Un'azienda può spiare le abitudini online di un proprio dipendente? Che cosa può e cosa non può fare un lavoratore?

Qualche mese fa una 31enne che lavorava per la compagnia di assicurazioni svizzera Nationale Suisse di Basilea ha perso il posto perché si era data per malata e, nonostante questo, navigava su Facebook.

La motivazione del licenziamento? "Chi è in grado di navigare in Rete, può anche lavorare". Ma allora la domanda sorge spontanea: un'azienda può spiare i suoi dipendenti? Che cosa si può fare e che cosa invece NON si può fare in malattia?

sonnoliticasonnolitica

Pubblicata IL 23/09/2009, ORE 10:03 | Aggiornata IL 23/09/2009, ORE 12:36
9Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • costante10costante10

    Pubblicato IL 13/11/2013, ORE 11:28

    Appassionato di

    Scopri di più

    Sei sicuro che si tratta di andare a lavorare? C’è un app mobile per questo... È anche possibile utilizzare come il software spia per capire se chi vi è vicino è sincero. Un imprenditore può, in maniera del tutto legale, avvertire i propri dipendenti che le telefonate e i nomi dei chiamanti verranno monitorati e i loro SMS trascritti per garantire che non utilizzino il telefono dell’azienda per uso personale. ( http://www.localizzare-cellulare.it/localizzatore-cellulari/ )

  • yatran61yatran61

    Pubblicato IL 10/10/2009, ORE 21:16

    Appassionato di

    Scopri di più

    Dunque per chi lavora in aziende abbastanza grandi con un pc e chiamate l'assistenza perchè un programma si blocca?  Signica che con un softwarino (ve ne elenco due abbastanza diffusi VNC e Remote Administrator) entrano nel vostro pc e vedono qualsiasi cosa. Al sistemista serve per lavoro e se ne frega se avete la Carfagna nuda o Brunetta in perizoma..... come desktop; però lo stesso software da voi inserito come client e dal sistemista come server, può essere installato anche sul pc un dirigente che così vi controlla.

    Non so le normative svizzere, ma un pò di furbizia su Facebook ed altri network non cercate di fare il record di contatti con tutti i colleghi...  anzi meglio di no :)

    Se hanno scoperto che navigava significa che hanno avuto accesso grazie a lei, oppure se hanno forzato la sua pagina in italia almeno sarebbe illegale.  Un nome a caso: IBM fa il monitoraggio di tutto quello che fanno i dipendenti...

  • gianka51gianka51

    Pubblicato IL 24/09/2009, ORE 20:23

    Appassionato di cucina, leggi e normative, politica e istituzioni, ricette e vini, viaggi

    Scopri di più

    Be in italia questo non succederebbe.

    Da noi ce' solo l'obbligo di essere reperibile  nelle fasce orarie previste per le visite fiscali volute dall'azienda,o, se sorteggiati dall'inps.

    Comunque se fosse capitato a me avrei fatto rivalsa all'azienda.

    e cosa dire se un ammalato legge un libro? , e poi ci sono malattie e malattie.

    Con un piede o un dito rotto non posso piu stare al computers?Ho avuto colleghi che sono venuti al lavoro in carozzella rischiando cosi' la propria incolumita' e quella degli altri, (nella mia azienda giravano montacarichi a iosa ), io lo avrei mandato a casa, ma forse pagava l'inps.Io stesso ho mandato a casa operai che avevano la febbre da influenza e si stupivano , non capendo che rimanendo  infettavano altre persone e allora avrei avuto un problema di personale.   che dire se una persona e' affetta da esaurimento ?da febbre?da operazione alle adenoidi? se ha la leucemia?se ha un tumore,(in certi giorni si sta' bene ) diciamo che l'azienda ha colto l'occasione al balzo per liberarsi di una persona che aveva nel mirino e che

    controllava da tempo per prenderla in fallo ,se di fallo si tratta,io penso di no' 

  • isabbaisabba

    Pubblicato IL 24/09/2009, ORE 13:46

    Appassionato di cinema, lettura, politica

    Scopri di più

    A casa, anche se in malattia, nessuna azienda può spiarti. Non credo che la malattia fosse invalidante e quindi se era su face-book questo non significa che fingesse di esserlo. Quindi no all'azienda spiona e no a licenziamento.

  • Se per spiare si intende controllare se il dipendente svolge le mansioni per le quali è pagato, sono d'accordo; tutte le altre forme di controllo sono illecite.

  • italalpinoitalalpino

    Pubblicato IL 24/09/2009, ORE 11:34

    Appassionato di

    Scopri di più

    se faccio un kavoro e per questo lavoro sono retribuito, la mia coscienza già deve dirmi di eseguire il lavoro senza che io debba perdere del tempo, retribuito, per un qualcosa che non riguarda il lavoro, quindi la risposta é solamente una: chi mi paga ha tutti i diritti ed i doveri di controllarmi, mentre il pagato ha tutti i doveri di fare quel lavoro per cui viene retribuito.se riguarda invece i movimenti del lavoratore fuori ufficio, beh allora la libertà é del lavoratore, tuttavia, ripeto, sul posto di lavoro debbo lavorare e basta.

    bertoli giuseppe

  • rex.erisrex.eris

    Pubblicato IL 23/09/2009, ORE 14:22

    Appassionato di

    Scopri di più

    se la navigazione è durante l'orario di lavoro e dalla postazione, CERTO che può spiare e prendere i provvedimenti che ritiene necessari...

    se la navigazione è da casa, no.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia