40 anni di contributi non bastano più? Nel 2024 andremo in pensione a 67 anni? E i nostri politici? E i precari?

La manovra finanziaria danneggia i lavoratori prossimi alla pensione? E che dire del "gap pensionistico"? I titolari di pensione di vecchiaia sono penalizzati rispetto alla precedente normativa? Quali sono i nuovi requisiti?

Mi sono informato e grazie alla "finestra mobile", indipendentemente dall'età anagrafica, 40 anni di contributi per la sospirata pensione non bastano più, 

Cioè, la fregatura è un po' questa: con 40 anni di contributi si raggiunge il diritto per andare in pensione ma per poter lasciare effettivamente il lavoro bisogna lavorare un anno in più. E comunque vada una volta che avrete superato i 40 anni di contributi la vostra pensione non ne guadagnerà granché in termini di denaro!

Oltre al danno, la beffa se considerate la situazione dei nostri politici. Lo sapevate che, con questa legislatura, per andare in pensione a loro basterà avere 5 anni di contributi per non parlare di chi riceve il vitalizio essendo stato in Parlamento soltanto pochi giorni?

Ma facciamo qualche conto. Prima, per andare in pensione nel 2011, ad esempio, a un lavoratore dipendente sarebbe bastata quota 96, ergo 60 anni d'età e 36 anni di contributi o 61 anni di età e 35 anni di contributi. Ora invece la quota da raggiungere è aumentata di un punto, passando a 97. Se a un lavoratore autonomo prima bastava quota 97 oggi deve arrivare a 98. Ah, dimenticavo, le nuove norme in fatto di pensioni prevedono che i numeri delle quote vengano rivisti ogni 3 anni. Considerati gli aumenti che verranno fatti nel 2018 e nel 2021, potete contare su una certezza: nel 2024 andremo in pensione a 67 anni!

Aggiungete a questa miscela esplosiva che il 21,4% dei pensionati italiani riceve ogni mese un contributo inferiore ai 500 euro, mentre il gruppo più numeroso di pensionati (4,7 milioni di individui pari al 27,7% del totale) percepisce una o più prestazioni per un importo mensile compreso tra 500 e 1.000 euro è il gioco è fatto... (Fonte Repubblica)...

Altra nota dolente (non è una freddura ma la triste verità!) da Agoravox: "Il presidente dell'INPS Antonio Mastrapasqua ha finalmente risposto a chi gli chiedeva perché l'INPS non fornisce ai precari la simulazione della loro pensione futura come fa con gli altri lavoratori: 'Se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati rischieremmo un sommovimento sociale'."

Ma dove andremo a finire?

margheritiusmargheritius

Pubblicata IL 03/06/2010, ORE 11:55 | Aggiornata IL 10/05/2011, ORE 13:51
136Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    senzadenti1senzadenti1

    Pubblicato IL 03/06/2010, ORE 11:58

    Appassionato di

    Scopri di più

    "Secondo gli ultimi dati Istat, chi è nato nel 2009 vivrà in media fino a quasi 79 anni se uomo e poco più di 84 se donna." (Fonte: Il Sole 24 ORE)

    E, d'altronde, Tremonti l'aveva detto, smentendo Sacconi: "Nessun refuso sui 40 anni" (Il Giornale)

    Dal 1° gennaio 2015, infatti, e non più dal 2016 - come inizialmente pattuito - i canonici 40 anni di contributi non saranno più sufficienti per andare in pensione. Da tale data, come d'altronde era già stato previsto dalla manovra finanziara ma perlopiù era passato in sordina, ogni tre anni, i requisiti di pensionamento verranno aggiornati sulla base della speranza di vita calcolata dall'Istat sulla media dei decessi in Italia. Quindi, per fare un esempio concreto, dal 2015 servirà 1 anno in più per andare in pensione nel 2028...

    Ma, voglio rassicurarti. Se è vero che la speranza di vita in questi ultimi anni è aumentata, è anche vero che, allo stesso modo, potrebbe diminuire o restare invariata (basti pensare a fattori come l'inquinamento, i tumori in crescita etc), causando un dilazionamento dei contributi di soli 1 o 2 anni al massimo, sicché, invece di 40 anni, ne serviranno 41 o 42, nonostante prevedere cosa accadrà tra 10 o 20 anni sia molto difficile se non impossibile.

    Tuttavia, chi sta maturando i requisiti per la pensione di vecchiaia e di anzianità entro il 31 dicembre 2010 potrà ancora usufruire della vecchia normativa, mentre i nuovi requisiti per il 2011 sono i seguenti (Fonte: Il sole 24ORE). "La pensione di vecchiaia spetta al raggiungimento dell'età pensionabile o per collocamento a riposo per raggiunti limiti di età e/o servizio."- 65 anni di età per gli uomini e 60 per le donne - 61 anni di età per le donne del settore pubblico (ANCORA PER POCO: dal 2012, le lavoratrici del pubblico impiego dovranno aspettare il compimento dei 65 anni di età per dare l'addio al posto di lavoro)- minimo contributivo di 20 anni- cessazione dell'attività lavorativa dipendente anche all'estero

    "La pensione di anzianità (o pensione anticipata), si ottiene prima del raggiungimento dell'età pensionabile o del limite massimo di anzianità di servizio e in presenza di determinati requisiti assicurativi e anagrafici."- quota di 96, con età di almeno 60 anni per i lavoratori dipendenti e quota di 97, con età di 61 anni per i lavoratori autonomi- minimo contributivo di 40 anni indipendentemente dall'età anagrafica- cessazione dell'attività lavorativa dipendente anche all'estero

    Dal 2013: per ritirarsi dal mondo del lavoro occorre quota 97. Lo scalino prevede l’innalzamento dell’età minima a 61 anni. Per quanto riguarda i lavoratori autonomi, la scaletta si sposta di un anno: ad esempio, si poteva andare in pensione nel 2008 con 59 anni mentre nel 2013 ne serviranno 62.

    7 commenti:

    • salleonasalleona

      Pubblicato IL 11/05/2011, ORE 14:20

      Appassionato di dubbi legali

      Scopri di più

      la truffa delle pensioni.io ho iniziato l'attivita a 33 anni +41 =74 .Considerato che si muore a 78 anni potro' prendere la pensione per 4 anni che non ripaghera' neppure di un decimo dei soldi che verso attualmente tra contributi fissi e a percentuale.Questi soldi che verso adesso servono solo a pagare in primis le pensioni dei Parlamentari,e che rapina per solo 5 anni.Dovrebbero abolirla.Ecco la truffa lo Stato incassa solo .Invece di incidere sulle pensioni si dovrebbero ridurre drasticamente gli stipendi ai parlamentari assessori,sindaci,ministri ,presidenti e quanti altri prendono stipendi da Nababbo come Montezemolo ,ad esempio.Ci sarebbe un bel respiro e le casse dello Stato avrebbero meno debiti.

    • fafafa60fafafa60

      Pubblicato IL 15/05/2011, ORE 13:01

      Appassionato di

      Scopri di più

      non so nelle altre aziende ma in quella dove lavoro io tutti i giovani sono schifati di questa situazione ,non parliamo dei più vecchi che si vedono allontanare sempre di più la pensione,ma chi ci governa crede che siamo tutti imbecilli,dopo i 60 anni cosa pensano che andiamo a fare in fabbrica,a lavorare? oppure a tirarci la dentiera tra colleghi? 

    Leggi tutti i commenti

  • seducentemoraseducentemora

    Pubblicato IL 11/05/2015, ORE 15:37

    Appassionato di

    Scopri di più

    chi ha fatto nel mazzo non ha diritto chi stà in politica ha tutti i diritti ma sarebbe sensato trovare una via di mezzo......

  • dune-buggidune-buggi

    Pubblicato IL 07/09/2014, ORE 19:04

    Appassionato di

    Scopri di più

    interessanti sia domande che risposte 

  • maurizio1336maurizio1336

    Pubblicato IL 03/03/2013, ORE 15:31

    Appassionato di

    Scopri di più

    questi si preoccupano del 2024 ma adesso non sai neanche se fra' un anno sarai vivo guarda la grecia ,vi preoccupate del 2024 credete ancora alle favole pensate ancora che sia giusto dare i soldi all'imps facciamo come in america stipendio totale poi ognuno si arrangia se poi a 60 anni non ha i soldi fara' il barbone

  • ricky254ricky254

    Pubblicato IL 21/02/2013, ORE 10:34

    Appassionato di

    Scopri di più

    LA LORO SPERANZA DI VITA E' AUMENTATA NON LA NOSTRA

  • ricky254ricky254

    Pubblicato IL 21/02/2013, ORE 10:33

    Appassionato di

    Scopri di più

    SE ALLA CASTA BASTANO 3 ORE DI PRESENZA PER GARANTIRSI UN MINIMO DI PENSIONE PERCHE' NOI DOBBIAMO LAVORARE PER + DI 40 ANNI? FACCIAMOLI FUORI TUTTI  GRANDE BEPPE GRILLO

  • paolo29621paolo29621

    Pubblicato IL 15/02/2013, ORE 19:40

    Appassionato di

    Scopri di più

    Andremo al lavoro col volontariato in ambulanza, forniti di stampelle e flebo al braccio e ci saranno persone  col carretto a raccogliere  i corpi come nei filmati dei campi di prigionia. Forza ragazzi facciamo lavorare chi non ha fatto una mazza!

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia