Sinapsi chimica

Come avviene la sinapsi chimica?

er.piccioloer.picciolo

Pubblicata IL 28/12/2009, ORE 16:37
3Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • talulla15talulla15

    Pubblicato IL 07/01/2010, ORE 22:16

    Appassionato di amore, animali, viaggi

    Scopri di più

    La sinapsi (o giunzione sinaptica o bottone sinaptico) (dal greco συνάπτειν (synàptein), composto da σύν(con) e ἅπτειν (toccare), vale a dire "connettere") è una struttura altamente specializzata che consente la comunicazione tra le cellule del tessuto nervoso, i neuroni. Attraverso la trasmissione sinaptica, l'impulso nervoso può viaggiare da un neurone all'altro o da un neurone ad una fibra p.es. muscolare (giunzione neuromuscolare). In relazione agli elementi neuronali che entrano in contatto nella sinapsi, si possono distinguere sinapsi asso-dendritiche, in cui l'assone di un neurone contatta l'albero dendritico di un altro neurone, sinapsi asso-assoniche, in cui due assoni sono a contatto e sinapsi asso-somatiche, che si stabiliscono tra l'assone di un neurone ed il corpo cellulare (soma) di un secondo neurone. Esiste anche un caso particolare in cui l'assone di un neurone forma una sinapsi con il dendrite o il soma dello stesso neurone (autapsi)

  • delfinofoscodelfinofosco

    Pubblicato IL 28/12/2009, ORE 16:40

    Appassionato di

    Scopri di più

    Una sinapsi chimica è formata da tre elementi: membrana pre-sinaptica, spazio sinaptico (detto anche fessura inter-sinaptica o vallo sinaptico) e membrana post-sinaptica. La membrana pre-sinaptica è quella parte del neurone portatore del messaggio che rilascia il neurotrasmettitore nello spazio sinaptico.

    Qui quest'ultimo entra in contatto con la membrana postsinaptica ove sono presenti specifici recettori o canali ionici. Il neurotrasmettitore in eccesso viene riassorbito nella membrana presinaptica (ricaptazione), o scisso in parti inerti da un apposito enzima.

    Buona serata!

  • herpesmediaherpesmedia

    Pubblicato IL 28/12/2009, ORE 16:39

    Appassionato di

    Scopri di più

    Nella sinapsi chimica il neurone presinaptico viene attivato e questo provoca la generazione di potenziali d’azione che possono viaggiare sull’assone ed arrivare al terminale, dove abbiamo la nostra sinapsi chimica.

    Il terminale del neurone è pieno di piccole strutture chiamate vescicole, e piene di una o più determinate sostanze chimiche dette neurotrasmettitori. Quando i potenziali d’azione arrivano al terminale, facilitano l’entrata di calcio nel neurone presinaptico e ciò permette la fusione delle vescicole con la membrana sinaptica ed il rilascio del loro contenuto all’esterno.

    Il neurotrasmettitore potrà poi legarsi ad opportuni recettori localizzati all’interno della sinapsi sul neurone postsinaptico e attivare o inibire quest ultimo, modulandone la capacità di generare potenziali d’azione e quindi in ultima istanza di rilasciare le sue vescicole di neurotrasmettitore sul neurone successivo.

    Il neurotrasmettitore viene poi recuperato dai neuroni o dalla glia (l’altra grossa categoria di cellule presente nel cervello) per essere riciclato o alterntativamete distrutto.

    Ciao!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia