, ci tengo a ricordarti(E SONO SICURO CHE QUESTO TU LO SAI BENISSIMO) che dopo la Sua morte, Cristo E' RISORTO questa è la PAROLA CHIAVE DELLA RELIGIONE CRISTIANA. Non è importante sapere che un Dio si è fatto uomo, ha dato delle istruzioni agli altri uomini su come vivere e che poi è morto (se il cristianesimo annunciasse solo questo non si sarebbe diffuso) ma che è RISORTO, ha vinto la morte e ci ha resi partecipi della sua vita immortale. Se pure questo Dio da cui deriva Gesù, è in realtà un diavolo che voleva far fuori Cristo, come dici tu, possiamo dire CHE E' STATO SCONFITTO ABBONDANTEMENTE non sei daccordo? io ora non so se tu credi nel mistero della resurrezione ma comunque se ci credi ti prego, rifletti anche su questo e se invece non ci credi è giusto che ti sia informato del REALE MESSAGGIO SU CUI SI FONDA TUTTO IL CRISTIANESIMO, nonchè unico punto in comune che hanno tutti i cristiani indipendentemente se sono Cattolici, Quaccheri, Protestanti, Anglicani, Calvinisti, Evangelici ecc... Poi cos'ha fatto questo Gesù che dopo aver dimostrato agli uomini che era risorto, aveva finito la sua missione? doveva rimanerci una guida terrena, ma chi?, chi lo conosceva talmente bene e aveva compreso realmente il suo messaggio? Pietro, l'unico apostolo che diede la risposta esatta al quesito "ma voi chi dite che io sia?"(Luca 9,18-24) con un secco "il Cristo, il figlio del Dio vivente"(Cristo deriva dal greco "christòs" che significa "unito" nel caso di Gesù, "unito con Dio"). Non è un caso che proprio Pietro abbia fatto la stessa fine di Gesù ma con questo non me la sento di svalutare le altre religioni e coloro che credono negli altri rami del cristianesimo di cui nutro grandissimo rispetto. Noi cattolici crediamo anche in un terzo componente che integra la Trinità ed è lo Spirito Santo, la vena divina che scorre in ogni uomo. "...maledetto sia l'uomo che confida in un altro uomo..." solo se però in quest'ultimo non c'è niente di divino, se un altro uomo crede in Dio e cerca di annunciarti il vangelo (QUESTO SEMPRE SECONDO LA CONCEZIONE CRISTIANO CATTOLICA), è stesso Dio che prova a parlarti, perchè la Chiesa, riconosce si la Bibbia come mezzo usato da Dio per parlarci, ma non è l'unico. Spero di avervi chiarito qualcosa e vi auguro buona giornata.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia