Le pentole in Teflon sono cancerogene? Come si scelgono le pentole migliori e più sane?

E' vero che le pentole di Teflon, ahimé le mie preferite, sono cancerogene? Sono molto preoccupata perché io uso solo quelle e le trovo comodissime.

Mia madre ha sempre adoperato le pentole in rame, dicendomi che siccome esistono dalla notte dei tempi sono di certo più sicure e naturali. Io, ovviamente, non le ho mai dato retta e ora, al solo pensiero, mi tremano le gambe. 

Vorrei anche sapere quali sono tutti i tipi di pentola più adatti per cucinare in modo sano senza rischiarci la pelle. Grazie!

ballerina888ballerina888

Pubblicata IL 27/11/2009, ORE 17:11 | Aggiornata IL 27/11/2009, ORE 19:12
16Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    Ciao cara, niente attacchi di panico! Andiamo con ordine. Le pentole, come tutte le mamme insegnano, non solo devono essere usate correttamente, ma devono anche essere pulite correttamente, facendo sempre attenzione a togliere eventuali residui di cibo che, se lasciati all'interno della pentola, potrebbero provocare infezioni quando andremo a riutilizzarla.

    Detto, questo, è vero che il Teflon è finito svariate volte nel mirino di salutisti ed esperti, additato come cancerogeno. E' vero anche, però, che come in tutte le cose bisogna andare a fondo e informarsi.

    La cancerogenità del Teflon è strettamente connessa a due sostanze che vengono impiegate nella preparazione di questo materiale:

    1. l'acido perfluoroctanico
    2. il tetrafluoroetilene

    Anche se entrambe queste sostanze non sono di fatto presenti nel prodotto finito, possono svilupparsi quando la temperatura della pentola supera i 260°C - e questo può succedere solo in due casi: se la pentola viene dimenticata sul fuoco o se viene utilizzata come griglia. Quindi, se hai una pentola in Teflon, evita di lasciarla vuota sui fornelli a fiamma viva o di usarla come bistecchiera.

    Analogamente, nemmeno le pentole in rame si prestano a temperature superiori ai 260°. E' facile infatti che raggiunta quella temperatura il rame si danneggi rilasciando parte delle sue proprietà nel cibo. Al contrario del Teflon, però, sono senz'altro meno dannose, perché, in questo caso, il risultato non ha nulla a che vedere con il cancro, ma al limite con problemi gastrointestinali e intossicazioni (se usato in modo scorretto per molti anni di seguito).

    Nel dubbio, opta per ghisa e acciaio che non risentono delle temperature elevate. Ma, in ogni caso, prenditi cura delle tue pentole evitando di graffiarle e scheggiarle. Qualche consiglio:

    • Non lavarle con le spugna in fibra d'acciaio, tipo questa e se proprio non riesci a scrostarle, dopo una prima pulizia, rimettila sul fuoco (bassissimo) con dell'aceto di vino
    • Usa sempre utensili di legno per mescolare il cibo ed evita assolutamente le posate in metallo.

    1 commento:

  • fraca190875fraca190875

    Pubblicato IL 24/01/2011, ORE 20:45

    Appassionato di

    Scopri di più

    QUELLE IN CERAMICA SONO ECCEZZIONALI ... PROVATELE QUELLE DANNOSE SONO QUELLE CHE ABBIAMO IN CASA (TIPO QUELLE PER IL LATTE) CHE SSONO GRAFFIATE.. E SMALTATE ECCO IN QUEI CASI GETTATELE

  • toscana2010toscana2010

    Pubblicato IL 23/01/2011, ORE 15:41

    Appassionato di toscana, tuscany, viaggi

    Scopri di più

    Vorrei veramente ringraziare telodicelammama per la risposta esauriente , anch'io avevo questo dubbio!

    Ciao dalla Toscana

  • santagabio1santagabio1

    Pubblicato IL 29/12/2010, ORE 16:03

    Appassionato di dubbi legali

    Scopri di più

    ho lavorato personalmente nel realizzo del primo impiantodi produzione del teflon anni 60 e nei vari interventi di manutenzione si usavano gli autorespiratori pertanto sicuramente il teflon è altamente nocivo.

  • s_myasys_myasy

    Pubblicato IL 15/05/2010, ORE 20:25

    Appassionato di

    Scopri di più

    Niente di più sbagliato che dire " le riconosci perchè l'interno è bianco" ... ecc ecc ...

    Per lavoro mi occupo di metalli nell'ambito casalingo e delle pentole con interno ceramico mi occupo da prima che il grande pubblico sapesse della loro esistenza.

    Prima di tutto il colore del rivestimento ceramico può essere non solo bianco, ma color crema, grigio o di altri colori. 

    In realtà al momento, quello bianco che quasi acceca da quant'è bianco, è di provenienza cinese e sulle produzioni del far est ci metterei un pò di prudenza in più ..

    Quanto alla sostituzione del teflon col ceramico, bhè, bisogna approfondire l'argomento prima di dire che il teflon e cattivo ed il ceramico è buono! Il teflon sicuramente è dannoso, ma il ceramico non è per nulla vero che sia ecologico!! La produzione delle pentole con interno ceramico è ecosostenibile, ma questo non le rende non dannose.

    Quindi, occhio al corretto utilizzo delle antiaderenti! Qualsiasi esse siano!

  • Il teflon l'ho eliminato da un po' in cucina e l'ho sostituito con quella di alluminio ricoperte di ceramica, ma non sono antiaderenti.

    Il materiale migliore secondo me è l'acciaio inox, quelle col fondo spesso però, oppure l' alluminio purchè non venga usata per cibi acidi come pomodoro, frutta ecc. 

    Ultimamente ho scoperto un materiale professionale che garantisce una cottura più che perfetta ma è parecchio costoso: si tratta di rame all'esterno, alluminio all'interno e acciaio inox nella parte interna a contatto col cibo; questi tre materiali sono assemblati a sandwich e cuociono da Dio. 

  • max4710max4710

    Pubblicato IL 23/01/2010, ORE 12:46

    Appassionato di

    Scopri di più

    Le nuove pentole con rivestimento interno in CERAMICA , anzichè TEFLON,risolvono il problema.Le riconosci perchè l'interno è bianco.

    Le trovi a poco prezzo in tanti supermercati,compreso COIN .

    Max

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia