Pertosse: come riconoscerla? Si può curare con rimedi naturali?

L'altro giorno, parlando con il pediatra, ho scoperto che un bambino con pertosse può contagiare fino al 90% di bambini non immuni con cui viene a contatto. Non vi dico quanto questa cosa mi abbia preoccupato. Mi spiegate esattamente cos'è la pertosse, come si cura e cosa devo temere per scongiurare il peggio? 

Grazie.

misstwentiesmisstwenties

Pubblicata IL 13/10/2010, ORE 12:05
6Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • La pertosse è una tosse fastidiosissima. Il mio bambino l'ha contratta circa un mese fa, nonostante la vaccinazione fatta quando era piccolo. Quando comincia l'attacco di tosse durante l'inspirazione emetteva come un rantolo (fischio) e poi i ccolpi di tosse potevano essere anche 15-20 continui.Poi ricominciava. I rimedi naturali non sono stati assolutamente sufficienti. Il pediatra è intervenuto con una terapia antibiotica e siccome il bambino non riposava quasi mai nella notte, anche con del cortisone, solo per tre giorni. Effettivamente la cura ha funzionato, anche se a distanza di un mese, ogni tanto, arriva un attacco di tosse. Ma mia nonna mi dice: per forza...la pertosse dura nove lune!

  • CIAO, SOLITAMENTE LA PERTOSSE RICHIEDE CURE UN PO' PIU' SOSTENUTE CHE POSSONO ESSERE DIVERSE DAL RIMEDIO NATURALE, ALMENO A QUANTO DETTOMI DAL PEDIATRA.IO INFATTI PER LA TOSSE NORMALE USO LA BELLADONNA E L'ANTIMONIUM TARTARICUM CON POSOLOGIA DI TRE GRANULI PER PRODOTTO PER TRE VOLTE AL GIORNO PER MINIMO 5GG.PER LA PERTOSSE MI SA CHE NON BASTA LA BELLADONNA

  • astragalo61astragalo61

    Pubblicato IL 13/10/2010, ORE 14:42

    Appassionato di

    Scopri di più

    Condivido l'esortazione alla vaccinazione, rivolgersi al pediatra o all'usl di pertinenza.

  • skylineitskylineit

    Pubblicato IL 13/10/2010, ORE 12:32

    Appassionato di

    Scopri di più

    Molto interessanti entrambe le risposte. Volevo solo rassicurarvi e dirvi, se non lo sapete già, che è disponibile un vaccino antipertossico, caldeggiato per i bambini al di sotto dei 7 anni di età. Di norma, viene combinato con il vaccino antitetanico e antidifterico (DTaP) ed è sconsigliato solo in presenza di:

    • reazioni moderate o serie dopo aver utilizzato in passato il vaccino DTP o DTaP
    • reazioni allergiche gravi a componenti del vaccino
    • problemi neurologici non stabilizzati
  • iotattooiotattoo

    Pubblicato IL 13/10/2010, ORE 12:25

    Appassionato di

    Scopri di più

    Sì, è verissimo. Anche mia nonna fa spesso gli elogi delle piante velenose impiegate in ambito erboristico. Belladonna, Stramonio e Giusquiamo sono un vero toccasana per stati febbrili e disturbi del tratto respiratorio. Tra l'altro la belladonna, nota nella cura di spasmi intestinali, catarri bronchiali e pertosse, è legata a origini avvincenti (e ai bambini piace tanto sentirsi raccontare questo genere di storie - con me almeno funzionava sempre e, ascoltarle, mi faceva dimenticare i capricci).

    Per alcuni, il suo nome deriva dall'uso (puramente estetico) che ne facevano le donne durante il Rinascimento: assumevano quotidianamente alcune gocce per far dilatare le pupille e rendere più brillante lo sguardo. Mentre, un'altra leggenda vuole che la belladonna fosse l'erba delle streghe che la usavano per recarsi in volo al sabba....

  • patatraccolopatatraccolo

    Pubblicato IL 13/10/2010, ORE 12:09

    Appassionato di

    Scopri di più

    La pertosse non è altro che una tosse prolungata nel tempo che può durare fino a 2 mesi. Esordisce solitamente con raucedine, starnuti e, cosa ancora più fastidiosa, tosse notturna. Stando al dizionario medico, si svolge in tre stadi: catarrale, parossistico e convalescenziale.

    Da bambino mia madre mi dava un farmaco a base di "belladonna", uno dei medicinali omeopatici più validi che conosca. Va bene praticamente per tutto: dagli spasmi muscolari, alla febbre ed è particolarmente efficace proprio contro la pertosse.

    Comunque, se hai ancora dubbi, ti allego questa descrizione della malattia. E' facilmente riconoscibile perché "dopo 10-14 giorni, si manifesta una tosse convulsiva e ostinata che rende difficoltosa la respirazione e persino l'alimentazione. Questa fase può durare fino a 2-3 settimane. Gli accessi di tosse sono costituito da 5–15 colpi di tosse violenti e ravvicinati che si verificano durante una singola esprirazione."

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia