L'Italia è tra i dieci paesi con il più elevato rischio di fallimento: faremo la fine della Grecia e della Spagna?

Nella graduatoria dei paesi con il più elevato rischio di fallimento, siamo al settimo posto. Se solo ieri eravamo al nono, vuol dire che dobbiamo seriamente preoccuparci. L'Italia è a rischio bancarotta come Grecia e Spagna?Ho sempre la sensazione di non sapere ma fino in fondo la verità: conosciamo e abbiamo gli strumenti necessari per fronteggiare ed uscire dalla crisi oppure ormai la situazione è irrecuperabile?

 

 

ermes_linoermes_lino

Pubblicata IL 10/08/2011, ORE 14:19 | Aggiornata IL 10/08/2011, ORE 15:50
39Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • Miglior Risposta

    barbabeatbarbabeat

    Pubblicato IL 11/08/2011, ORE 17:11

    Appassionato di libri, musica, viaggi

    Scopri di più

    sarebbe bello fare la fine dell'Islanda! Che è riuscita a sconfigge l'economia globale e NWO:<<L'abbattimento dell'idea che il debito è un'entità sovrana, in nome della quale è sacrificabile un'intera nazione. Percio' nessuno deve sapere il referendum islandese voluto dal Capo dello Stato Ólafur Ragnar Grímsson. Ogni volta che ci dicono che per arginare il debito di un paese ci vogliono piu' tasse, che sono procedure essenziali,etc.etc. Non è vero,è una bugia. Lo ha dimostrato il popolo islandese che ha sconfitto le lobby economiche e i loro ricatti. Non hanno varato la manovra economica a spese dei cittadini per le perdite delle banche (i profitti sono privati ma i debiti nazionalizzati). Quello che è successo in Islanda mette in imbarazzo politici, che sono le pedine dei gruppi bancari, e fa paura all'economia globale. Censurare il referendum islandese e non farlo conoscere alla massa occidentale,è stato l'ordine numero uno delle grandi banche. >>Ermes-lino ti consiglio questo articolo, davvero particolare...Il discorso della Marcegaglia contro i grossi gruppi di PotereIeri c'è stata la conferenza stampa della Marcegaglia, presidente della Confindustria, per dichiarare cosa hanno proposto al Governo per fronteggiare la crisi e in particolar modo i punti della Manovra che i gruppi internazionali chiedono di anticipare. Non ci crederete ma mi ero commosso, non sembrava vero ma solennemente fece un discorso che fece rimanere senza fiato il mondo intero. Si alzò in piedi, i suoi collaboratori che le sedevano accanto cercarono di persuaderla, ma lei li azzittì. Ecco cosa disse:"Ascoltatemi per favore, mi rivolgo a tutto il popolo italiano che in questi anni sta pagando un tributo salato per colpa delle nostre malefatte. La mia coscienza questi giorni mi ha fatto trascorrere notti insonni, non chiedetemi il perchè ma ora ho deciso di scoprire le carte. Noi della Confindustria, in combutta con l'intera classe politica, le parti sociali, i grossi gruppi finanziari vi stiamo prendendo per i fondelli.  Si lo dico apertamente, nonostante avessimo agito nella legalità noi vi abbiamo derubato.  Eppure, cari compatrioti queste cose non le abbiamo nemmeno nascoste, è tutto alla luce del sole. Abbiamo una crisi senza precedenti e nonostante tutto nell'anno 2010 le nostre industrie hanno aumentato i profitti. Non lo abbiamo nascosto, l'abbiamo scritto sul nostro giornale sole 24 ore. Eppure approfittando di tutto ciò abbiamo fatto lacrime da coccodrillo, abbiamo preteso più sacrifici da parte dei lavoratori, più flessibilità e meno diritti.La crisi l'abbiamo provocata noi in combutta con le grandi Banche. Ma ve lo devo dire io, cari miei?  Il PIL realizzato nel 2010 dai 27 paesi  europei è stato valutato 16.106 miliardi di dollari. L'Italia di 2.036 miliardi. Perchè vi dico questo? La Federal Reserve Bank, la Banca centrale degli USA, ha reso pubblico e sempre alla luce del sole che in questi  tre anni ha versato alle banche e imprese anche nostrane prestiti per circa 16 mila miliardi di dollari. Si si esattamente uguale al totale di tutti i PIL europei cari miei."Si senti un forte brusio nella sala, i collaboratori vicino lei si alzarono e si dettero a gambe levate. "Fate silenzio per favore! Quello che sto cercando di dirvi è che quei prestiti della Federal Reserve sono stati versati senza interessi e a condizioni di rimborso del tutto fluibili. In poche parole la più potente Banca Centrale ha stampato in proprio miliardi di dollari per "salvare" le imprese che hanno dichiarato di fallire e l'unico scopo era di arricchirsi ulteriormente.  In parole povere questo "salvataggio" lo state pagando voi assieme a tutti gli altri miliardi di poveri cristi. Ovviamente nonostante che abbiano reso pubblico il loro crimine nessuno li ha toccati e attraverso quelle organizzazioni mondiali come il Fondo Monetario Internazionale, la Banca Mondiale e Europea stanno dettando le condizioni ai Paesi come il nostro."Nella sala cominciarono ad entrare i funzionari di Governo e anche dell'opposizione che scandalizzati cercavano di richiamarla, credo che qualcuno abbia avvertito perfino la security per poterla cacciare via."Ma fatemi parlare! Mica ho finito! Dirò una cosa che non vi piacerà: a voi, popolo italiano, vi avevamo troppo sopravvalutato. Avevamo il timore che con la storia degli indignatos spagnoli anche voi avreste cominciato ad accusare la criminalità delle Banche e del nostro asservimento. In effetti in qualche modo, specialmente in questi dieci anni, dalla fine del movimento no global che con astuzia abbiamo stroncato, abbiamo finanziato e mandato avanti, attraverso una grande opera di marketing , personaggi che voi seguite con grande entusiasmo. Non ci è voluto molto al dire la verità. Con la vecchia storia del Sistema-anti sistema di orwelliana memoria  vi abbiamo inculcato la storia dell'anti casta e della corruzione.  Abbiamo cominciato con i girotondi, poi con il Popolo Viola ;e vi abbiamo regalato come  punti di riferimento dei partiti populisti"Dall'entrata cominciarono ad arrivare gli addetti alla sicurezza, ma i giornalisti assieme ad altri cittadini hanno circondato la Marcegaglia facendo così una barriera protettiva." In pratica siete passati dalla lettura dei libri di Chomsky o  Zygmunt Bauman a libri come "Bananas"  o "Papi".  Per noi è stato un gioco facile, non ci pareva vero quando inconsapevolmente uno, credendo di fare una battaglia interessante, aprì il blog di "un precario di Montecitorio che rivelava i segreti della Casta". Fu un esperimento che ci garbò molto, abbiamo visto con piacere che il vostro disagio è facilmente manipolabile e a noi del gruppo di Potere non poteva che farci piacere.  Mi dispiace dirlo, ma avevamo perfino festeggiato.  Si ad essere sincera qualche punto debole era venuto fuori. Ad esempio ci aveva colto di sorpresa il referendum contro il nucleare e la gestione privata dell'acqua, opure dei movimenti come quello No TAV. Ma per noi sono dettagli e abbiamo già superato l'ostacolo. Per l'acqua abbiamo chiesto la liberalizzazione dei Municipi, poi per l'energia già avevamo previsto tutto e come vedete abbiamo già preparato le rinnovabili e con la liberalizzazione deturperemo molti paesaggi."Dentro la sala si innalzarono grida da tutte le parti, indignazione generale. Grazie al tam tam su internet, la piazza di Montecitorio era già stracolma e gli slogan non erano più riduttivi contro la casta, ma  reclamavano una rivoluzione come quella dell'Islanda. Girarono delle  voci che i banchieri e grossi industriali stessero già preparando la fuga." Si vi abbiamo preso per in fondelli e sinceramente è stato un gioco da ragazzi. In questi anni, come ho precedentemente  detto, abbiamo creato un impoverimento culturale. E non c'è stato nemmeno bisogno da parte nostra far sparire le voci critiche, la verità è che siete stati voi.  Il "grande fratello" siete voi. Vorrei chiedere perdono, ma non lo faccio. Inconsapevolmente anche voi ci avete dato man forte. Ora mi dimetto e chiedo lo scioglimento della Confindustria e esprimo una richiesta in tal senso a tutte le organizzazioni sindacali e politiche. Chiedo un sussulto di dignità da parte di tutti. "Poi il sottoscritto si è svegliato tutto sudato e ha fatto in tempo, in TV, a sentire cosa ha detto la Marcegalia per davvero: "Abbiamo preteso più equità al Governo: quello di tagliare i costi della Politica". Amen.

    Fonte: http://incarcerato.blogspot.com/

    3 commenti:

    • barbabeatbarbabeat

      Pubblicato IL 12/08/2011, ORE 09:20

      Appassionato di libri, musica, viaggi

      Scopri di più

      chieco1 attenzione prima che ti parta una coronario, questo articolo benfatto non riporta le vere parole della mercegaglia!!!alla fine lo scrive: "Poi il sottoscritto si è svegliato tutto sudato e ha fatto in tempo, in TV, a sentire cosa ha detto la Marcegalia per davvero: "Abbiamo preteso più equità al Governo: quello di tagliare i costi della Politica". Amen."Nulla toglie, secondo me, alla veridicità di questo discorso... è davvero ciò che è successo. Ma mai nessuno (di loro) lo dirà

    • dituttoun_blobdituttoun_blob

      Pubblicato IL 19/08/2011, ORE 11:28

      Appassionato di

      Scopri di più

      davvero un bell'articolo... fa riflettere. Ci stavo cascando, pensavo fossero davvero parole della marcegaglia ahahahah come se potesse mai accadere ahahahah

    Leggi tutti i commenti

  • aa-11aaaa-11aa

    Pubblicato IL 27/10/2011, ORE 20:59

    Appassionato di affari e finanza, attualità e politica

    Scopri di più

    faremo la fine della Grecia?

    Non capisco il perchè in tanta gente c'è persino l'augurio che questo succeda.

     

  • zigarra56zigarra56

    Pubblicato IL 11/10/2011, ORE 15:18

    Appassionato di

    Scopri di più

    ci vuole subito il progetto SFDE (SUBITO FUORI DALL'EURO)

  • sofiap1sofiap1

    Pubblicato IL 06/09/2011, ORE 13:10

    Appassionato di

    Scopri di più

    no non penso, la situazione in spagna e Grecia e' totalmente diversa. sarebbero un segnale molto positivo i talgli alla politica, con la soppressione delle provincie l'accorpamento dei comuni con meno di 10000 abitanti, la revisione dei consigli regionali, ricordando che un consigliere regionale guadagna circa come un deputato. andrebbero poi eliminati i corcondari, le comunità montane, piu uffici di collocamento per gli amici degli amici, che non strutture utili. Ad imola il circondario struttura di dubbia utilità per la modica somma di 2.000.000 di euro ha prodotto un'opuscolo sulla zanzara tigre, per non parlare del finaziamento operato dalla regione emilia Romagna, ai lattieri del Pernabucco, o per scavare pozzi in iemen, o per la raccolta differenziata in Palestina, ovviamente elargiti ad associazioni italiane gestite dai soliti noti.....

  • traliccitralicci

    Pubblicato IL 05/09/2011, ORE 06:42

    Appassionato di

    Scopri di più

    la crisi forte è incominciata con l'entrata dell'euro. DOBBIAMO USCIRE DALL'UE E RIPRENDERE LA NS MONETA, LA NS ENTITA' DI POPOLO ITALIANO.RIDARE VITA ALL'ECONOMIA CON PRODUZIONE E CONCORRENZA.L' UE ormai è troppo larga nn c'è più entità ( 27 paesi ). I ns politici pensano allo sviluppo dell'UE invece il problema è la staticità dell'Italia.Fino a che è cosi la situazione può solo che peggiorare !!!!!   

     

  • aurica2aurica2

    Pubblicato IL 04/09/2011, ORE 21:55

    Appassionato di

    Scopri di più

    Avremmo le risorse per uscirne ma un leader obsoleto e di la il niente

  • nino287nino287

    Pubblicato IL 04/09/2011, ORE 20:12

    Appassionato di

    Scopri di più

    è da sei anni che l'Italia è destinata al default....e non c'è niente che fermi questa implosione....se si fanno i conti di quanto è aumentato il debito pubblico negli ultimi 5 anni......e vista la quasi recessione che abbiamo.....non arriviamo al 2015

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia