Il premier: "Entro fine settembre non ci sarà più una sola tendopoli". Ma, al di là delle polemiche, come procede la ricostruzione?

Alla puntata di "Porta a Porta" del 15 settembre, il Presidente del Consiglio ha affermato che entro fine settembre non ci saranno più tendopoli in Abruzzo. Vorrei sapere, al di là delle polemiche, come procede effettivamente la ricostruzione? Che cos'è stato fatto finora, in che modo e cosa ancora verrà fatto?

cinnamonrollcinnamonroll

Pubblicata IL 16/09/2009, ORE 13:33 | Aggiornata IL 16/09/2009, ORE 13:51
13Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • azkn858azkn858

    Pubblicato IL 17/09/2009, ORE 19:27

    Appassionato di cultura generale-ed civica.

    Scopri di più

    Premier o non premier,l'esempio di "procedura"de l'Aquila,e un onore per tutti noi italiani,che di fronte alle tragedie, di casa nostra e non solo,diamo esempio di grande partecipazione,e grande solidarieta',gran bella cosa per un popolo, che alla fine da' dimostrazione di unita' e senso civico che dovrebbe essere una morale per tutti i politici,ma propio tutti!  

    1 commento:

  • mari4202mari4202

    Pubblicato IL 17/09/2009, ORE 18:54

    Appassionato di abruzzo

    Scopri di più

    alla fine di settembre non ci saranno più tendopoli, ma ci sono ancora migliaia di sfollati sulla costa (circa 20.000) che non potranno rientrare a breve e comunque non prima dell'ultimazione dei lavori nelle proprie case, in ritardo per vari motivi.

    la costruzione delle nuove case è in corso, la ri-costruzione di quelle che c'erano a rilento, la ri-costruzione del centro storico non è praticamente iniziata e non si sa se inizierà mai.

    per i beni di interesse artistico-architettonico mi sembra siano stati stanziati circa 20 milioni di euro, solo per la basilica di Collemaggio ne servirebbero 16 e ancora non ci sono.

    i contributi dei paesi stranieri promessi durante il G8 ancora non arrivano, se si escludono quelli della Germania che si sta occupando della "piccola" chiesa di Onna.

    tanto ancora si potrebbe dire, ma è già tanto che se ne parli.

    DI SICURO ALL'AQUILA NON C'E' E NON POTREBBE COMUNQUE ESSERCI UNA GRAN CONTENTEZZA IN TUTTI, come qualcuno ha detto.

    al di là delle polemiche

  • andre216andre216

    Pubblicato IL 17/09/2009, ORE 10:11

    Appassionato di scrivere poesie varie e commenti politici

    Scopri di più

    Si fa sempe vedere ciò che è stato fatto è bene? però cosa rimane ancora da fare?

    altri comuni intorno al'Aquila hanno subito gli stessi danni,infine serata su RAI3 dopo il regionale hanno parlato persone di altro comune,dove nulla è stato eseguito, perchè nella trasmissione di Porta a Porta non è stato fatto alcun accenno,probabilmente notizie di questo genere discreditano il Presidente del consiglio,ed è inutile che asserisca che Lui è il più grande e amato di tutti coloro che lo hanno preceduto anzi il migliore dall'unità d'Italia repubblicana. NON CI CREDIAMO. f/to Andrea Cozzi  

    1 commento:

  • baguetteblubaguetteblu

    Pubblicato IL 17/09/2009, ORE 09:32

    Appassionato di

    Scopri di più

    Per lavoro spesso mi trovo all' Aquila e vedo che intorno in tutti quei paesi vi è un via vai di camion, Ditte che lavorano senza sosta anche la domenica; le abitazioni sono a buon punto e sinceramente credo che le promesse fatte verranno mantenute. Questa è veramente una bella cosa per tutte quelle persone che non hanno più una loro abitazione e ci riscatta davanti agli occhi di tutto il mondo perchè il tutto è stato fatto in poco tempo. Mi dispiace solamente che qualcuno stia strumentalizzando il tutto.

  • astragalo61astragalo61

    Pubblicato IL 17/09/2009, ORE 01:36

    Appassionato di

    Scopri di più

    Appurato che in tv ormai si va solo per farsi belli o raccontare balle, proporrei di andare sul posto a vedere oppure di chiedere a qualcuno che non sia un politico (volontario croce rossa, vigile del fuoco ecc) di raccontare quello che ha visto. L'importante è non chiedere niente a Vespa. salut

  • estoril_86estoril_86

    Pubblicato IL 16/09/2009, ORE 17:43

    Appassionato di

    Scopri di più

    La ricostruzione non è mai iniziata.

    Quello che si sta facendo è costruire (diverso da ri-costruire) nuovi complessi alla periferia della città destinati ad ospitare circa 15.000 persone. La Protezione Civile ed il Governo realizzeranno questi alloggi entro dicembre, ma i rientri saranno scaglionati: ad esempio, a fine settembre dovrebbero essere pronti 2 dei 20 quartieri previsti.

    Il problema (e la causa delle critiche che vengono mosse all'operato del Governo e della Protezione Civile) è che questi complessi non potranno mai soddisfare le esigenze degli aquilani. Al momento gli sfollati sono circa 40.000, cui bisogna aggiungere alcune migliaia di posti letto da destinare agli universitari fuori sede. E' stata da più parti sollecitata la necessità di provvedere alla costruzione di alloggi temporanei (come quelli inaugurati ad Onna) ma non si sonon avute risposte.

    Spero di essere stato esauriente ed obiettivo. ;)

    1 commento:

  • beppestar1beppestar1

    Pubblicato IL 16/09/2009, ORE 16:48

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il terremoto in aprile che ha portato distruzione in abruzzo. dopo circa 5 mesi si comincia a dare nuove case ai terremotati. Io credo che questo sia la prima volta che succede. Non sono per fare i complimenti ad una forza politica. ma dico che finalmente qualcuno a fatto il suo dovere che è quello di intervenire e risolvere i problemi senza troppa burocrazia

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia