La Chiesa ci costa ogni anno 6.086.565.703 di Euro... Ma questa ICI la vogliamo mettere oppure no? Ogni tanto se ne parla ma non cambia mai niente

Guardate questo video:

La Chiesa ci costa ogni anno  6.086.565.703 di Euro!

Da questa cifra sono escluse tutte le somme che la Chiesa riceve da associazioni, fondazioni bancarie, privati cittadini tramite cerimonie come Comunioni, Battesimi, Matrimoni...

I dati di questo video  sono il risultato di un'indagine fatta dall' UARR sui fondi pubblici e le esenzioni di cui gode la Chiesa cattolica

 

Al momento non c'è l'introduzione dell'Ici sugli immobili della Chiesa: pareva che finalmente fosse messa e invece tutto come prima. Ormai se non lo vedo, non ci credo più! Intanto la pagina di Facebook "Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria" continua a raccogliere adesioni La rete aveva chiesto ai partiti di prendere posizione inviando una lettera aperta ai segretari dei principali partiti politici italiani. Questo tema continua ad essere un argomento che nessuna parte politica vuole affrontare. Guardate questo video: è un servizio giornalistico del  primo canale della Televisione di Stato Francese che parla dei privilegi fiscali del Vaticano. "Questo convento ospita turisti tutto l'anno a 62 Euro a notte. Non abbiamo avuto problemi a vedere le camere ma impossibile sapere quante tasse pagano. Grazie alla presenza di luoghi di culto, si è esonerati dal pagare le tasse!"

E' davvero sconcertante quello che si vede e si sente in queso servizio:

 

 

crombiocrombio

Pubblicata IL 23/08/2011, ORE 15:55 | Aggiornata IL 21/02/2012, ORE 14:08
82Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    backonbackbackonback

    Pubblicato IL 23/08/2011, ORE 15:56

    Appassionato di

    Scopri di più

    Questa cifra è davvero allucinante! Eppure pochi giorni fa Monti aveva annunciato una tassa applicata a tutti i luoghi o porzioni di edificio destinati ad attività non di culto... Anche io non ci credo più. Sono solo parole che servono a tenerci buoni

    Credo che ci sia la complicità di tutti e la dichiarata volontà di non eliminare le esenzioni fiscali di cui godono gli enti ecclesiastici.

    Mentre è abbastanza semplice stabilire quali sono le spese principali a carico dello Stato italiano, perchè sono fondi che restano nel bilancio, è molto più difficile  dire  quali sono i mancati introiti che provengono dalle agevolazioni fiscali cui hanno diritto gli enti ecclesiastici. Ma leggendo l'indagine che hai citato, è chiaro che anche questo dato ormai sia facile da conoscere. Sicuramente una delle voci di spesa per lo Stato tra le più contestate è l'otto per mille (la percentuale Irpef che il cittadino può dare ad un credo religioso o lasciare allo Stato Italiano). Solo per la Chiesa Cattolica l'otto per mille ha fruttato nel 2011 la cifra record di un miliardo e 118 milioni di Euro. Leggi qui e potrai avere già avere un' idea del meccanismo truffaldino che c'è sotto. Anche questa intervista doppia delle Iene al "5 x 1000" e all'8 x 1000" è un valido aiuto per la comprensione

    Le altre agevolazioni fiscali riguardano lo stipendio dei professori di religione cattolica nelle scuole, gli stipendi dei cappellani che svolgono funzioni per lo Stato italiano, i finanziamenti alle scuole paritarie e alle università private che in buona parte ruotano attorno alla Chiesa. Ad occhio e croce si parla di una cifra di circa 2,5-3 miliardi di euro l'anno! La Chiesa Cattolica incassa cinque volte quello che i partiti prendono tutti insieme di finanziamento pubblico e lo spende soprattutto per pagare lo stipendio ai preti, costruire nuove chiese e finanziare le varie associazioni antiabortiste. Se il Vaticano e le sue diverse ramificazioni guadagnano con il turismo, con le cliniche e gli ospedali, con le scuole e le università, non capisco perchè la Chiesa non debba pagare le tasse come tutti noi! Hanno dei vantaggi che non sono per niente spirituali, direi!Non capisco perchè anche la sinistra, nella controproposta alla manovra finanziaria, non prenda provvedimenti in merito... Questa è la parte finale di un intervento di Bersani: «Fate un giro nelle Caritas diocesane. Si capisce bene cosa stia facendo la Chiesa». Un elogio, dunque, alle attività di solidarietà e di assistenza dei religiosi. Poi, però, fa una distinzione: «Deve restare valido il principio dell`esenzione per le risorse collegate alla missione e alle finalità della Chiesa. Riteniamo, invece, che si possano sottoporre a tassazione tutte le attività propriamente commerciali». Resta il problema della zona grigia, visto che non è sempre facile stabilire le differenze: «Su questo verifichiamo i singoli casi e la Chiesa farà la sua parte». Ma cosa c'entra la Caritas con la Chiesa?

     

    4 commenti:

    • maramaoseimortomaramaoseimorto

      Pubblicato IL 26/08/2011, ORE 11:42

      Appassionato di

      Scopri di più

      ahahah  e tu saresti un'aquila? mi sempre troppo pollo ,

      se le tue  scienze dovessero amministrare quello che amministra la Chiesa come minimo allo stato italiano costerebbe il doppio, e voglio essere ottimista conoscendo certi mangiapreti fanulloni.

    • dunebuggidunebuggi

      Pubblicato IL 30/08/2011, ORE 13:35

      Appassionato di

      Scopri di più

      mar.30.08.11 - grazie, molto interessante. Da diversi anni dedico il mio otto e cinque per mille ad altri. Tranne alla chiesa cattolica. Sperando perda sempre più voti.-

    Leggi tutti i commenti

  • bibo51bibo51

    Pubblicato IL 18/10/2012, ORE 14:41

    Appassionato di

    Scopri di più

    La mia risposta???? Vergogna.

  • donnarocciadonnaroccia

    Pubblicato IL 24/07/2012, ORE 19:05

    Appassionato di psicologia e sociologia

    Scopri di più

    VATICANOOOOOO, VAFFANCULO!

     

  • felis-nigerfelis-niger

    Pubblicato IL 20/06/2012, ORE 12:09

    Appassionato di

    Scopri di più

    Sono cattolico è una colpa ? 

    Sembrerebbe di si sopratutto per quelli che si autodefiniscono Democratici, Progressisti, Libertari ma la senzazione è che siano solo antireligiosi.

    La pace, la giustizia, il progresso civile nascono dal reciproco rispetto delle scelte individuali anche se non comprese o non condivise non dallo sbandieramento di bandiere di parte e ancor meno dall'antipatia se non odio.

    Con questo uno stato è civile se applica le prorie leggi, norme, ecc. a tutti con lo stesso impegno se esentiao le scuole tutte sono esenti, se gli alloggi pagano, pagano gli alloggi di tutti.

  • brummel47brummel47

    Pubblicato IL 22/02/2012, ORE 20:44

    Appassionato di

    Scopri di più

    Solo i luoghi di culto, le chise con relative canoniche, debbono essere esentate dal pagare l'ICI, tutto il resto deve esservi assogettato. Cosi pure l'otto per mille lasciato allo stato non deve essere percentualmente ripartito sulle varie religioni, ma devoluto agli aiuti dei meno abbienti.

  • cavaliere176cavaliere176

    Pubblicato IL 22/02/2012, ORE 20:23

    Appassionato di

    Scopri di più

    GIRATELA COME VI PARE, MA TRA LA CASTA POLITICA E QUELLA CLERICALE, CHI CI RIMETTE SOLO NOI CITTADINI, QUELLI ONESTI!

  • angelo1727angelo1727

    Pubblicato IL 22/02/2012, ORE 16:03

    Appassionato di

    Scopri di più

    è di mo0da buttar fango sulal chiesa- ci sono conventi o altre strutture del passato da mantenere e che hanno dei costi o magari alcuni non pagano l'ici- Magari non approvo certi sprechi come dell'ultimo concistoro...ma le somme sono esagerate la maggior parte dei vescovi ha un stipendio intorno a € 1300

    la maggior parte dei preti disseminati in tante parrocchie di italia: paesini o  periferie di città  vivono con meno di € 900 al mese senzatredicesima  e fanno fronte da soli a mille incombenze....sono responsabili di tante chiese moderne ed antiche meta di turisti ed altro....Pensate agli sperperi che si fanno altrove ospedali mai usati, mega strutture sportive mai completate.... quanti stipendiati con oltre un milione l'anno pensate a questi....ma è di moda trovare i soliti capri espiatori.. distogliendo l'attenzione dai veri problemi.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia