Le bevande light fanno male? Quanto incidono i dolcificanti sulla salute? E' vero che provocano tumori?

Questa mattina ascoltando la radio ho sentito una notizia agghiacciante sulle bevande light ed essendo abbastanza dipendente da Red Bull, Coca e Fanta light etc, vorrei vederci chiaro.

Sapevo ad esempio che le bevande gassate dietetiche danneggiano la salute dei reni, ma onestamente non pensavo che potessero causare danni reali. Ho sentito anche dire che le sostanze contenute in queste bibite alla lunga possono provocare tumori o gravi scompensi gastrici. Ma è vero oppure no? E se è vero, fino a che punto fa male consumare bevande light? Cioè, dovrei evitarle del tutto? Grazie!

daviduchdaviduch

Pubblicata IL 11/12/2009, ORE 12:31 | Aggiornata IL 11/12/2009, ORE 12:47
6Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    skylineitskylineit

    Pubblicato IL 11/12/2009, ORE 12:32

    Appassionato di

    Scopri di più

    Aspartame, ciclamato, saccarina e acesulfame sono tutti dolcificanti presenti nelle bibite light così come negli sciroppi per la tosse, nei dolci, nelle chewing-gum, negli edulcoranti che mettiamo nel tè o caffè e addirittura nel cioccolato. E pensa che questi non sono che esempi... Moltissimi studi, dagli anni '50 in poi, hanno tentato ciclicamente di dimostrare una qualche corrispondenza tra un aumento del numero di linfomi, leucemie e tumori e il consumo di bevande "senza zucchero". E, va detto che, a volte ci sono riusciti, a volte no, ma gli studi in questione sono stati spesso "smentiti" o soppiantati da nuove ricerche che sdoganavano l'assoluto via libera ai vari saccarosio, aspartame e compagnia bella. Ma poi chissà dov'è la verità...

    L'aspetto da non sottovalutare è che queste bibite, come dici tu, tendono (e questo è stato dimostrato senza ombra di dubbio) a danneggiare gravemente e in modo irreversibile i nostri reni. Per farti un paragone, immagina che queste sostanze dolcificanti siano il vento e il nostro corpo una montagna, erosa anno dopo anno. I danni non si notano quando siamo giovani ma più in là, con il passare del tempo. E, partendo dal pressupposto che per proteggere i nostri reni dovremmo diminuire sia il consumo di bevande senza zucchero, che il sodio, purtroppo il pericolo proviene anche dalle bibite dolcificate a base di sciroppo di mais. Ergo, non solo dolcificanti ma sciroppi e questo vuol dire che è letteralmente impossibile evitare di consumarne - perché sono contenuti in moltissimi alimenti, anzi troppi per poterli monitorare.

    Ma vediamo da vicino l'identikit di queste sostanze. Le più pericolose sono senz'altro:

    1. l'aspartame, anche conoscuito come E951, un dolcificante artificiale composto da acido aspartico (40%), fenilalanina (50%) e metanolo (10%)
    2. il ciclamato. N. B. Nel 2000 il comitato scientifico dell'Unione Europea ne ha ridotto notevolmente la soglia di sicurezza che al momento è di 7 mg/kg!! Evidentemente, tanto bene non fa.
    3. la saccarina. Anche in questo caso, l'OMS suggerisce di non superare la dose di 2,5 mg/kg al giorno.

    Nonostante tutto, la Food and Drugs Administration e l'autorità europea per la sicurezza alimentare pur limitandone le quantità ne hanno più volte ribadito l'innocuità... Mmh.

  • universoserenouniversosereno

    Pubblicato IL 31/08/2010, ORE 09:43

    Appassionato di amore, animali, esoterismo e mistero, salute e benessere, viaggi

    Scopri di più

    Dunque, non e' tanto che creano tumori, quanto il fatto che sono altamente 'acidi' (in senso semplicistico, cioe' creano l'acidita' nel tuo corpo) e quindi indeboliscono tutto il tuo corpo rendendolo piu' suscettibile al cancro.  Se ti interessa un dolcificante totalmente naturale privo di effetti collaterali e senza calorie, usa lo STEVIA.  Quanto sopra e' spiegato su questo sito:   http://www.arthritis-homeopathy.com/Arthritis-&-Food.html

  • ciao, certo che è una storia che si ripete, tu forse non c'eri ancora, ma negli anni 80,c'è stato il sondaggio sulla potabilità dell'acqua che usiamo comunemente; bene,c'erano comunicati con tanto di parametri tassativi sulle tossicività massime consentite con tanto di accertamenti delle autorità competenti,relativi timbri e quantaltro.

    bene,come già è noto fatto la legge, trovato l'inganno:dopo poco tempo,i contenuti tossici delle nostre falde acquifere aumentavano a dismisura,sai quale è stato il toccasano?    aumentare i valori massimi di tossicività consentiti qualche settimana prima.

    certo che a lungo andare certe sostanze ritenute prodigiose (è proprio qui il fato)non fanno bene,ma il vero veleno è e sarà sempre il vendere commerciare qualsiasi cosa sostanza basta che renda economicamente a discapito degli ignari consumatori.

  • libergilidalibergilida

    Pubblicato IL 31/12/2009, ORE 18:44

    Appassionato di attualità e politica, curiosità, psicologia, società, sociologia, solitudine

    Scopri di più

    Io se mi devo farmi impazzire per una bibita elimino tutte le bibite light in quanto i non sempre aiutano la linea e per lo più fanno anche male in quanto ci sono aspartane e fumimicina dei dolcificanti prettamente pericolosi senza parlare che un abbuso enorme provoca diarrea. Purtroppo parecchi zuccheri falsi ci sono anche nelle gomme da masticare.

    A casa preferisco una spremuta di arancie e se bevo il caffé che lo preferisco dolcissimo uso il fruttosio che addolcisce due volte lo zucchero normale e non l'aspartane.

  • silvia6457silvia6457

    Pubblicato IL 11/12/2009, ORE 13:24

    Appassionato di

    Scopri di più

    E' terribile. Io sapevo che anche per la saccarina non era stata esclusa la possibilità che potesse promuovere tumori in presenza di altre sostanza carcinogene... E per questo infatti l’American Medical Association raccomanda di limitarne l’uso nei bambini e nelle donne in stato di gravidanza. Ma poi perché se si sospetta anche solamente che queste sostanze possano essere nocive per l'uomo vengono quotidianamente utilizzate, come diceva skylineit, nei nostri alimenti? E perché in alcuni stati sono bandite? Perché il ciclamato è vietato negli USA ma ampiamente utilizzato in Europa?

    E ancora che dire dell'aspartame? Guardate questo video in cui la fondazione Ramazzini di Bologna presenta le conclusioni di quasi 10 anni di studi. Conclusione? L'aspartame somministrato ai ratti attraverso il cibo produce un aumento delle incidenze di linfomi, leucemie e tumori renali nelle femmine e un aumento dei tumori dei nervi cranici nei maschi.

  • joanna27joanna27

    Pubblicato IL 11/12/2009, ORE 12:57

    Appassionato di

    Scopri di più

    Beh, di fatto il ciclamato in molti Paesi, tra cui gli Stati Uniti, è ancora considerato tossico!!

    La popolarità di questa sostanza, dopo la casuale scoperta nel 1937, è legata all'impiego che alcune aziende, come la Abbott, ne fecero per immettere sul mercato le bibite senza zucchero che conosciamo anche oggigiorno, fino a che negli anni ’70 il ciclamato di sodio fu bandito dagli USA per "sospetta tossicità".

    Attualmente, l'uso del ciclamato è consentito in 50 paesi, tra cui anche l'Italia, benché ne sia consigliato un impiego non superiore agli 0-11 mg/Kg di peso corporeo.

    Seppur i ciclamati vengano eliminati dai reni e dall’intestino, infatti, purtroppo il 30% viene metabolizzato dal nostro organismo e numerosi studi sui ratti hanno dimostrato che tale processo di metabolizzazione provocava in loro il cancro alla vescica...

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia