papilloma alla lingua

cosa è un papilloma sulla lingua? è grave? a quali conseguenze può portare? come si cura?

zavorrina83zavorrina83

Pubblicata IL 20/05/2009, ORE 17:39
3Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • discoverysergiodiscoverysergio

    Pubblicato IL 09/09/2009, ORE 16:48

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il papilloma può essere curato a priori,facendo una serie di controlli!

  • herpesmediaherpesmedia

    Pubblicato IL 20/05/2009, ORE 18:07

    Appassionato di

    Scopri di più

    Il papilloma virus non sparisce da solo, continua imperterrito a combinare guai, come ha potuto constatare, finché non viene portato via; i condilomi e le lesioni che lei manifesta sono l’espressione della sua permanenza nell’organismo, in qualsiasi zona.

    Il virus va eliminato definitivamente dal suo corpo, ma occorrono esami strumentali più incisivi, che soltanto la medicina biologica mi offre, per poter evidenziare il virus, insieme agli altri agenti patogeni che lo hanno fatto entrare e mantenere.

    La terapia per portarlo via è articolata e in diverse successioni, controllata sempre sulla persona in esame.

    L’analisi va condotta sull’organismo e sul suo sistema immunitario, in modo da avere sempre evidenti le progressioni della sua eliminazione e degli altri agenti patogeni.

    Ciao!

  • delfinofoscodelfinofosco

    Pubblicato IL 20/05/2009, ORE 18:01

    Appassionato di

    Scopri di più

    Ciao!

    Il papilloma è un tumore benigno che può svilupparsi nella cute o in una mucosa (specialmente laringe e vescica).È costituito da una proliferazione epiteliale su un supporto connettivo vascolarizzato.

    Il papilloma virus umano o HPV (acronimo di Human Papilloma Virus) è un virus appartenente al gruppo dei papovavirus, è un virus nudo, quindi senza pericapside, dotato di genoma a DNA circolare a doppio filamento.

    Appena entrato dentro le cellule fa esprimere alcuni geni detti "early" (indicati con la lettera E) che servono a modificare il metabolismo della cellula infettata per metterlo al servizio dell'HPV, il quale poco prima della fuoriuscita dalla cellula fa sintetizzare altre proteine dette "late" (indicate con la lettera L) che sono in particolare due proteine strutturali, che associandosi tra loro formano la struttura icosaedrica del capside virale (formato da 72 capsomeri). Le infezioni da HPV sono estremamente diffuse e possono causare malattie della pelle e delle mucose.

    Gli HPV si contraggono tramite contatto diretto (sessuale, orale e cutaneo). Non sono presenti in liquidi biologici quali sangue o sperma. Il rischio di contrarre una infezione da HPV aumenta con il numero dei partner sessuali, ed é massimo nell'età più giovanile (20-35 anni). Il virus è più frequentemente trovato tra le popolazione promiscue e in condizioni precarie di igiene.Nel caso dell'HPV ci sono due strategie vaccinative: preventiva e terapeutica. La prima si interessa di prevenire l'insorgenza delle infezioni, la seconda (ancora a un livello sperimentale) di curarle una volta che queste sono già in atto.Per quanto riguarda la prima strategia è già presente sul mercato, e viene distribuito gratuitamente alle ragazze di età inferiore ai 12 anni, un vaccino transgenico contenente due proteine del capside virale degli HPV 16 e 18 (responsabili del 70 % dei tumori al collo dell'utero), si tratta quindi di involucri proteici (L1 e L2) detti PLV (particles like viruses) ossia particelle simili ai virus, ovviamente è un vaccino assolutamente sicuro perché completamente privo di virus veri e propri, ha un'efficacia pressocchè totale nell'impedire l'infezione di HPV 16 e 18, tuttavia è inefficace nel curare le infezioni già in atto dei suddetti virus, perché le proteine L1 e L2 sono prodotte solo in una piccola frazione di tempo dell'infezione (quando il virus passa da una cellula uccisa all'altra).Per fare invece un vaccino terapeutico, cioè che cura le infezioni già in atto e curare le tantissime donne che hanno le suddette infezioni, si devono produrre delle proteine che vengono sintetizzate durante tutto il ciclo vitale del virus, come ad esempio E6 ed E7. A questo scopo si stanno producendo e sperimentando piante transgeniche che producono questi due antigeni (ovviamente con delle mutazioni che li rendono assolutamente sicuri per la salute umana)

    Ad ogni modo la cosa migliore da fare é quella di consultare primaditutto il proprio medico di fiducia!Sorridente

    Buona serata!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia