Il ciuccio deforma il palato? Quando non è adatto ai bambini? A che età è meglio interromperne l'utilizzo?

Mio nipote è fissato con il ciuccio e proprio non riesce a separarsene e mia sorella, pur di non sentirlo frignare ininterrottamente, asseconda questo suo vizio. Parlandone con un'amica, mi ha detto che permettere a un bambino molto piccolo di affezionarsi al ciuccio è un errore molto grave perché il suo uso costante causerebbe una serie di problemi. Posso fidarmi? Che cosa ne pensano medici e pediatri e a quali problemi darebbe origine?

shangrilaxshangrilax

Pubblicata IL 22/03/2010, ORE 17:40 | Aggiornata IL 22/03/2010, ORE 18:16
6Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Nella fattispecie sono i dentisti i più coivolti, e l'idea più diffusa che almeno fino a quattro cinque anni il ciuccio non possa provocare danni e qualunque modifica ai denti  possa regredire rapidamente quando smetterà di usarlo (e prima o poi tutti i bambini lo abbandonano).

    Per quanto riguarda lo sviluppo psicoaffettivo il ciuccio gioca un ruolo molto importante, come fonte di rassicurazione precoce quando la suzione è il primo movimento intenzionare del bambino attraverso il quale può agire sull'ambiente,  ma anche più avanti come oggetto "transizionale" ovvero sostituto della mamma durante le separazioni.

    A partire dai due anni con il crescere dell'autonomia il ciuccio dovrebbe spontaneamente essere sempre meno necessario e i genitori possono favorirne un uso sempre più limitato ai momenti difficili o all'addormentamento. Sempre in questo periodo è sconsigliato ingaggiare dei "braccio di ferro" con i bambini che naturalmente in questa fase (e fino ai tre anni più o meno) sono oppositivi. Si rischierebbe di favorire un eccessivo investimento sul ciuccio (ciò che è vietato è più desiderato). Se gradualmente si sposta l'attenzione (considerando che possano esserci momenti di regressione in cui torni più in uso) a tre anni, con l'ingresso alla scuola materna, il controllo sfinterico e per alcuni l'abbandono del pisolino del pomeriggio, il ciuccio dovrebbe spontaneamente perdere la sua attrattiva.

  • astragalo61astragalo61

    Pubblicato IL 23/03/2010, ORE 01:51

    Appassionato di

    Scopri di più

    Se riesci a toglierlo tra i tre e i quattro anni non dovrebbero esserci problemi, i metodi sono tanti ma si può provare a farlo sentire grande e dirgli che alla materna non si usano i ciucci dopo il primo anno. salut

  • pippo0014pippo0014

    Pubblicato IL 22/03/2010, ORE 19:59

    Appassionato di attualità e politica, curiosità, tecnologia e internet

    Scopri di più

    Con mio figlio, fargli dismettere il ciuccio è stato estremamente facile: accortomi che gli si stavano deformando i denti (almeno così a me sembrava) ho strofinato il ciuccio su uno spicchio d'aglio; non c'è stato bisogno di nessun atto di convincimento, non ha più voluto il ciuccio.

  • goodynightygoodynighty

    Pubblicato IL 22/03/2010, ORE 18:00

    Appassionato di

    Scopri di più

    Se l'uso prolungato del ciuccio dopo i 3-4 anni d'età può far male alla dentizione e al palato, è pur vero che la suzione è un processo del tutto naturale dello sviluppo del feto e comincia fin dentro la pancia della mamma. Il problema si pone specialmente per i bambini che non riescono a combattere il senso di paura e solitudine che spesso accompagna questo gesto se non ricorrendo al ciuccio che, se drasticamente tolto alla loro quotidianità, può comunque portare alla suzione del pollice, ancor più deleteria.

    Consiglio tua sorella di aiutare il bambino verso il processo graduale di liberazione dal ciuccio, stando soprattutto attenta a una scelta corretta del succhietto.

    Da tenere presente. I materiali con cui può essere fatto un ciuccio sono due: silicone e caucciù. Il primo, più resistente a odori e alterazioni di temperatura, è particolarmente indicato nei primi mesi di vita del bambino, mentre quello di caucciù resiste maggiormente nella fase di dentizione, quando cominciano a spuntare i primi dentini. Entrambi devono avere la caratteristica forma "a goccia" segno inconfondibile dei ciucci anatomici.

  • arianna151arianna151

    Pubblicato IL 22/03/2010, ORE 17:52

    Appassionato di amore, animali, cinema, psicologia, relazioni, salute, sentimenti, tradimenti

    Scopri di più

    Innanzitutto non dici l'età di tuo nipote e quindi l'aiuto che possiamo darti è limitato. Per sommi capi ti posso dire che fa male quando si continua ad usarlo dopo il primo anno di età specialmente se non è piatto come quelli che trovi in commercio oggi. Il palato si deforma se si usa in continuazione quello con la testina tonda e fino a un'età "inoltrata". Il rimedio per togliere questo vizio (che lui può sostituire succhiando il pollice, ed è peggio) consiste nell'immergere il ciuccio nell'aceto per 5 minuti per poi darglielo. Con mia figlia ha funzionato. A un anno esatto ho usato questa formuletta e da allora non ne ha fatto più richiesta. 

  • serennellaserennella

    Pubblicato IL 22/03/2010, ORE 17:42

    Appassionato di

    Scopri di più

    E' risaputo che, a lungo andare, il ciuccio può deformare il palato e danneggiare la dentatura. Detto questo, però, è importante non farsi prendere da alcun tipo di panico. Innanzitutto, consiglio a tua sorella di discuterne in modo approfondito direttamente con il suo pediatra, in quanto ogni caso va valutato individualmente. In linea di massima, però, ti posso dire, avendo lavorato per molto tempo a stretto contatto con dei bambini in età prescolare, che la cosa fondamentale è assicurarsi che il piccolo abbia a disposizione un ciuccio anatomico, dimezzandone l'utilizzo in modo graduale.

    Mi spiego. Dovresti evitare a tutti i costi di permettere al bambino di dormire con il ciuccio. Se ci pensi le ore di sonno prima dei 2 anni equivalgono quasi a 2/3 della giornata di un bambino e, ovviamente, la cosa non può che avere ripercussioni negative. Inoltre, non sapendo l'età di tuo nipote, è difficile ipotizzare una soluzione, ma credo che i pediatri concordino col dire che dopo i due anni i bambini dovrebbero cessare interamente il vizio di succhiare, che si tratti del ciuccio, del pollice, della manina o della coperta.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia