Elio canta per la Carfagna: Viva la campagna! Ma mi spiegate tutti i significati reconditi del paroliere?

Elio e le Storie Tese hanno cantato una canzone per la Carfagna: Viva la campagna arriva la vajassa! Ma mi spiegate tutti i significati? Mi manca anche il riferimento a "mentre una vajassa che capeggia"... E la gara di rutti?Mi è chiaro il riferimento a Cosentino e alla questione rifiuti in campania, almeno questo Linguaccia

L'ho sbobinata ecco praticamente tutto il testo:<<lei vive làè come una formica sugli scranni della camerama si dimetterà a gran velocità la intravedrete che va che va che vala cameraè un covo di ganassa brutti peggio di Ahmadinejadma Mara non ci stapretende un termovalorizzatore che va che vafelicità non sei più quapovera Carfagna povera campagnala civiltà può anche aspettarmentre una vajassa capeggiaun arcobaleno più nero del nero profondo casino ma c'è Cosentino che resta e la festa procede tranquillarimangono tutti e la gara di rutticontinueràma è un covo di piragna e la Carfagna forse se ne vao forse rimarràlottando per di più con la vajassa che MUSSOLINEGGIApoliticache ciofecamentre la Carfagna si intristisce e frignala civiltà può anche aspettar mentre una vajassa capeggia>>

v4vendetv4vendet

Pubblicata IL 25/11/2010, ORE 10:31 | Aggiornata IL 25/11/2010, ORE 11:58
8Leggi le risposte

Risposte Geniali

  • maurob71maurob71

    Pubblicato IL 28/01/2011, ORE 12:15

    Appassionato di

    Scopri di più

    ciao vendetta allora le vajasse o vasciatare termine usato a napoli tra il popolo sono le abitanti dei bassi che sarebbero delle uniche stanze al livello stradale o al disotto di esso abitati dalla povera gente,quindi dai bassi,vasciatari,quindi vajassa,quindi povera gente e quindi una poveraccia,questo termine lo trovi anche nell'ultimo singolo di Pino Daniele,spero di essermi spiegato ciao ciao e hasta siempre.

  • emilio124emilio124

    Pubblicato IL 28/12/2010, ORE 10:28

    Appassionato di

    Scopri di più

    più che alla domanda vorrei rispondere a questi genialoidi. Il grande Moretti, la Guzzanti, Venditti etc. quando sono sul viale del tramonto (qualcuno forse non ha visto neanche l'alba) cosa fanno? Si accodano alla fili degli pseudo intellettualoidi e credono di farsi notare sputando sentenze ed opinioni solo in chiave politica. Basta con questi falsi impegnati. Ognuno, se ci riesce, facesse il suo mestiere.

  • toscana2010toscana2010

    Pubblicato IL 25/11/2010, ORE 20:56

    Appassionato di toscana, tuscany, viaggi

    Scopri di più

    Elio fa benissimo! Perchè a rappresentare le donne non è che abbiano messo il top!

    by Toscana

  • Ormai la politica si riduce a questo, un teatro fine a se stesso, ma con dei pessimi attori, lontani dai problemi reali. Come un reality show. 

  • lfoglilfogli

    Pubblicato IL 25/11/2010, ORE 12:06

    Appassionato di

    Scopri di più

    è un teatrino molto triste (quasi tragico) ci si offende a sproposito, per dire che le proprie ragioni sono le più valide, é molto triste, così é la vita da parecchi anni ormai...spero che cambi!

  • rolex53rolex53

    Pubblicato IL 25/11/2010, ORE 11:40

    Appassionato di

    Scopri di più

    Okkio Alessandra, ti stai scavando da sola la fossa politica.

  • sin_city0sin_city0

    Pubblicato IL 25/11/2010, ORE 10:48

    Appassionato di

    Scopri di più

    viva la carfagna, elio sei fantastico! Dopo il tuo Bunga Bunga, arriva questa chicca.La vaiassa è l'appellativo che ha usato la Carfagna per la Mussolini:"Quello è stato un atto di cattivissimo gusto che non merita commenti ma che si addice alla persona che l'ha commesso", ha detto Carfagna, "a Napoli le chiamano vaiasse...".Sullo scontro Carfagna-Mussolini e sul termovalorizzatore citato da Elio, leggo: <<Mentre Mara Carfagna parla con un suo amico, l’onorevole capogruppo alla camera di Futuro e Libertà, Italo Bocchino, Alessandra da voce ai sospetti di molti: l’infedeltà di Mara a Berlusconi.Alessandra decide di immortalare la scena dei due che parlano, con una bella foto. Mara se ne accorge e inizia a battere le mani esordendo con un “brava, brava“, Alessandra prosegue con un “Vergognati!”, accusandola di fare accordi con il partito finiano, dopo che Bocchino, nella finanziaria, aveva fatto spostare 20 milioni di euro al ministero della Carfagna. E poi c’è anche la storia del termovalorizzatore (inceneritore) di Salerno, sottratto alle province e tema di collisione non solo tra comune e provincia ma anche tra le due donne: mentre la Carfagna difende il sindaco Vincenzo De Luca, la Mussolini difende Edmondo Cirielli, presidente della provincia. La Carfagna si è poi difesa accentuando l’importanza dei diversi progetti per la donna, presenti e destinatari di quei 20 milioni di euro e sul termovalorizzatore quasi facendo da “paciere”, sostenendo che se ne sarebbe occupato il presidente della regione Caldoro, in modo tale da evitare di far entrare anche questo nello scontro. Oltre all’onorevole Bocchino, ha assistito alla vicenda anche Maurizio Iapicca, evidenziando la caduta di stile della Mussolini.

Aiuto

Per informazioni e problemi relativi ai Servizi Community

Aiuto

Fai una domanda

Invia