Italia fuori dal g8?

Ho sentito che ci sono intenzioni di far uscire l'Italia dal G8 e far entrare la Spagna, che ha attualmente un reddito pro-capite più alto del nostro. Questo anche dovuto agli aiuti all'Africa mancati da parte dell'Italia.

Cosa c'è di vero? Sul serio usciremo dal G8?

raffeallinaraffeallina

Pubblicata IL 07/07/2009, ORE 16:14 | Aggiornata IL 07/07/2009, ORE 17:23
8Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • erudito3erudito3

    Pubblicato IL 11/07/2009, ORE 22:31

    Appassionato di

    Scopri di più

    ha ragione aza2000, noi dobbiamo corrompere la mafia e sottometterla alla nostra volontà.

  • tommy80708tommy80708

    Pubblicato IL 10/07/2009, ORE 12:29

    Appassionato di

    Scopri di più

    Vorrei precisare che la partecipazione al G8 non dipende dal PIL Pro capite, ma in quale percentuale conta l'economia nazionale a livello globale e come è redistribuita tra la popolazione. Se la partecipazione dipendesse dal PIL pro capite, al G8 parteciperebbo questi Stati:  1)Norvegia, 2) Svizzera, 3) Danimarca 4)USA, 5) Svezia, 6) Finlandia, 7) Giappone, 8) Irlanda (Fonte Sole 24 Ore). Inoltre, sempre da fonte del Sole 24 Ore, la Spagna ha sia il PIL Pro Capite sia il PIL Totale inferiore all'Italia, nel dettaglio: 

    ITALIA (20° posto come PIL Procapite con 26.476 $; PIL TOTALE 1.583 mld $) 

    SPAGNA (27° posto come PIL Procapite con 21.069 $; PIL TOTALE 962 mld $) 

    In conclusione, il GUARDIAN non è un giornale attendibile.

    1 commento:

    • aza2000aza2000

      Pubblicato IL 10/07/2009, ORE 18:04

      Appassionato di

      Scopri di più

      Aggiornato ed esuariente !

      Direi che le vere ragioni sono altre, quali il debito pubblico, la corruzione e la piaga delle mafie purtroppo ancora esistenti nel 21° secolo nella 5^ o 6^ potenza industriale mondiale. Le mafie che ti impedisono qualsiasi attività economica, con le enormi spese a carico di noi cittadini e la perdita di credibilità da parte dello Stato , perchè è la mafia stessa che si sostituisce alla stato il quale, per le ragioni che tutti conosciamo ha sempre lasciato fare.

  • raffaellina buongiorno.

    Il guardian doveva fare alcune cose prima di estromettere l'italia con certezza assoluta dal g8 per sostituirla con la spagna.

    Controllare la situazione economica spagnola.

    Controllare i contraccolpi che la spagna ha avuto dalla crisi bancaria.

    Controllare la disoccupazione attuale in spagna

    Controllare le aspettative di crescita degli industriali spagnoli

    Controllare quante abitazioni hanno in carico le banche spagnole a causa della insolvibilità dei prpri clienti.

     DULCIS IN FUNDO, ANDARSI A LEGGERE LE REGOLE SULLA ESPULSIONE DEGLI STATI CHE  FORMANO IL G8, SE LE HANNO AVESSERO LETTO, SI SAREBBERO GUARDATI BENE DA SCRIVERE UN ARTICOLO CHE, LETTO DA PERSONE NON INFORMATE PUO' STIMOLARE  L'EFFETTO DESIDERATO, MA SE LO LEGGE UN LETTORE INFORMATO, SI FA'  UNA IDEA DIAMETRALMENTE OPPOSTA A QUELLA CHE VUOLE DARE IL GUARDIAN 

    Volevano lanciare strali, e non si sono accorti che erano boomerang.

  • valesquibvalesquib

    Pubblicato IL 08/07/2009, ORE 15:46

    Appassionato di

    Scopri di più

    X Giotto09Ma scusa sai di cosa tratta lo scandalo inglese? Ti rendi conto della gravità degli scandali nostrani? Qui il video di Travaglio che spiega gli scandali inglesi e fa un accenno ai nostri

  • anjolettooanjolettoo

    Pubblicato IL 08/07/2009, ORE 11:50

    Appassionato di

    Scopri di più

    Anche il New York Times ha criticato l'organizzazione del summit. Dice il quotidiano che, per quanto i problemi non manchino, "una programmazione imperdonabilmente negligente da parte del governo ospite, l’Italia, e la debolezza politica di molti dei leader presenti, lascia poco spazio all’ottimismo". Per questo, scrive il quotidiano, "se questa sessione non vuole essere uno spreco di tempo e impegno, il Presidente Obama dovrà assumerne la guida".Ecco invece la vignetta del Times di Londra:

  • giotto09giotto09

    Pubblicato IL 07/07/2009, ORE 21:11

    Appassionato di arte e letteratura, bricolage, disegno, Risparmio Economia

    Scopri di più

    Personalmente penso che l'Italia non uscirà dal g8. Gli intrighi internazionali tramite giornali e altro sono tanti. Il Guardian potrebbe vedere un pò meglio quello che è accaduto nel suo Paese recentemente e nel passato (rimborsi a loro Onorevoli non dovuti, vds le dimissioni recenti; nel passato lo Scandalo Profumo, ...). Ciò premesso vero è che molte cose occorre correggerle anche in Italia. Una per tutte: tener lontane ... le veline ... dalla politica; possono fare meglio quella che è la loro vocazione. Occuparsi seriamente di occupazione e di superamento della Crisi. Infine: il g8 è superato dai fatti: dove mettiamo a breve: India, Cina, etc le nuove potenze economiche? Il g8 sarà allargato per sempre a una maggiore partecipazione di Economie emergenti. Quindi l'uscita del Guardian mi sa tanto di bufala giornalistica, o quanto meno di una presa di posizione non ponderata e di parte. Questo non toglie nulla alla mia stima profonda che ho per il popolo inglese, di antica civiltà e maestro nel diritto e nel saper fare. Bye! 'sera.

  • giovyaragiovyara

    Pubblicato IL 07/07/2009, ORE 16:21

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il Guardian non è l'unica importante voce della stampa estera a parlare. Anche il Financial Times interviene con un editoriale non firmato, ovvero un espressione della direzione del giornale, con un giudizio sul G8 italiano.Cita il crescente imbarazzo per le notizie relative alla vita privata del premier italiano, dicendo che però non sono le uniche ad aver fatto calare la reputazione di Berlusconi.Difatti il giornale afferma che all'estero il primo ministro è stato sempre giudicato una figura controversa e imprevedibile, dicendo inoltre che i corteggiamenti necessari da parte di Bush, che era in conflitto con Chirac e Schroeder, non sono necessari invece per Obama dato che Francia e Germania hanno ora leader fortemente pro-americani.Il giornale cita inoltre gli argomenti che irritano gli Usa e gli altri membri del G8: l'inadempienza dell'Italia sugli aiuti all'Africa, lo scarso interesse del premier italiano sull'impegno per combattere il cambiamento climatico, la sua ambizione di mediare sull'Iran e sulla Russia.Sempre sul Financial Times, un altro articolo del columnist più autorevole di affari internazionale Quentin Peel, parla dell'ex segretario generale dell'Onu Kofi Annan, noto come uno dei diplomatici più tranquilli e posati, che ha scritto una severa lettera personale a Berlusconi, rimproverandolo per non avere mantenuto gli impegni da lui presi al precedente G8 sugli aiuti all'Africa.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia